Passa ai contenuti principali

Quando ero militare, 36° puntata (sottotitolo: il Capitano Cacciatore ed il mio Riesenschnauzer)

 Dopo qualche mese che mi ero congedato ricevo una telefonata dal Capitano Cacciatore, che mi aveva promesso un cucciolo di Riesenschnauzer.
La cucciolata si trovava ad Agira, così passai a prenderlo a Catania, in Piazza Europa, ed andammo ad Agira.
Entrammo in una casa dove c'erano 6/7 cuccioli di Riesenschnauzer, e ne scelsi uno, un maschio.
Mentre stavamo per andar via, un cucciolo venne a gironzolarmi tra le scarpe e non voleva andar via.
Allora dissi al Capitano Cacciatore "prendo questo"; lasciai quello che mi era piaciuto di più e presi quell'altro, che era, però, una femina. La presi lo stesso.
Rientrati a Catania, fra i lamenti di quel cucciolo, ringraziai il Capitano Cacciatore e tornai ad Acireale, con quel cucciolo, il cui nome era "Hera".

Passai molto tempo a fare un "addestramento casalingo" a quel cane che mi accompagnò per tantissimi anni, e fu una sorta di legame con "la mia naja".

La mia Fiat Panda, nel frattempo, venne sostituita con una Peugeot 205, tre porte, bianca, di quelle con il tettuccio apribile in vetro scorrevole, e quando me la portavo "Hera" stava nella zona posteriore (sedili ribaltati) appoggiando il muso sulla mia spalla, indifferentemente destra o sinistra, ma voleva il contatto continuo, come peraltro avviene spesso con i cani.

... domani ultima puntata ...

Commenti