Passa ai contenuti principali

recessione

Andate nei supermercati?
Quanti carrelli come quello che vedete incontrate?
Quasi tutti. E allora dov'è la recessione? Dov'è la "riduzione della spesa"?
Io vedo sempre, o quasi sempre, carrelli stracolmi.
Nembo Kid illuminami tu!

Commenti

  1. Io rimango sbigottito quando, nei megastore dell'elettronica, vedo file di persone stracolme di pacchi sia alla cassa per pagare, ma soprattutto ai banchi finanziari per sottoscrivere le rate!!!

    RispondiElimina
  2. Il bello viene dopo, quanto viene il famoso giorno della seconda rata da pagare, da quel momento sono cavoli amari, perchè nel mentre abbiamo comprato, comprato,......., tanto si paga con la carta prepagata con TAEG elevati, dopo di che .............. viene il portalettere che ti consegna una busta verde speranza che di speranza nulla ha!!!!!!

    RispondiElimina
  3. Però si inzia a pagare a gennaio 2009. Comodo.

    RispondiElimina
  4. Questo è un fenomeno normale. Nei periodi di crisi si tende ad acquistare i prodotti in offerta (che poi offerta al 99% delle volte non è ) in maniera impulsiva e in quantità sconsiderata.
    E questo è un meccanismo che i marketing manager degli iperstore conoscono bene, se andate in questi posti fate attenzione alla miriade di messaggi di offerte colorate che troverete. Ed il risparmio muore

    RispondiElimina
  5. spesso quei carrelli vengono pagati con la pensione della nonna. E le rateazioni attingono alla stessa fonte: la pensione INPS della nonna. Sapevate poi che le banche o le finanziarie più spericolate e audaci hanno avuto il coraggio di pignorare la pensione INPS? E saperte perchè? perchè il richiedente il finanziamento ha offerto in garenzia la pensione della nonna.Quel carrello, quindi, può esser pieno di soldini della nonna.

    RispondiElimina
  6. I nipoti come minimo sono stronzi, perchè non solo a volte fanno pignorare la pensione alla nonna, ma anche la casa, quando questa è minima, sopratutto nei casi in cui il finanziamento o peggio il mutuo è di un certo valore.
    I nipoti quasi sempre vogliono bene tanto alle nonne, chissa perchè?

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Acconto PAC 2019

Ci risiamo. E' già iniziato il conto alla rovescia per l'acconto PAC 2019. Arriva, non arriva, è l'importo giusto, non lo è. Insomma, ogni anno la stessa storia, e gli stessi commenti da parte dei lettori del blog. E per questo ho voluto scrivere questo post, per dare la possibilità di inserire commenti, che nei precedenti post sono diventati ormai troppi, e viene difficile anche scrivere.

In attesa del saldo PAC 2018

I post del blog più letti e più commentati? Quelli del saldo PAC, ogni anno; da sempre. Eppure, nonostante le rassicurazioni di AGEA, ci sono moltissimi che continuano a scrivere che non hanno ricevuto nemmeno l'acconto di novembre. Entro il 30 giugno, però, AGEA deve completare i pagamenti.

Saldo PAC e saldo "bio" e la "patrimoniale a rate"

Ogni tanto una buona notizia: nei conti correnti degli agricoltori stanno arrivando i saldi del premio PAC 2019. Ma nei conti correnti degli agricoltori siciliani, poi, stanno arrivando pure i soldi del "bio". Controllate, quindi, i conti correnti, e li vedrete "arricchiti" di quanto vi spetta. Nota dolente, ahimè: da un lato si riceve, e dell'altro si dà. Giorno 16 dicembre, infatti c'è l'IMU da pagare, "la patrimoniale a rate" ... da pagare ogni anno ... una tassa calcolata su estimi catastali incoerenti ... e che a nessuno interessa rettificare, tanto meno ai Sindaci dei comuni ... che traggono da questa tassa patrimoniale il loro maggiore sostentamento ...