Passa ai contenuti principali

Coronavirus: e l'Epap sospende il pagamento dei contributi previdenziali


Il Presidente dell'EPAP, dott. agr. Stefano Poeta, ha diramato ieri, tramite tutti i canali di comunicazione (email, SMS, web, Facebook) la determina con la quale è stata disposta la sospensione del pagamento dei contributi previdenziali.

Grazie Stefano, un atto di solidarietà in un momento particolarmente difficile per tutti i colleghi.

Qui sotto il testo diffuso nei vari canali di comunicazione e la determina di sospensione.


Emergenza sanitaria Coronavirus. Lettera del Presidente Stefano Poeta
10 Marzo 2020
Cari Colleghi,
l’emergenza sanitaria da Coronavirus che ci ha colpito e che sta cambiano le nostre abitudini quotidiane, che sta limitando i nostri spostamenti e che ci sta costringendo a ridefinire le nostre relazioni personali e sociali, ha colpito anche il nostro lavoro.
Tutte le attività produttive si stanno rallentando, soprattutto nelle Province che da subito sono state assediate da queste epidemia e i professionisti sono i più colpiti da questa situazione che ci auguriamo possa risolversi quanto prima possibile per riprendere a lavorare e fare crescere il nostro Paese.
EPAP, in maniera attenta e responsabile si è attivata fin da subito mettendo allo studio una serie di iniziative a sostegno dei propri iscritti, alcune delle quali sono già operative mentre altre lo saranno a breve, nel rispetto delle norme anche speciali in materia di assistenza e dei Regolamenti dell’Ente.
In questo contesto, peraltro, l’azione amministrativa dell’Ente risulta aggravata in quanto alcuni componenti del CdA risiedono nelle zone già da tempo interessante dalle limitazioni agli spostamenti oggi estesi a tutto il Paese. Abbiamo assunto tutte le iniziative per consentire la prossima settimana la partecipazione dei componenti del CdA anche se non possono raggiungere Roma.
Per questa ragione, d’accordo con tutti i componenti del Consiglio di Amministrazione e facendomi carico di tenere costantemente informato il Collegio dei Sindaci ed il Coordinatore del Consiglio d’Indirizzo Generale, con il supporto di un Tavolo di Crisi che ho insediato ieri mattina (9 marzo), composto da tutti i Capi Area e dai Capi Ufficio, coordinati dal Direttore dell’Ente, mi sono assunto la responsabilità di adottare alcune iniziative per garantire la continuità dell’attività dell’Ente a favore degli iscritti, con il dovuto riguardo ed attenzione per tutti i dipendenti di EPAP, limitando drasticamente l’accesso alla sede dell’Ente. Inoltre, ho consentito il ricorso massiccio a forme di lavoro agile e a tutte le altre misure di sostegno previste, anche in considerazione degli impegni familiari resi vieppiù gravosi dalla chiusura delle scuole e di tutte le altre istituzioni educative e ludiche.
In questa fase potremo riscontrare una rallentamento temporaneo della tempestività delle risposte e qualche difficoltà di accesso ai contatti. Mi rendo conto che potrebbe essere un disagio ma sono convinto che tutti Voi potrete comprendere.
Inoltre, abbiamo già avviato uno studio approfondito per verificare la sostenibilità finanziaria nel breve e nel medio periodo delle azioni a favore degli iscritti. I primi risultati ci hanno consentito si disporre sia la sospensione di tutti gli adempimenti da qui fino al prossimo 30 giugno, che saranno recuperati successivamente con pagamento rateale sia la sospensione dei piani di rateizzazione che verranno riattivati a partire da luglio.
Queste iniziative saranno sostenute con finanza ordinaria senza dovere impiegare le riserve dell’Ente.
Stiamo valutando insieme agli Uffici dell’Ente anche attraverso quali meccanismi potere finanziare interventi di carattere straordinario a sostegno di tutti i professionisti che per questa emergenza vedono compromesso il proprio reddito e la propria capacità di garantire a se stessi ed alle proprie famiglie il necessario. In questi giorni, dopo le dovute condivisioni procederemo ad adottare le iniziative utili e se, necessario, anche questa volta, con provvedimenti presidenziali.
Fino a quando sarà possibile è nostra ferma intenzione garantire, anche in questo momento così difficile, che si completi il procedimento per le elezioni dei nuovi componenti degli Organi dell’Ente. Per questo abbiamo messo a disposizione del Seggio elettorale che sta esaminando le candidature tutti gli strumenti necessari per operare da remoto ed in video conferenza. Vogliamo, in tal modo garantire che i nuovi amministratori si insedino non appena avremo approvato il bilancio per consentire loro di operare nell’interesse di tutti gli iscritti.
Il Consiglio di Amministrazione e tutti gli altri Organi sono continuamente impegnati ed attenti all’evolversi della situazione per potere stare a fianco dei nostri iscritti per potere affrontare questa emergenza dalla quale usciremo insieme.

Il Presidente
Stefano Poeta


Commenti

Post popolari in questo blog

Acconto PAC 2019

Ci risiamo. E' già iniziato il conto alla rovescia per l'acconto PAC 2019. Arriva, non arriva, è l'importo giusto, non lo è. Insomma, ogni anno la stessa storia, e gli stessi commenti da parte dei lettori del blog. E per questo ho voluto scrivere questo post, per dare la possibilità di inserire commenti, che nei precedenti post sono diventati ormai troppi, e viene difficile anche scrivere.

In attesa del saldo PAC 2018

I post del blog più letti e più commentati? Quelli del saldo PAC, ogni anno; da sempre. Eppure, nonostante le rassicurazioni di AGEA, ci sono moltissimi che continuano a scrivere che non hanno ricevuto nemmeno l'acconto di novembre. Entro il 30 giugno, però, AGEA deve completare i pagamenti.

Saldo PAC 2018

Maggio, e poi giugno. Ed entro fine giugno andrebbero pagati tutti i premi PAC, mentre c'è ancora chi attende l'acconto, ed infatti continuo a ricevere messaggi da agricoltori da mezza Italia. Rifaccio questo post per dare la possibilità ai lettori del blog di continuare a scambiarsi informazioni.