Passa ai contenuti principali

Etna e cenere: scopa e paletta non bastano più

L'ennesimo parossismo dell'Etna di ieri ha nuovamente messo a nudo l'impreparazione delle amministrazioni comunali a fronteggiare l'emergenza pulizia città.
Strade, piazze, marciapiedi coperti da cenere, che non viene spazzata e che si accumula, rendendo pericoloso ogni movimento veicolare, ma anche pedonale.
E in oltre un anno di parossismi continui, ma direi in decenni e decenni di eventi simili, nessuna amministrazione ha pensato bene di acquistare dei bobcat (o similari) per effettuare in prprio la pulizia delle città, delegando (assai raramente) ad imprese apposite il servizio, divenuto troppo costoso.
Ed in questo la Regione che fa?
I 70 parlamentari regionali, seduti nei loro scranni, hanno pensato di far qualcosa per questa emergenza continua? Per esempio dotare i comuni di bobcat e piccoli furgoncini cassonati per la raccolta della cenere? Del resto si e no i comuni interessati sono una ventina ...
No. Risposta ovvia, ma assai triste.
E i cittadini, scopa e paletta, subiscono l'inerzia di un Parlamento Regionale evidentemente interessato a far altro di meglio, ma non sappiamo cosa.

Commenti