Passa ai contenuti principali

Piogge persistenti ottobre 2018, 9° puntata - lo sfogo di qualcuno

Ripropongo questa immagine pubblicata nei giorni successivi all'evento che ha interessato la piana di Catania nei giorni del 18 e 19 ottobre 2018, a cui ancora non è stato data risposta fra i tagli (ingiustificati) dei CTU, le mancate risposte della Protezione Civile e la ridicola promessa del ministro Di Maio, quei 5 miliardi di euro di cui non si è saputo più nulla.
Chi non vive la piana di Catania NON PUO? CAPIRE cosa è successo.
E ripropongo questa immagine perchè qualche giorno fa ho ricevuto una email che riporto in copia incolla, dopo averla epurata da qualche insulto (peraltro più che giustificato e comprensibile).

agronomo Vigo Corrado ho letto con tanta amarezza e tristezza le puntate che lei ha fatto sul suo sito che seguo ormai da tanti anni 
sono uno di quegli agricoltori che è stato sommerso dalle piene dei fiumi e che su 12 ettari di agrumeto ne ha persi quasi 6 insieme alle arance di quell'anno
se quel giorno fossi stato lì sarei morto penso
ma nel leggere ciò che ha scritto mi sono rivisto preciso preciso perchè dalla protezione civile non ho avuto niente e nemmeno dall'ispettorato della agricoltura
avevo fatto causa alla regione ma i periti del tribunale su una perizia fatta dal mio agronomo che lei conosce, così mi ha detto lui, di 150 mila euro mi hanno segnato danni per 21 mila euro e non si capisce perchè
il mio agronomo ha scritto una seconda perizia ma loro niente hanno lasciato 21 mila euro
ora io vorrei dire a questi periti attraverso il suo sito che gli do i 21 mila euro e mi sistemano loro sei ettari di agrumeto, le stradelle la recinzione e soprattutto mi vengano a pagare le bollette del consorzio e le tasse e l'imu, questi che le arance le hanno viste sui libri e al supermercato e che non si rendono conto che fanno un danno sul danno
scusi lo sfogo ma non si può giocare con le persone

la autorizzo a scrivere questa mia lettera sul suo sito e qualche giorno alla  piana la vorrei conoscere e farle vedere quel che resta del mio agrumeto, come lo coltivo col cuore e dalla mattina alla sera, ma che ne sanno quei periti
ora mi resta da farmi un prestito in banca se me lo fanno e pagare pagare e pagare

G.S.

Commenti

  1. io sono una delle vittime di questi ctu che hanno ammazzato le speranze
    nemmeno il 18 per cento mi hanno riconosciuto

    RispondiElimina

Posta un commento