Passa ai contenuti principali

C'era una volta una "Regione" che legiferava in agricoltura, 6° puntata

 

Ecco come venivano affrontati i miglioramenti fondiari con la Legge regionale n. 13/86, quando la Regione legiferava in agricoltura:

Art. 26. Gli aiuti disposti dagli articoli 4 e 5 sono concessi per mutui per gli investimenti di cui ai numeri 5 e 6 dell'art. 1 concessi dagli istituti esercenti il credito agrario di Sicilia.
I predetti mutui agevolati possono avere una durata non superiore ai 15 anni, oltre al periodo di somministrazione che non può superare i due anni ed a quello di preammortamento che non può superare i tre anni.
Il mutuo è commisurato all'intera spesa ritenuta ammissibile.
Gli interessi a carico dei beneficiari per il periodo antecedente l'inizio dell'ammortamento sono cumulati, a richiesta del mutuatario, al debito in linea capitale e pagati secondo il conseguente piano di ammortamento.
E' in facoltà dell'Assessorato regionale dell'agricoltura e delle foreste consentire, a richiesta del mutuatario, che l'impegno complessivo per annualità di contributo venga ripartito in importi costanti per una durata inferiore a quella di ammortamento del mutuo.
Il concorso regionale nel pagamento degli interessi relativi alle anticipazioni ed al preammortamento decorre dalla data della prima somministrazione e viene liquidato dall'Amministrazione regionale sulla base di rendiconti che gli istituti di credito sono tenuti a presentare con periodicità semestrale [23].

Art. 27. In alternativa ai mutui assistiti dal concorso regionale nel pagamento degli interessi previsto dall'art. 4, secondo comma, punti 2, 3 e 4 e dall'art. 5, in favore dei soggetti indicati ai numeri 1 e 5/a, dell'art. 2 e per investimenti complessivi non superiori a 120.000 ECU per azienda, possono essere concessi contributi in conto capitale nella misura corrispondente alle aliquote fissate dal medesimo art. 4.
Analoga alternativa è ammessa nei confronti dei soggetti indicati ai numeri 2 e 3 dell'art. 2 che conducono in forma associata aziende agricole e zootecniche per investimenti complessivi incrementati del 50 per cento rispetto al limite indicato al precedente comma.
Per i soggetti diversi da quelli indicati nei due commi precedenti è ammessa analoga alternativa per investimenti non superiori a 60 mila ECU.
Con il provvedimento di concessione dei contributi in conto capitale di cui ai commi precedenti l'Assessorato regionale dell'agricoltura e delle foreste dispone l'anticipazione in favore del beneficiario del 50 per cento dell'ammontare del contributo che potrà essere erogato a seguito di apposita richiesta dell'interessato corredata di sottoscrizione d'impegno ad utilizzare le somme anticipate entro il periodo massimo di dodici mesi dall'avvenuta erogazione.
Per le anticipazioni in tutto o in parte non utilizzate entro il termine stabilito con il provvedimento di concessione ai beneficiari si applica, a deconto del contributo da ammettere a liquidazione, una penalità commisurata all'applicazione del tasso ufficiale di sconto ridotto di due punti, determinato alla data di emanazione del provvedimento di erogazione del contributo medesimo.
Per l'erogazione dei contributi in conto capitale previsti dal presente articolo si terrà conto, ai fini della valutazione della convenienza economica, dei medesimi indici, parametri e limiti indicati dall'art. 29.

... domani continua ...

Commenti

Popular Posts

Acconto PAC 2019

Ci risiamo. E' già iniziato il conto alla rovescia per l'acconto PAC 2019. Arriva, non arriva, è l'importo giusto, non lo è. Insomma, ogni anno la stessa storia, e gli stessi commenti da parte dei lettori del blog. E per questo ho voluto scrivere questo post, per dare la possibilità di inserire commenti, che nei precedenti post sono diventati ormai troppi, e viene difficile anche scrivere.

Saldo PAC e saldo "bio" e la "patrimoniale a rate"

Ogni tanto una buona notizia: nei conti correnti degli agricoltori stanno arrivando i saldi del premio PAC 2019. Ma nei conti correnti degli agricoltori siciliani, poi, stanno arrivando pure i soldi del "bio". Controllate, quindi, i conti correnti, e li vedrete "arricchiti" di quanto vi spetta. Nota dolente, ahimè: da un lato si riceve, e dell'altro si dà. Giorno 16 dicembre, infatti c'è l'IMU da pagare, "la patrimoniale a rate" ... da pagare ogni anno ... una tassa calcolata su estimi catastali incoerenti ... e che a nessuno interessa rettificare, tanto meno ai Sindaci dei comuni ... che traggono da questa tassa patrimoniale il loro maggiore sostentamento ...

Acconto PAC 2020

A leggere i commenti sul precedente acconto PAC 2020 ... l'acconto non è arrivato ancora a tutti. Chissà perchè l'Agea ci mette così tanto a pagare, in un mondo digitalizzato ed automatizzato. Ci sono cose che non comprenderò mai, come quei due arei Agea, di cui non si parla più ...