Passa ai contenuti principali

Quando ero militare, 7° puntata (sottotitolo: dalle cicche al cicchetto)

Così come ho scritto ieri ... chiamai il Generale Cacciola, che mi disse "vieni domani mattina al Comando Militare della Regione Sicilia", ed io "e se non mi fanno uscire?" e lui "dì che vieni da me, e se non ti mandano, beh, allora ti mando a prendere io".
Così mi misi a rapporto con il Tenente Tranchina e quando lui sentì che dovevo andare dal Generale Cacciola trasecolò e mi disse "perchè?", ed io risposi "se non mi manda, il Generale mi fa venire a prendere".
In dieci minuti ebbi un permesso dalle ore 09.00 e ifino alle 12.00 del giorno dopo.
Così alle ore 09.00 dell'indomani uscii dalla caserma e con l'autobus mi diressi "in borghese" al Comando Militare e arrivato lì mi fecero salire negli uffici del Generale.
Un Colonnello, che sedeva nella stanza antistante il Generale, mi chiese "lei è Vigo?", ed io "si,, sono Corrado Vigo", e si alzò lui aprì la porta della stanza del Generale, dove era in corso una riunione, e mi fece entrare.
Il Generale Cacciola mi attendeva e disse ai tre Colonnelli lì presenti "ci vediamo dopo, ora ho da fare".
Appena entrato mi fece accomodare e mi chiese come stavo e come mi trovavo in Caserma.
Io risposi che non vedevo l'ora di andare a Catania, e lui "che fate qui?" ed io "niente", e lui "come niente?" ed io "ci fanno raccogliere le cicche di sigaretta dal cortile".
Il Generale saltò per aria e disse "le cicche?" Ed io "si, le cicche". EW lui "e come le raccogliete?". Io aprii il pollice e l'indice allargandoli al massimo e dissi "con queste due dita".
Lui sbottò "nemmeno un paio di guanti". Ed io "niente, con queste due dita".
Il Generale si alzò in piedi e disse "grazie, devo andare adesso, se hai di bisogno chiama di nuovo".
Lo salutai e mentre uscivo sentii che diceva "preparate la macchina".
IO uscito da lì me ne andai in Piazza Politeama, dove c'era la pasticceria Dagnino, e andai a mangiare qualcosa, compreso un pasticcino Savoia.
Alle 11.30 presi un autobus e andai vero la Caserma Cascino.
E proprio mentre a piedi stavo per attraversare la strada ... ecco che dalla caserma usciva una macchina militare blu, mi pare una Fiat 132, con le bandierine sui parafanghi ... era il Generale Cacciola ...

... domani continua ...

Commenti