Passa ai contenuti principali

Le "mezze gallerie"

Quando venne inaugurato il tratto dell'autostrada Catania -Siracusa, quello che collegava Catania con Augusta, venne enfatizzata, e a ragione, che questa tratta era all'avanguardia "in Europa" per caratteristiche di sicurezza.
Adesso ... le gallerie ... sono "a metà" illuminate, altre "a metà" percorribili ... in pochi anni ... e molti tratti sono percorribili con deviazioni, senza che nessuno da mesi lavori nelle zone interdette al traffico.
Europa dove sei che non ti vedo?

Commenti

  1. Siamo persi

    RispondiElimina
  2. Come tutte le cose fatte da noi, generalmente incompiute, ma se per pura fortuna lo sono poi vengono abbandonate al loro destino. Sono in UK per approfondire il mio inglese, leggo ci\'f2 che accade nel nostro paese, le discussioni inutili, l'assoluta inerzia nel volere risolvere i problemi. Vedo quello che c'\'e8 qui, i servizi, il rispetto dei tempi, la vita scorre tranquilla, tutto funziona, tutto \'e8 pulito, tutti hanno rispetto per gli spazi comuni e mi chiedo.... Ma dove c.......vivo. CP

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Errante Dr. Platania io le suggerirei di sostituire nel suo commento il "dove" con il "con chi" per evitare di adirare alcuni frequentatori del blog, compreso il sottoscritto. Perché non c'entra niente la nostra splendida terra unica ed invidiabile, ma di sicuro sono artefici di tante squallide situazioni gran parte delle persone che la abitano e la governano. Quelle stesse che appena oltrepassano le alpi subiscono una metamorfosi, mutando radicalmente stile di vita, e ancor peggio criticano e rinnegano il paese che gli ha dato i natali senza rendersi conto che in gran parte sono colpevoli del degrado in cui lo hanno lasciato.

      Elimina
    2. ha perfettamente ragione, la nostra terra non c'entra nulla

      Elimina
  3. Non intendevo certamente far adirare nessuno, me ne guarderei bene. Se si è sentito toccato mi dispiace. La mia era solo una considerazione fatta ad alta voce, quanto alla meraviglia della nostra terra, mi creda, ne sono perfettamente cosciente.
    Starò più attento la prossima volta nell'uso degli avverbi, delle preposizioni e dei pronomi!!!
    Francesco Platania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Egregio Dr. Platania non me ne faccia una colpa! Lungi da me l'idea di farle lezioni di grammatica italiana (ci fosse chi le facesse a me!). Purtroppo quando sento parlare male, anche per un fraintendimento , della mia già martoriata terra, chiedo conto e ragione chiunque esso sia, specie se é siciliano. E a maggior ragione mi turbo quando "l'ingiuria" proviene da una persona che reputo colta ed erudita.
      Francesco Castiglia.

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Acconto PAC 2019

Ci risiamo. E' già iniziato il conto alla rovescia per l'acconto PAC 2019. Arriva, non arriva, è l'importo giusto, non lo è. Insomma, ogni anno la stessa storia, e gli stessi commenti da parte dei lettori del blog. E per questo ho voluto scrivere questo post, per dare la possibilità di inserire commenti, che nei precedenti post sono diventati ormai troppi, e viene difficile anche scrivere.

Saldo PAC e saldo "bio" e la "patrimoniale a rate"

Ogni tanto una buona notizia: nei conti correnti degli agricoltori stanno arrivando i saldi del premio PAC 2019. Ma nei conti correnti degli agricoltori siciliani, poi, stanno arrivando pure i soldi del "bio". Controllate, quindi, i conti correnti, e li vedrete "arricchiti" di quanto vi spetta. Nota dolente, ahimè: da un lato si riceve, e dell'altro si dà. Giorno 16 dicembre, infatti c'è l'IMU da pagare, "la patrimoniale a rate" ... da pagare ogni anno ... una tassa calcolata su estimi catastali incoerenti ... e che a nessuno interessa rettificare, tanto meno ai Sindaci dei comuni ... che traggono da questa tassa patrimoniale il loro maggiore sostentamento ...

In attesa del saldo PAC 2018

I post del blog più letti e più commentati? Quelli del saldo PAC, ogni anno; da sempre. Eppure, nonostante le rassicurazioni di AGEA, ci sono moltissimi che continuano a scrivere che non hanno ricevuto nemmeno l'acconto di novembre. Entro il 30 giugno, però, AGEA deve completare i pagamenti.