Passa ai contenuti principali

Le emergenze fitosanitarie in agricoltura, 2° puntata

E se in Sicilia le emergenze fitosanitarie ci preoccupano, anche se la "politica regionale" le snobba a piè pari, il resto d'Italia non se la passa certo meglio.
E mi riferisco alla batteriosi del kiwi , alla flavescenza dorata della vite, al cinipide del castagno, la xylella fastidiosa, la drosophila suzukii, i nematodi a cisti della patata, la popillia japonica, e non ultima la cimice asiatica.
E non dimentichiamo la strage delle palme fatta dal punteruolo rosso, che ha modificato il paesaggio di molti comuni.
E su tutte queste emergenze la "politica nazionale" affronta in modo del tutto diverso, rispetto alla nostra regione, le problematiche, mettendo in campo risorse finanziarie per la ricerca ed anche per interventi da effettuarsi nei campi in cui si diffondono queste malattie/insetti.

E se questa breve carrellata descritta tra ieri ed oggi ci fa paura, oltre che assistere a danni enormi, altre emergenze fitosanitarie sono alle porte, una per tutte l'huanglongbing, il cui insetto vettore è già in Galizia ed in Portogallo, huanglongbing che se dovesse arrivare nei nostri territori causerebbe una strage agli agrumeti, come se non bastasse quella causata dalla tistezza degli agrumi.

E nel frattempo la "politica regionale", quella che dovrebbe occuparsi della agricoltura che fa?
Niente.
Unico servizio che lavora, sia ai controlli, che alle informazioni agli agricoltori il Servizio Fitosanitario Regionale, tramite i suoi bracci operativi degli Osservatori per le Malattie delle Piante, che costantemente monitorano il territorio ed colgono le istanze degli agricoltori.

Ma la "politica regionale", quella che dovrebbe occuparsi, poi, di cosa fare durante queste emergenze fitosanitarie ... è del tutto latitante.

... domani continua ...

Commenti

  1. Tra la lunga lista degli Agenti Patogeni che hanno affossato la nostra agricoltura, nella più totale indifferenza della politica, (spesso risultata addirittura compiacente), non si trascuri l'inserimento di molti "Agenti di commercio" i quali, a mio avviso, a vario titolo hanno fatto più danni loro che la Tristeza e la xylella messi assieme.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Acconto PAC 2019

Ci risiamo. E' già iniziato il conto alla rovescia per l'acconto PAC 2019. Arriva, non arriva, è l'importo giusto, non lo è. Insomma, ogni anno la stessa storia, e gli stessi commenti da parte dei lettori del blog. E per questo ho voluto scrivere questo post, per dare la possibilità di inserire commenti, che nei precedenti post sono diventati ormai troppi, e viene difficile anche scrivere.

In attesa del saldo PAC 2018

I post del blog più letti e più commentati? Quelli del saldo PAC, ogni anno; da sempre. Eppure, nonostante le rassicurazioni di AGEA, ci sono moltissimi che continuano a scrivere che non hanno ricevuto nemmeno l'acconto di novembre. Entro il 30 giugno, però, AGEA deve completare i pagamenti.

Saldo PAC 2018

Maggio, e poi giugno. Ed entro fine giugno andrebbero pagati tutti i premi PAC, mentre c'è ancora chi attende l'acconto, ed infatti continuo a ricevere messaggi da agricoltori da mezza Italia. Rifaccio questo post per dare la possibilità ai lettori del blog di continuare a scambiarsi informazioni.