Passa ai contenuti principali

36 anni fa ... ed un ricordo di Vito Sardo


Era il 12 novembre del 1984, pioveva a dirotto, anzi ci furono piogge alluvionali.
Arrivai a stento in Facoltà di Agraria per la sessione di Laurea nel pomeriggio, poichè tutte le strade erano allagate.
Ricordo il prof. Patrizio Damigella che entrò nell'Aula Magna e ci disse che eravamo "eroi" ad essere arrivati con quel maltempo.
La pioggia, dopo qualche ora di tregua, riprese incessante, allagando parte della piana di Catania.
Ma a gennaio 1985 ci fu una "replica" e con il prof. dott. agr. Vito Sardo rimanemmo per la strada, ed ecco cosa avvenne:

Quando entrai nello STUDIO SARDO, a gennaio 1985, lui aveva una Peugeot 104. A metà mese, in giro per le campagne, fummo sorpresi da un nubifragio. Allora la Tangenziale di Catania non era ancora ultimata.
Rientrando da Motta S.A. ci imbattemmo nella zona di San Giorgio in un torrente che ci tagliò la strada e fece sì che la macchina si spense: si era bagnato lo spinterogeno.
Lui ridendo mi disse "scenda e mi dia una mano". Aprì il cofano; diede una prima asciugata allo spinterogeno. Poi tolse la ruota di scorta e me la fece tenere in modo che il tappo fosse vicino allo spinterogeno, ed infine con un chiodo premette con decisione la valvola in modo che l'aria della ruota di scorta uscisse a pressione. Il tutto fece asciugare lo spinterogeno e potemmo ripartire.
Io rimasi di stucco! Lui rideva.
Rientrammo allo studio e ... non posso aggiungere la frase colorita che mi disse, ma me la ricordo ancora!
Il prof. dott.. agr. Vito Sardo era un mito.
Ciao Vito.

Commenti

  1. Peccato non aver potuto conoscere il prof. Di sicuro sarebbe stata una bella esperienza.
    Immagino la scena dell'auto in panne.
    Uno sbarbatello neolaureato, possibilmente con scarpina pulita, che resta "amminchioluto" in mezzo al fango, nel vedere il suo mentore mettere in pratica improbabili tecniche d'intervento e risolvere allegramente una situazioni altresì per lui irrisolvibile.

    RispondiElimina

Posta un commento

Popular Posts

Acconto PAC 2020

A leggere i commenti sul precedente acconto PAC 2020 ... l'acconto non è arrivato ancora a tutti. Chissà perchè l'Agea ci mette così tanto a pagare, in un mondo digitalizzato ed automatizzato. Ci sono cose che non comprenderò mai, come quei due arei Agea, di cui non si parla più ...

Saldo PAC e saldo "bio" e la "patrimoniale a rate"

Ogni tanto una buona notizia: nei conti correnti degli agricoltori stanno arrivando i saldi del premio PAC 2019. Ma nei conti correnti degli agricoltori siciliani, poi, stanno arrivando pure i soldi del "bio". Controllate, quindi, i conti correnti, e li vedrete "arricchiti" di quanto vi spetta. Nota dolente, ahimè: da un lato si riceve, e dell'altro si dà. Giorno 16 dicembre, infatti c'è l'IMU da pagare, "la patrimoniale a rate" ... da pagare ogni anno ... una tassa calcolata su estimi catastali incoerenti ... e che a nessuno interessa rettificare, tanto meno ai Sindaci dei comuni ... che traggono da questa tassa patrimoniale il loro maggiore sostentamento ...

Acconto PAC 2019

Ci risiamo. E' già iniziato il conto alla rovescia per l'acconto PAC 2019. Arriva, non arriva, è l'importo giusto, non lo è. Insomma, ogni anno la stessa storia, e gli stessi commenti da parte dei lettori del blog. E per questo ho voluto scrivere questo post, per dare la possibilità di inserire commenti, che nei precedenti post sono diventati ormai troppi, e viene difficile anche scrivere.