Passa ai contenuti principali

Buongiorno Cimò - lo stato dell'arte del PSR Sicilia 2014/2020

#buongiornocimò

"L'ava dittu jù", termine siciliano per rimarcare che una persona si era già espressa su una determinata questione, ed aveva previsto che sarebbe andata in una certa maniera. 
E "L'ava dittu jù" serve a rimarcare che la previsione era giusta e, forse, gli si poteva dare ascolto prima, anzichè perseverare a fare in altro modo.

A che punto siamo col PSR Sicilia 2014/2020?
Beh ... siamo al punto che abbiamo più volte espresso all'ex D.G., dott. agr. Gaetano Cimò ed al suo ex Assessore all'Agricoltura on.le Antonello Cracolici, estensori del bando siccagno, del bando settimino, del bando lecca lecca, insomma di tutto ciò con cui oggi "combattiamo" ancora.
E a suo tempo, nonostante ci fossimo impegnati a far cambiare idea al "duo" ... adesso c'è il detto "L'ava dittu jù".
E certo! Perchè l'abbiamo detto anche in pubblico che ... andati via il duo Cimò/Cracolici i problemi sarebbero rimasti dei funzionari, dei tecnici e dei beneficiari.
E così è stato ... i problemi ce li stiamo piangendo noi, per bandi scritti (a dirla pulita) con i piedi, e sui quali a nulla sono valse centinaia di osservazioni e suggerimenti.
Il "treno" non era era lanciato, ma stava partendo, ma nessuno dei due volle fermarlo, non si capiva perchè, e non si capisce ancora oggi perchè.

Rimane costante l'hashtag #buongiornocimò ... che non ci consola affatto, però.

Commenti

  1. Corrado è vero, bandi scritti male, pensati da persone che sconoscono la realtà, ma la fase successiva vedi che forse è peggio della prima. I problemi continuano anzi si amplificano così come i ritardi. In un momento in cui l'amministrazione è impegnata per evitare il disimpegno, presento un il primo sal per una tanto sospirata 4.1, porto tutti i documenti, porto le analisi del sangue dell'azienda, oggi chiedo a che punto è l'iter, e sorpresa, la pratica è a controllo, e stata sorteggiata, ho chiesto di accelerare il controllo in loco, entro l'anno secondo me l'azienda vedrà il disimpegno delle somme comprese quelle che avrebbe dovuto ricevere. Viva il psr, viva la burocrazia ma..... Continua prossimi giorni.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Acconto PAC 2019

Ci risiamo. E' già iniziato il conto alla rovescia per l'acconto PAC 2019. Arriva, non arriva, è l'importo giusto, non lo è. Insomma, ogni anno la stessa storia, e gli stessi commenti da parte dei lettori del blog. E per questo ho voluto scrivere questo post, per dare la possibilità di inserire commenti, che nei precedenti post sono diventati ormai troppi, e viene difficile anche scrivere.

In attesa del saldo PAC 2018

I post del blog più letti e più commentati? Quelli del saldo PAC, ogni anno; da sempre. Eppure, nonostante le rassicurazioni di AGEA, ci sono moltissimi che continuano a scrivere che non hanno ricevuto nemmeno l'acconto di novembre. Entro il 30 giugno, però, AGEA deve completare i pagamenti.

Saldo PAC e saldo "bio" e la "patrimoniale a rate"

Ogni tanto una buona notizia: nei conti correnti degli agricoltori stanno arrivando i saldi del premio PAC 2019. Ma nei conti correnti degli agricoltori siciliani, poi, stanno arrivando pure i soldi del "bio". Controllate, quindi, i conti correnti, e li vedrete "arricchiti" di quanto vi spetta. Nota dolente, ahimè: da un lato si riceve, e dell'altro si dà. Giorno 16 dicembre, infatti c'è l'IMU da pagare, "la patrimoniale a rate" ... da pagare ogni anno ... una tassa calcolata su estimi catastali incoerenti ... e che a nessuno interessa rettificare, tanto meno ai Sindaci dei comuni ... che traggono da questa tassa patrimoniale il loro maggiore sostentamento ...