Passa ai contenuti principali

Un anno di coronavirus - in ricordo dei "caduti"


 Ieri un anno dal primo lockdown della mia vita.
Un anno di pandemia e di morti: abbiamo superato la soglia dei centomila, 100.479 per l'esattezza, di cui 4.223 solo in Sicilia.

Un anno di mascherine e di "basta più strette di mano" e "basta più baci ed abbracci".

Un anno di vita stravolta nelle famiglie, nelle aziende, insomma un'altra vita, non più quella a cui eravamo abituati.

E nonostante questo anno trascorso, fra la paura di venir contagiato o di finire in terapia intensiva, ancora oggi assistiamo a chi non mette la mascherina, o la indossa sotto al mento.

Proprio qualche giorno fa in nell'area di servizio "Gelso Bianco" dissi ad un signore senza mascherina "la mascherina, per favore" e lui mi ha risposto "chimminteressa, jù aju a variante di Gelso Bianco cà nun fa nenti", tradotto "che mi importa, io ho la variante di Gelso Bianco che non fa niente".

Oggi voglio ricordare tutti i "caduti" per covid.

Commenti