martedì 12 febbraio 2019

Piano di emergenza per il contenimento di xylella fastidiosa

Pubblico il "Piano di emergenza per il contenimento di xylella fastidiosa" che da ieri si trova nella Gazzetta Ufficiale n. 35.
Qui sotto il testo e l'allegato PIANO OPERATIVO AGRICOLTURA FONDO PER LO SVILUPPO E LA COESIONE 2014-2020 



 
                    IL COMITATO INTERMINISTERIALE 
                   PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA 
 
  Visto l'art. 7, commi 26 e 27, del decreto-legge 31 maggio 2010, n.
78, convertito, con modificazioni, dalla legge  30  luglio  2010,  n.
122, che attribuisce al Presidente del Consiglio dei ministri,  o  al
Ministro delegato, le funzioni in materia di politiche di coesione di
cui all'art. 24, comma 1, lettera  c),  del  decreto  legislativo  30
luglio 1999, n. 300, ivi inclusa la gestione del Fondo  per  le  aree
sottoutilizzate di cui all'art. 61 della legge 27 dicembre  2002,  n.
289 e successive modificazioni; 
  Visto  il  decreto  legislativo  31  maggio  2011,  n.  88,  e   in
particolare l'art. 4, il quale dispone che il  citato  Fondo  per  le
aree sottoutilizzate, sia denominato  Fondo  per  lo  sviluppo  e  la
coesione -di seguito FSC- e finalizzato a dare unita' programmatica e
finanziaria all'insieme degli interventi aggiuntivi  a  finanziamento
nazionale rivolti al riequilibrio economico e sociale tra le  diverse
aree del Paese; 
  Visto  l'art.  10  del  decreto-legge  31  agosto  2013,  n.   101,
convertito, con modificazioni, dalla legge 30 ottobre 2013, n. 125, e
successive modificazioni e integrazioni, che istituisce l'Agenzia per
la coesione territoriale, la sottopone alla vigilanza del  Presidente
del Consiglio dei ministri o del Ministro delegato  e  ripartisce  le
funzioni relative alla politica di coesione  tra  la  Presidenza  del
Consiglio dei ministri e la stessa Agenzia; 
  Visto il decreto del  Presidente  del  Consiglio  dei  ministri  15
dicembre  2014  che  istituisce,  tra  le  strutture  generali  della
Presidenza del Consiglio dei ministri, in attuazione del citato  art.
10 del decreto-legge 31 agosto 2013, n. 101, il Dipartimento  per  le
politiche di coesione; 
  Considerato che la dotazione complessiva del Fondo per lo  sviluppo
e la coesione per il periodo  di  programmazione  2014-2020,  pari  a
59.810 milioni di euro, risulta determinata come segue: 
    un importo pari a 43.848 milioni di euro,  inizialmente  iscritto
in bilancio quale quota dell'80 per cento della dotazione  di  54.810
milioni di euro individuata dall'art. 1,  comma  6,  della  legge  27
dicembre 2013, n. 147; 
    un importo pari a 10.962 milioni di euro, stanziato per gli  anni
2020 e successivi  dalla  legge  11  dicembre  2016,  n.  232,  quale
rimanente quota  del  20  per  cento  inizialmente  non  iscritta  in
bilancio; 
    un importo di 5.000 milioni di euro,  quale  dotazione  ulteriore
stanziata dalla legge 27 dicembre 2017, n. 205, recante  il  bilancio
di previsione dello Stato per  l'anno  finanziario  2018  e  bilancio
pluriennale per il triennio 2018-2020; 
  Considerato che la legge 23 dicembre 2014, n. 190 ed in particolare
il comma 703 dell'art. 1,  ferme  restando  le  vigenti  disposizioni
sull'utilizzo del FSC, detta ulteriori  disposizioni  per  l'utilizzo
delle risorse assegnate per il periodo di programmazione 2014-2020; 
  Vista la delibera di questo Comitato n. 53 del 2016, con la  quale,
in coerenza con quanto stabilito dalla delibera n.  25  del  2016  in
ordine  al  contenuto  e  ai  principi  di  funzionamento  dei  Piani
operativi, sono state assegnate risorse FSC 2014-2020 per un  importo
complessivo di 400 milioni di euro  in  favore  del  Piano  operativo
«Agricoltura», di competenza del Ministero delle politiche  agricole,
alimentari e forestali; 
  Considerato che con la successiva delibera n. 13 del 2018 e'  stato
approvato un addendum al sopra citato Piano operativo  «Agricoltura»,
per un valore di 12.601.198,45 euro; 
  Visto il decreto del Presidente della Repubblica  31  maggio  2018,
con  il  quale,  tra  l'altro,  e'  stato  nominato  Ministro   senza
portafoglio la senatrice Barbara Lezzi; 
  Visti i decreti del Presidente del Consiglio dei ministri  in  data
1° giugno 2018  con  il  quale  allo  stesso  Ministro  e'  conferito
l'incarico per il Sud e il decreto del Presidente del  Consiglio  dei
ministri 27 giugno 2018 recante la delega  di  funzioni  al  Ministro
stesso, tra le quali quelle di cui al sopra citato art. 7,  comma  26
del  decreto-legge  n.  78  del  2010,  convertito  in   legge,   con
modificazioni, dalla legge n. 122 del 2010, e le funzioni di  cui  al
richiamato art. 1, comma 703, della legge n. 190 del 2014; 
  Vista la nota del Ministro per  il  Sud  prot.  n.  1140-P  del  21
novembre 2018, con la quale e' stata trasmessa  la  nota  informativa
predisposta dal competente Dipartimento per le politiche di  coesione
concernente la proposta di assegnazione dell'importo di 30 milioni di
euro, a valere sulle risorse FSC 2014-2020, in favore di un «Piano di
emergenza per il contenimento di Xylella fastidiosa», predisposto dal
Ministero delle  politiche  agricole,  alimentari,  forestali  e  del
turismo, che integra il Piano operativo «Agricoltura» gia'  approvato
con la citata delibera CIPE n. 53 del 2016; 
  Considerato che dalla documentazione di  proposta  risulta  che  il
citato Piano di emergenza  contiene  misure  specificamente  volte  a
contrastare l'espansione del batterio della Xylella, che  ha  colpito
il  territorio  della  Regione  Puglia,  nonche'  a  ripristinare   e
rilanciare la coltura olivicola e l'economia agricola del  territorio
interessato; 
  Considerato in particolare che il finanziamento proposto, pari a 30
milioni  di  euro,  sara'  utilizzato  per  le  seguenti   specifiche
attivita' di: 
    ricerca e sperimentazione, per 3 milioni di euro; 
    ripristino della potenzialita'  produttiva,  per  15  milioni  di
euro; 
    prevenzione  della  diffusione  della  Xylella  e  contrasto   al
vettore, per 4 milioni di euro; 
    rilancio dell'economia nelle aree danneggiate, per 5  milioni  di
euro; 
    comunicazione, per 1 milione di euro; 
    investimenti a supporto di attivita'  ispettive,  monitoraggio  e
diagnostica, per  1  milione  di  euro,  potenziamento  del  servizio
fitosanitario, per 1 milione di euro; 
  Vista la successiva nota del Ministro per il Sud, prot.  n.  1192-P
del 28 novembre 2018, con la quale e' stata trasmessa  documentazione
integrativa relativa alla citata proposta, volta a specificare che: 
    l'assegnazione di 30 milioni di euro rappresenta  un'integrazione
del Piano operativo «Agricoltura» di cui alla citata delibera  n.  53
del 2016; 
    l'assegnazione e' da riferirsi all'annualita'  2018  e  che  tale
imputazione e'  resa  possibile  dal  fatto  che  l'originario  Piano
operativo «Agricoltura»  e'  idoneo  a  ricomprendere  l'assegnazione
proposta di 30 milioni di euro mediante  il  rinvio  alle  annualita'
2020 e successive di alcune azioni di pari valore gia'  previste  per
il 2018 nel Piano operativo, ma non ancora attuate; 
  Considerato pertanto che, in esito alla  prospettata  rimodulazione
dell'originario Piano operativo «Agricoltura» (400 milioni di euro) e
alla integrazione (30 milioni di euro) attraverso il proposto  «Piano
di  emergenza  per  il  contenimento  di  Xylella   fastidiosa»,   la
complessiva  dotazione   di   430   milioni   di   euro,   al   netto
dell'assegnazione disposta dalla richiamata delibera n. 13 del  2018,
risulta avere la seguente nuova articolazione temporale:  50  milioni
di euro per ciascuno degli anni dal 2017 al 2019  e  complessivi  280
milioni di euro per gli anni 2020 e successivi; 
  Tenuto conto, che in data 28 novembre 2018 la  Cabina  di  regia  -
istituita con decreto del Presidente del Consiglio dei  ministri  del
25 febbraio 2016 per lo svolgimento delle funzioni di  programmazione
del FSC 2014-2020 previste dalla lettera  c)  del  citato  comma  703
dell'art. 1 della legge 23 dicembre  2014,  n.  190  -  ha  condiviso
l'opportunita' dell'assegnazione proposta in favore del citato  Piano
di emergenza; 
  Tenuto conto che, per la copertura dell'importo di  30  milioni  di
euro di cui viene proposta l'assegnazione  si  utilizza  parte  delle
residue disponibilita' del  Fondo  per  lo  sviluppo  e  la  coesione
2014-2020, determinate in 339,194 milioni di euro dalla  delibera  di
questo Comitato n. 26 del 2018 e gia' parzialmente utilizzate per  un
importo di 300  milioni  di  euro  in  applicazione  dell'art.  22  e
dell'art. 26, comma 3, lettera l) del decreto-legge 23 ottobre  2018,
n.  119,  recante  «Disposizioni  urgenti  in   materia   fiscale   e
finanziaria»; 
  Tenuto conto dell'esame della proposta svolto ai sensi dell'art.  3
della delibera 30 aprile 2012, n. 62 recante il regolamento di questo
Comitato; 
  Vista la nota prot. n. 6013-P del  28  novembre  2018,  predisposta
congiuntamente  dal  Dipartimento  per   la   programmazione   e   il
coordinamento della politica economica della Presidenza del Consiglio
dei ministri e dal Ministero dell'economia e delle finanze,  posta  a
base della odierna seduta del Comitato; 
  Tenuto conto dell'accordo espresso in seduta da parte del  Ministro
dell'economia e delle  finanze  circa  la  possibilita'  di  riferire
l'assegnazione proposta all'annualita' 2018; 
 
                              Delibera: 
 
  1. Ad integrazione del Piano operativo «Agricoltura»  di  cui  alla
citata delibera di questo Comitato n. 53 del 2016, viene approvato il
«Piano di  emergenza  per  il  contenimento  di  Xylella  fastidiosa»
predisposto  dal  Ministero  delle  politiche  agricole,  alimentari,
forestali e del turismo. 
  Il  Piano,  che  viene  allegato  alla  presente  delibera  di  cui
costituisce  parte   integrante,   e'   finalizzato   a   contrastare
l'espansione del batterio della Xylella che ha colpito il  territorio
della Regione Puglia, nonche' a ripristinare e rilanciare la  coltura
olivicola e l'economia agricola del territorio interessato. 
  2. Al citato Piano di emergenza viene assegnato un importo  pari  a
30 milioni di euro, a valere sulle disponibilita' residue  del  Fondo
per lo sviluppo e la coesione 2014-2020, nell'ambito  dell'annualita'
2018. 
  Di tale assegnazione si tiene conto  nel  calcolo  complessivo  del
rispetto del criterio normativo di riparto  percentuale  dell'80  per
cento al Mezzogiorno e del 20 per cento al Centro-Nord  in  relazione
alla dotazione complessiva del FSC 2014-2020. 
  3. Alla luce dell'assegnazione disposta dalla presente delibera, la
dotazione complessiva del Piano operativo «Agricoltura», pari  a  430
milioni di euro al netto delle risorse assegnate dalla delibera n. 13
del 2018 citata in premessa, presenta la seguente nuova articolazione
temporale: 50 milioni di euro per ciascuno degli  anni  dal  2017  al
2019  e  complessivi  280  milioni  di  euro  per  gli  anni  2020  e
successivi. 
  4. Come gia' stabilito dalla piu' volte citata delibera n.  53  del
2016, il Ministero delle politiche agricole, alimentari  e  forestali
riferisce a questo  Comitato  -  annualmente  e,  in  ogni  caso,  su
specifica richiesta - sull'attuazione degli interventi. 
    Roma, 28 novembre 2018 
 
                                             Il vice Presidente: Tria 
Il segretario: Giorgetti 

Registrata alla Corte dei conti il 1° febbraio 2019 
Ufficio controllo atti Ministero economia e finanze, reg.ne prev.  n.
50 







 

Nessun commento:

Posta un commento