Passa ai contenuti principali

"Lettera" sul gasolio agricolo

Venerdì mattina ho pubblicato un post su "gasolio agricolo dove sei che non ti vedo".
Oggi pubblico una lunga email ricevuta dal collega dott. agr. Francesco Ferrotti, comprensiva di foto.


Buona giornata a tutti quanti

Sono Francesco Ferrotti, l'agricoltore siciliano che ha scritto e parlato con Corrado Vigo della vicenda che ieri ha riportato sul suo blog e tanto trambusto sembra avere creato.

Queste righe per raccontare esattamente la vicenda per come io l'ho vissuta almeno, successivamente se riuscirò a spiegarmi eviterò di commentare oltre perché francamente non ho altro tempo da perdere
sulla questione...me ne hanno già fatto perdere anche troppo. In campagna si lavora e si parla poco, scrivo giusto ogni tanto su un blog nei ritagli di tempo, più spesso quando piove...come sa chi mi conosce.

Tornando alla vicenda...dunque se non erro dalle mie ricostruzioni (è passato più di un mese) giorno 13 marzo mi sono recato presso la condotta Agraria di S. Cipirrello (PA) per inoltrare la mia domanda di assegnazione gasolio agricolo per l'anno solare 2020.

Considerando le prime restrizioni COVID in atto, il personale della condotta fu molto gentile ad accogliermi provvedendo anche a effettuare una fotocopia del mio documento di identità che non avevo in quel momento. Storicamente la condotta di San Cipirrello la ho sempre giudicata tra le più efficienti con le quali ho avuto a che fare in Sicilia e non sono state poche.

Compilai la domanda e la consegnai previo rapido controllo del personale presente. Mi si disse di richiamare dopo 10-15 giorni. Dopo 10 giorni vista l'importanza che per me comporta il gasolio agricolo (sono una azienda individuale ultrameccanizzata a seminativo) chiamai la condotta e mi dissero di attendere ancora qualche altro giorno considerando anche le difficoltà oggettive a causa del virus...mi sembrò del tutto plausibile dato anche che mi invitarono a richiamare dopo qualche giorno...e così feci...soltanto che ogni volta che chiamavo la risposta era più o meno la stessa..."l'addetta si è portata il mio libretto a casa...ma tranquillo io avrei avuto il mio libretto...e cosi via per 20 giorni circa...la faccio breve...due giorni fa giovedì 16 Aprile di fronte all'ennesimo: "il suo libretto è a casa della signora addetta...e ci manca il toner....poi comunque deve andare a Palermo per la firma....richiami martedì"...non ci ho visto più...mi sono sentito preso in giro...ed il gasolio agricolo per me è vitale perchè in mancanza di esso sono fermo....così ho dichiarato alla persona che mi ha risposto, tale sig. Messina (apparentemente comunque amichevole), papale papale che se non avessi avuto in mano qualcosa entro martedì avrei presentato un esposto alla procura.

Dopo un primo momento di incertezza il Messina mi disse che ora avrebbe visto lui, telefonato, accertato, visionato e quant'altro...mi avrebbe richiamato...bene.

Nel frattempo io temendo l'ennesima presa in giro e/o perdita di tempo segnalavo la questione al mitico Corrado Vigo, autore del blog omonimo che io ho sempre seguito...lui si mostrava sensibile alla questione e mi prometteva di pubblicare la questione sul blog...io rincarai la dose chiedendogli che fosse fatto il mio nome ed il malfunzionamento della condotta di San Cipirrello...inoltre segnalai cattivi funzionamenti che mi erano stati segnalati da colleghi della zona a Partinico e Palermo...per quanto riguarda Palermo, posso sicuramente dirvi che l'azienda Agosta ha presentato domanda via Pec qualche tempo fa ed ancora non ha ottenuto nessuna risposta (sono stato autorizzato da Vincenzo Agosta a citarlo)...e l'azienda Agosta non è una piccola azienda ai margini del sistema come la mia, ma una azienda ben strutturata seguita da Confagricoltura che dovrebbe essere fiore all'occhiello dell'agricoltura siciliana. Vedi link feudo Mondello http://www.feudomondello.it/

Dunque il mio sospetto era che non stessero soltanto bloccando me, noto rompiscatole, ma anche tanti altri piccoli colleghi senza voce e tante importanti grosse aziende della zona.

Neanche il tempo di finire di parlare con Vigo che dalla condotta mi chiamano dicendo che giorno 20 lunedì il mio libretto sarebbe stato pronto e potevo venire a ritirarlo previa telefonata...ottimo ho pensato...basta fare la voce grossa per far funzionare la PA...così ho comunicato a Vigo la nuova situazione, ma anche di non recedere sulla pubblicazione del post...perché sapevo che tanti altri erano bloccati.

Il giorno seguente alle 7 del mattino circa di venerdì 17  Corrado Vigo pubblica il post con la vicenda raccontata in maniera sintetica ma corretta sostanzialmente senza però mettere il mio nome sul suo blog come da me espressamente richiesto:

https://corvigo.blogspot.com/2020/04/gasolio-agricolo-dove-sei-che-non-ti.html

Ero contento indubbiamente e lo ringraziai...poi incredibilmente mentre ero al supermercato a fare la spesa alle 8:30 circa mi chiama il sig. Messina dalla condotta...venga in ufficio che il suo libretto è pronto....grazie Sig. Messina rispondo.


Fatte la mia spesa ed altre piccole faccende agricole a Partinico mi recai a S.Cipirrello presso la condotta verso le 10...suonai al citofono...rispose un signore distinto dal balcone...ad occhio un funzionario....sono Ferrotti....ah sì rispose lui "le scendo immediatamente il libretto UMA"...scese me lo consegno senza fare commenti in tutta normalità...lo ringraziai e me ne andai.

Morale della favola in meno di 24 ore con una semplice minaccia di esposto alla procura e pubblicazione di una piccola parte della vicenda su un blog, avevo in mano il mio libretto "rinnovato" con la mia assegnazione di cui allego immagini e documento.

Il mio caso è risolto, però non sarebbe male se la Pubblica Amministrazione Regionale rivolgesse un minimo dell'attenzione che gioco forza è stata costretta a rivolgere a me anche alle centinaia di colleghi che sono sicuro si trovano davanti un muro di gomma e sono costretti a rallentare o limitare l'attività agricola in un momento di emergenza nazionale.

Speriamo che chi abbia orecchie per intendere intenda.

Commenti