Passa ai contenuti principali

E l'Etna non dà tregua


Non c'è giorno che l'Etna non si "metta in moto" per sparare lapilli, cenere e ... disagi a tutti noi che abitiamo alle falde del vulcano.
Ormai questo "spettacolo" dura da quasi un anno, dapprima con parossismi ogni 10/15 giorni, ma adesso una o più volte al giorno.
Anche ieri, ahimè, una immensa nube di cenere si è alzata in aria per chilometri, ed è ricaduta sui paesi, ormai ricoperti da uno strato di cenere, con i disagi ed i danni che chi non abita qui non può immaginare nemmeno da lontano.
E per caso abbiamo avuto qualche "stato di emergenza?". Niente affatto. Il nulla. Al solito.
E mi viene in mente la lunga emissione di cenere del 2002 ... quando i danni all'agricoltura furono immensi, ma nessuno venne risarcito, come se non fosse successo nulla.
Nel frattempo 70 parlamentari regionali occupano gli scranni, anche loro ... come se non succedesse nulla!





 

Commenti