Passa ai contenuti principali

Situazioni pericolose: la risposta

L'ing. Giuseppe Biondi, vice-Sindaco del comune di Centuripe (EN), città dove avevo scattato la foto che ho mostrato ieri, il 28 ottobre mi aveva scritto, indicandomi che il comune aveva già intrapreso opere di consolidamento della zona oggetto dell'inizio dell frana. Ieri l'ing. Biondi mi ha inviato queste foto che vi mostro. Ogni tanto un disastro potrà essere evitato.

Commenti

  1. devo riferire con sincerità sull'argomento: il Sindaco di Centuripe rispose alla mia telefonata in diretta con un tono non proprio felice. Mi chiese dove avevo appreso la notizia e chi aveva fatto le foto.E' grave tuttavia che la costruzione sia stata autorizzata su un terreno franoso.Che poi siano state eseguite opere di consolidamento è una notizia buona ma che lascia tanti subbi sulla correttezza degli uffici tecnici.Il geologo cosa aveva scritto nella relazione allegata al progetto di quelle ignobili casacce?

    RispondiElimina
  2. ho dimenticato di inserire il mio nome nel posto che mi precede. Ho telefonato al Sindaco di Centuripe non appena ho visto le foto che avevi scattato dell'edificio su quel picco di argilla.Ben per lui che è intervenuto. Tuttavia ti dovrebbe dare un piccolo premio come del resto è norma ai giorni nostri.

    RispondiElimina
  3. Da premiare dunque anche la spontaneità del gesto. Che bella la Sicilia! Tutti amici, tutti a darsi una mano quando ce n'è di bisogno. Vuoi il palazzo, e fai il palazzo. Quanti piani lo facciamo assessore? Ma 5, 6, 7, otto piani, chi min... ni ni futti! Ma poi gli aerei da dove passano? E chi min... ni sacciu! Facessero una deviazione alla variante dell'aeroporto!

    RispondiElimina
  4. devi pubblicare la faccia di RAINMAN. E' importante per ridere sui suoi commenti.Per quel palazzo di Centuripe denunzierei non solo mil Sindaco ma tutto l'ufficio tecnico.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Acconto PAC 2019

Ci risiamo. E' già iniziato il conto alla rovescia per l'acconto PAC 2019. Arriva, non arriva, è l'importo giusto, non lo è. Insomma, ogni anno la stessa storia, e gli stessi commenti da parte dei lettori del blog. E per questo ho voluto scrivere questo post, per dare la possibilità di inserire commenti, che nei precedenti post sono diventati ormai troppi, e viene difficile anche scrivere.

In attesa del saldo PAC 2018

I post del blog più letti e più commentati? Quelli del saldo PAC, ogni anno; da sempre. Eppure, nonostante le rassicurazioni di AGEA, ci sono moltissimi che continuano a scrivere che non hanno ricevuto nemmeno l'acconto di novembre. Entro il 30 giugno, però, AGEA deve completare i pagamenti.

Saldo PAC e saldo "bio" e la "patrimoniale a rate"

Ogni tanto una buona notizia: nei conti correnti degli agricoltori stanno arrivando i saldi del premio PAC 2019. Ma nei conti correnti degli agricoltori siciliani, poi, stanno arrivando pure i soldi del "bio". Controllate, quindi, i conti correnti, e li vedrete "arricchiti" di quanto vi spetta. Nota dolente, ahimè: da un lato si riceve, e dell'altro si dà. Giorno 16 dicembre, infatti c'è l'IMU da pagare, "la patrimoniale a rate" ... da pagare ogni anno ... una tassa calcolata su estimi catastali incoerenti ... e che a nessuno interessa rettificare, tanto meno ai Sindaci dei comuni ... che traggono da questa tassa patrimoniale il loro maggiore sostentamento ...