Passa ai contenuti principali

Tristeza vs. Xylella, due pesi due misure

Conosciamo tutti le problematiche (irrisolte) della devastazione degli agrumeti derivanti dal virus della tristezza, così come conosciamo tutti la devastazione degli oliveti per il batterio della Xylella.
Ciò che non mi va giù, ma non va giù a nessun agrumicoltore, è che per la tristezza si è fatto veramente poco: un bando con dotazione finanziaria del PSR di appena 7,5 milioni di euro.
Ma per la Xylella ecco che spuntano fondi nazionali per le emergenze fitosanitarie di ben 300 milioni di euro, e per una superficie interessata ben inferiore a quella degli agrumeti colpiti dal virus della tristezza.
Certo è che se il Ministero può mettere in campo questi soldi per gli oliveti ... avrebbe potuto farlo per gli agrumeti.
Evidentemente la politica non ha lo stesso peso nelle varie regioni o, peggio, non è riuscita a far comprendere la vastità della problematica, sia in termini economici, che sociali, che occupazionali, che ambientali.
E c'è seriamente da domandarsi: ma la politica agricola siciliana ... c'è?

Ecco il comunicato stampa che è apparso sul sito internet del Ministero per le Politiche Agricole (in copia/incolla):

Xylella, Centinaio a Lezzi: "Nessun decreto in questo Ministero risulta non firmato. I 300 milioni sono già previsti per gli esercizi finanziari 2020 e 2021." (09.08.2019)

"Nessun decreto in questo Ministero risulta non firmato dal Sottoscritto. I trecento milioni allocati nella Legge sulle Emergenze Agricole sono già previsti per gli esercizi finanziari 2020 e 2021. Tutti gli atti propedeutici saranno pronti in tempo utile perché le risorse siano effettivamente utilizzabili dal primo gennaio 2020." Così commenta il Ministro delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo Sen. Gian Marco Centinaio in risposta al Ministro per il Sud Barbara Lezzi in visita oggi a Lecce. 
"Il Mipaaft sta lavorando al piano di rilancio dell'economia pugliese. A tal fine, lo scorso 16 luglio è stato svolto un primo incontro con i frantoiani volto a definire le priorità di intervento, in modo da indirizzare in maniera efficace e veloce le risorse disponibili e dare risposte concrete agli operatori salentini duramente colpiti dall'emergenza Xylella. Altri incontri saranno previsti nel mese di settembre. Noi andiamo avanti a lavorare come abbiamo fatto fino ad ora per il bene del comparto agricolo pugliese e di tutto il Mezzogiorno." Ha concluso Centinaio 

Commenti

  1. Egregio Dott., ancora si fa certe domande?! Dubita se la politica siciliana c'è o non c'è?
    NO, NON C'È ! Personalmente ne sono convinto.
    Sono anni che in questo blog scrivo nei commenti che c'è solo scarsa manovalanza pseudo intellettuale. La maggior parte dei politicanti isolani sono scelti dalle sedi centrali dei partiti nazionali al solo scopo di racimolare voti.

    RispondiElimina

Posta un commento