giovedì 7 giugno 2012

Le barriere fitosanitarie 7°

Nei giorni scorsi ho fatto un piccolo "amarcord" su alcuni degli insetti e altri agenti patogeni che sono stati introdotti nel nostro paese a causa dell'abbattimento sfrenato ed ingiustificato delle barriere fitosanitarie.
Sono stati creati, a causa dell'introduzione di questi insetti o patogeni, danni immensi non solo alle economie locali, ma anche al patrimonio vegetale, come ad esempio agli impianti arborei con la Tristezza degli Agrumi (di cui si parla,m a non si interviene con efficacia), con il Cinipide Galligeno dei Catstagni, o come tutti quegli insetti che hanno fatto sì che oltre al danno economico sui frutti ne scaturisse un altro: il costo della lotta antiparassitaria, come se già i costi elevati di conduzione non facessero "tanto danno"!
E se tutto ciò fosse un disegno ... dei paesi che producono a prezzi stracciati per impadronirsi dei mercati di consumo, o di qualche casa produttrice di antiparassitari per ... aumentare le vendite dei loro prodotti?
E' come se un limonicoltore della zona Jonica portasse con sè dei rametti infetti da "malsecco" e ... li distribuisse in Spagna, in Marocco, o in altre nazioni ... per far sì che anche questi paesi abbiano quel fungo tanto dannoso che, invece, ancora non hanno!
C'è da pensarci davvero: non tutti i mali ... arrivano da soli ... spesso sono "accompagnati" o "spediti" appositamente ... 

2 commenti:

  1. Mi stai diventando complottista anche tu?! :)

    RispondiElimina
  2. "A pensar male si fa peccato ma non si sbaglia quasi mai". (G.Andreotti)

    RispondiElimina