Passa ai contenuti principali

Addio frutteti?

Riporto un link di Agronotizie di un articolo che mette in luce le problematiche della sovraproduzione della frutticoltura italiana:
clicca qui

Nell'articolo si indica una riduzione delle superfici complessive da 426 mila a 286 mila ettari.

Secondo la Coldiretti "Il disboscamento delle campagne italiane è il risultato - spiega la Coldiretti - di una vera invasione di frutta straniera con le importazioni che negli ultimi 15 anni sono aumentate del 37 per cento ed hanno quasi raggiunto i 2,1 miliardi di chili ma anche di un progressiva riduzione dei consumi da parte delle famiglie."

Commenti

  1. Leggendo l’articolo pubblicato su Agronotizie, si capisce bene che tutti i menzionati nell’articolo, hanno compreso bene la “malattia” e gli effetti che sta avendo sul territorio, ma nessuno ha il coraggio o le capacità di propinare una cura.
    Una cosa è certa…..
    NON SI PUÒ PRODURRE A COSTI EUROPEI E COMPETERE SUL MERCATO CON I PREZZI DEI PAESI EMERGENTI.
    Ogni “agricoltore puro” di mente sana, prima o poi, abbandona tutto e cambia mestiere.

    RispondiElimina
  2. Leggevo proprio in questi giorni che c'è stato un sorpasso nella spesa. Adesso si spende più per la frutta che per la carne. Ma se il consumo di frutta è anche diminuito vuol dire che quello della carne è crollato?
    Saranno più deperiti gli italiani in crisi o queste statistiche hanno la stessa validità del Quantum sul consumo di carburante?!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Acconto PAC 2019

Ci risiamo. E' già iniziato il conto alla rovescia per l'acconto PAC 2019. Arriva, non arriva, è l'importo giusto, non lo è. Insomma, ogni anno la stessa storia, e gli stessi commenti da parte dei lettori del blog. E per questo ho voluto scrivere questo post, per dare la possibilità di inserire commenti, che nei precedenti post sono diventati ormai troppi, e viene difficile anche scrivere.

In attesa del saldo PAC 2018

I post del blog più letti e più commentati? Quelli del saldo PAC, ogni anno; da sempre. Eppure, nonostante le rassicurazioni di AGEA, ci sono moltissimi che continuano a scrivere che non hanno ricevuto nemmeno l'acconto di novembre. Entro il 30 giugno, però, AGEA deve completare i pagamenti.

Saldo PAC e saldo "bio" e la "patrimoniale a rate"

Ogni tanto una buona notizia: nei conti correnti degli agricoltori stanno arrivando i saldi del premio PAC 2019. Ma nei conti correnti degli agricoltori siciliani, poi, stanno arrivando pure i soldi del "bio". Controllate, quindi, i conti correnti, e li vedrete "arricchiti" di quanto vi spetta. Nota dolente, ahimè: da un lato si riceve, e dell'altro si dà. Giorno 16 dicembre, infatti c'è l'IMU da pagare, "la patrimoniale a rate" ... da pagare ogni anno ... una tassa calcolata su estimi catastali incoerenti ... e che a nessuno interessa rettificare, tanto meno ai Sindaci dei comuni ... che traggono da questa tassa patrimoniale il loro maggiore sostentamento ...