Passa ai contenuti principali

prezzo, dia e tracciabilità

Forse come titolo avrei dovuto scrivere "il prezzo lo fate voi".
Alla faccia della D.I.A., della traccibilità, della trasparenza dei prezzi.
Qui non c'è nulla.
Se volete questi prodotti li comprate "alla cieca", altrimenti ... nisba!

Commenti

  1. Nei mercatini rionali è sempre così, caro il mio Vigo!
    Nonostante ciò fai bene a far vedere che tutte le norme vengono disattese.

    RispondiElimina
  2. vorrei sapere se negli altri paesi vigono leggi identiche alle nostre in merito alla tracciabilità del prodotto venduto.Ad esempio per un lattughino il nostro verduraio deve mettere e indicare dove l'ha comprato?

    RispondiElimina
  3. quindi non mi sapete dire quanto costa un BASTARDO? (dicasi bastardo, termine dialettale catanese, che sta ad indicare il cavolfiore).

    E poi scusate, esiste una motivazione scientifica che giustifica ampiamente, il fatto che non viene riportato il prezzo del cavolfiore, e cioè per non togliere il piacere al cliente che avvicinandosi chiede urlando: ou a quantu su i bast....ddi!!??

    anche questa è arte (catanese, unica al mondo)

    RispondiElimina
  4. E si funziona cosi, niente prezzi, ma al contrario di quanto si pensi il prezzo lo fa il cliente..nel senso che il verduraio ti squadra da capo a piedi e a seconda del tipo che sei.. se sei del quartiere, un cliente fisso. ti cuce un prezzo addosso.
    E' uno di quei casi in cui la cura della persona e il look possono avere effetti controproducenti.

    Il 99,98% dei verdurai compra esclusivamente al mercato ortofrutticolo. La lattuga in particolare, prodotto venduto all'ingrosso a un prezzo talmente basso che non permette la presenza ne della cassetta nuova ne del cartellino con le varie informazioni, viene per lo piu da adrano o siracusa.

    RispondiElimina
  5. Vuoi sapere i prezzi in tempo reale,invia un sms gratuito al 47947 e potrai avere - giornalmente - i prezzi medi di piu' di 80 prodotti (ortaggi, frutta, carne, pesce, latticini ed altri ) istantaneamente e ripeto gratis.

    Semplice !

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Acconto PAC 2019

Ci risiamo. E' già iniziato il conto alla rovescia per l'acconto PAC 2019. Arriva, non arriva, è l'importo giusto, non lo è. Insomma, ogni anno la stessa storia, e gli stessi commenti da parte dei lettori del blog. E per questo ho voluto scrivere questo post, per dare la possibilità di inserire commenti, che nei precedenti post sono diventati ormai troppi, e viene difficile anche scrivere.

Saldo PAC e saldo "bio" e la "patrimoniale a rate"

Ogni tanto una buona notizia: nei conti correnti degli agricoltori stanno arrivando i saldi del premio PAC 2019. Ma nei conti correnti degli agricoltori siciliani, poi, stanno arrivando pure i soldi del "bio". Controllate, quindi, i conti correnti, e li vedrete "arricchiti" di quanto vi spetta. Nota dolente, ahimè: da un lato si riceve, e dell'altro si dà. Giorno 16 dicembre, infatti c'è l'IMU da pagare, "la patrimoniale a rate" ... da pagare ogni anno ... una tassa calcolata su estimi catastali incoerenti ... e che a nessuno interessa rettificare, tanto meno ai Sindaci dei comuni ... che traggono da questa tassa patrimoniale il loro maggiore sostentamento ...

In attesa del saldo PAC 2018

I post del blog più letti e più commentati? Quelli del saldo PAC, ogni anno; da sempre. Eppure, nonostante le rassicurazioni di AGEA, ci sono moltissimi che continuano a scrivere che non hanno ricevuto nemmeno l'acconto di novembre. Entro il 30 giugno, però, AGEA deve completare i pagamenti.