sabato 5 gennaio 2019

Fatturazione elettronica - "prova su strada", 2° puntata

Ieri ho spiegato, spero in modo semplice, come accedere al servizio gratuito di fatturazione elettronica messo a disposizione dall'Agenzia delle Entrate.
Prima di passare, però, ai vari metodi con i quali è possibile usufruire del servizio, vanno fatte alcune operazioni preliminari ed indispensabili.
Bisognerà indicare l'indirizzo PEC (Posta Elettronica Certificata); per quanto riguarda il Codice Unico, esso è indispensabile allorquando la fatturazione va a "soggetti privati".
Il Codice Unico è un codice a 7 cifre e nel caso in cui oltre alla PEC dovrete utilizzarlo (anche se nella emissione/ricezione con PEC non è necessario, il Codice da inserire è "0000000".
Il Codice Unico può essere acquistato presso i vari fornitori di servizio "fattura elettronica" oppure dal 9 gennaio gratuitamente prossimo attraverso il sito internet www.fatturapa.gov.it - pagina Strumenti - Gestire il canale.



Altra informazione che debbo dare è che dovete fornirvi del QR Code personale.
Il QR Code è quella immagine formata da tanti piccoli quadratini che quando viene letta da un apposito lettore, sia esso "pistola scanner" o anche dallo smartphone, restituisce tutte le informazioni che servono (nella fattispecie, alla fatturazione elettronica.
Esempio: fate degli acquisti (materiale di cancelleria, servizi vari, carburante, ecc.) e volete la fattura elettronica, basterà mostrare il QR Code personale e colui il quale dovrà emettere la fattura si ritroverà automaticamente tutti i vostri dati all'interno del programma che utilizza per la gestione della fatturazione elettronica.
Il QR Code si trova all'interno della pagina "Servizi Disponibili" (sempre sul sito della Agenzia delle Entrate - Fatturazione Elettronica) e basta scaricarlo e poi stamparlo, e portarselo con sè, o salvarlo sullo smartphone e mostrarlo all'occorrenza.
Qui sotto la schermata relativa a come ottenere il QR Code.


... domani continua ...

Nessun commento:

Posta un commento