Passa ai contenuti principali

La vaccinazione anti-covid, 3° puntata

Quel ragazzo lagnoso, come scrivevo ieri, mi manda al "corridoio B", dove ricomincio la fila, per fortuna di 6/7 persone solamente.
Nel frattempo quel ragazzo lagnoso, però, esce un pacchetto ed inizia a mangiare un cornetto ... e questo era il suo "da fare", giusto, lecito, sacrosanto, ma almeno mi avesse detto la verità...
Quinto controllo: arrivato, finalmente il mio turno una signorina verifica la documentazione, un'altra volta quindi, e mi scrive sul foglio di accettazione "corridoio A".
Ritorno al "corridoio A" e ricomincio la fila.
Aspetto ancora e il mio numero in fila ricomincia da quattro (4), mentre sarei già dovuto entrare se non ci fosse stata la pausa colazione di quel ragazzo lagnoso, che nel frattempo era uscito dalla sua postazione ed andava ciondolando per il corridoio A.
Lentamente, ma molto lentamente, le persone in fila prima di me vengono chiamate per l'incontro/discussione con il medico.

Aspetto ancora e, arrivato il mio turno, non si vede nessuno, ma nel frattempo dietro di me 12/13 persone ad attendere.
"All'orizzonte", poi, si vede un uomo con il camice, che cammina nel "corridoio A" verso l'ingresso del corridoio stesso. Alla distanza di 5/6 metri mi dice "dovete parlare con il medico?". Ed Io "si". E lui "si accomodi".
Sesto controllo: il dottore mi fa accomodare in uno stanzino, si siede e comincia a leggere i documenti che avevo portato, cioè quei moduli scaricati da internet ed integrati all'ingresso.
Ad un certo punto mi dice "possiamo fare solo il vaccino AstraZeneca", ed io "Pfizer o Moderna no, visto ch il medico di base ha indicato nella scheda che ho ipertensione?".
E lui "l'ipertensione verrà riconosciuta solo dalla prossima settimana, ma oggi possiamo farle solo AstraZeneca e secondo me lei può farlo benissimo per quello che leggo e che mi dice".
Io resto un pò in silenzio e dico "ma non posso proprio fare Pfizer o Moderna?"

E lui "no, ma se vuole può rinunziare e ritorna. Le posso dire che non abbiamo riscontato casi con problematiche alla sua età, comunque decide lei serenamente".
Io sto un pò a pensare, ma proprio qualche secondo e dico "e va bene, facciamo AstraZeneca, perchè qui se non ci vacciniamo non finisce più".
Il dottore, che era molto gentile, scrive e firma sui moduli l'ok per il vaccino AstraZeneca e mi invita a sedermi in corridoio un pò più avanti, dove alcune infermiere mi avrebbero fatto il vaccino.

... domani continua ...

Commenti