Passa ai contenuti principali

Guai per l'agrumicoltura Californiana


Ieri su Twitter ha fatto il giro del mondo questa fotografia, relativa ad un agrumeto Californiano, di Lindsay.
Il tweet era questo "Thousands of dead orange trees in Lindsay, CA. No rain, no water, no fruit. #drought coverage", cioè migliaia di alberi di arancio morti a Lindsay, niente pioggia, niente acqua, niente frutta.
Ecco cosa succede con la siccità ... anche noi ... ci siamo quasi ...

E chi volesse vedere la realtà agrumicola di Lindsay, può cliccare su questo link:

Commenti

  1. La Comunità Europea intanto aiuta gli agricoltori che sanno come chiedere gli interventi......" Sono state annunciate ieri, 18 agosto 2014, misure eccezionali a sostegno del settore ortofrutticolo comunitario, a seguito della situazione di mercato resa difficile da vari fattori, comprese le recenti restrizioni russe all'importazione di prodotti agricoli dall'UE.

    I prodotti interessati dalle misure eccezionali sono i seguenti: pomodori, carote, cavolo bianco, peperoni, cavolfiori, cetrioli e cetriolini, funghi, mele, pere, frutti rossi, uva da tavola e kiwi. Tutti questi prodotti sono in piena stagione, con nessun mercato alternativo immediatamente disponibile.

    Il Commissario europeo per l'Agricoltura e lo Sviluppo Rurale, Dacian Ciolos, ha dichiarato: "Con effetto da oggi (18 agosto 2014, ndr), sto utilizzando le misure della PAC-Politica Agricola Comunitaria per l'emergenza, al fine di ridurre complessivamente la fornitura di un certo numero di prodotti ortofrutticoli sul mercato europeo. Tutti gli agricoltori dei prodotti in questione – sia in organizzazioni di produttori che non – saranno ammessi a queste misure di sostegno del mercato, se opportuno. Agire presto fornirà un supporto efficace per il prezzo pagato ai produttori."

    Le misure eccezionali annunciate comprendono i ritiri dal mercato soprattutto per la distribuzione gratuita, il risarcimento per mancata raccolta e raccolta anticipata. Le misure avranno un effetto a decorrere dal 18 agosto: in altre parole, tutti i volumi prelevati da ieri in poi saranno già oggetto di queste misure supplementari, soggette ai controlli necessari. Tali misure si applicano fino alla fine di novembre con un budget previsto di 125 milioni di Euro.

    Alla nota diffusa in mattinata dall'Esecutivo UE sugli aiuti al comparto agricolo europeo, Paolo De Castro, coordinatore S&D della Commissione Agricoltura e sviluppo rurale dell'Europarlamento, ha commentato: "Le misure annunciate dalla Commissione UE a sostegno del settore ortofrutticolo sembrano andare nella giusta direzione. Adesso è importante conoscere le modalità esatte di applicazione delle misure. I contatti con governo e Parlamento europeo sono costanti e intraprenderemo azioni congiunte qualora le iniziative della Commissione UE dovessero rivelarsi inefficaci."

    Domani riunione operativa al Mipaaf
    Nel frattempo, il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (Mipaaf) comunica che è convocata per domani, mercoledì 20 agosto 2014, la riunione operativa sul settore ortofrutticolo per fare il punto sulla situazione, alla luce dei provvedimenti assunti dall'Unione Europea.

    "Le misure annunciate dalla Commissione in queste ore – dichiara il Ministro Maurizio Martina - interesseranno anche diverse filiere italiane: dalle mele alle pere, dall'uva ai kiwi, ai pomodori. Si tratta ora di capire bene modalità e tempistiche per fornire tutte le informazioni utili alle imprese".

    Parallelamente continua l'impegno del Mipaaf sul versante delle pesche e nettarine per misure forti di sostegno. "

    RispondiElimina
  2. E gli agrumi stanno a guardare, non tutte la via portano a Bruxelles e neanche a Bronte

    RispondiElimina
  3. Da quanto si evince dal buon commento del signor Edoardo, non essendo in stagione agrumicola, come pleonastico far notare, tali frutti non vengono neanche presi in considerazione, come se quanto abbiamo e stiamo patendo dalla trascorsa stagione sia solo un nostro problema o che tutto appartenga ad un passato remoto. Speriamo solo che queste misure creino un precedente a cui riferirsi nel caso in cui si ripresentasse la drammatica situazione di mercato appena passata. Sempre che per allora qualcuno si svegli dal letargo e si attivi per richiedere ulteriori stanziamenti in quanto quasi sicuramente di quelli ora stanziati non rimarrà sugo da leccare in fondo alla pentola.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Acconto PAC 2019

Ci risiamo. E' già iniziato il conto alla rovescia per l'acconto PAC 2019. Arriva, non arriva, è l'importo giusto, non lo è. Insomma, ogni anno la stessa storia, e gli stessi commenti da parte dei lettori del blog. E per questo ho voluto scrivere questo post, per dare la possibilità di inserire commenti, che nei precedenti post sono diventati ormai troppi, e viene difficile anche scrivere.

Saldo PAC e saldo "bio" e la "patrimoniale a rate"

Ogni tanto una buona notizia: nei conti correnti degli agricoltori stanno arrivando i saldi del premio PAC 2019. Ma nei conti correnti degli agricoltori siciliani, poi, stanno arrivando pure i soldi del "bio". Controllate, quindi, i conti correnti, e li vedrete "arricchiti" di quanto vi spetta. Nota dolente, ahimè: da un lato si riceve, e dell'altro si dà. Giorno 16 dicembre, infatti c'è l'IMU da pagare, "la patrimoniale a rate" ... da pagare ogni anno ... una tassa calcolata su estimi catastali incoerenti ... e che a nessuno interessa rettificare, tanto meno ai Sindaci dei comuni ... che traggono da questa tassa patrimoniale il loro maggiore sostentamento ...

In attesa del saldo PAC 2018

I post del blog più letti e più commentati? Quelli del saldo PAC, ogni anno; da sempre. Eppure, nonostante le rassicurazioni di AGEA, ci sono moltissimi che continuano a scrivere che non hanno ricevuto nemmeno l'acconto di novembre. Entro il 30 giugno, però, AGEA deve completare i pagamenti.