domenica 5 giugno 2016

La tassa sullo zucchero

Fra le tasse "di tutti i tipi" si annovera anche la tassa di produzione dello zucchero, che è disciplinata dal Regolamento (UE) n. 1308/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013.
Il comma 1° dell'art. 128 del suddetto regolamento dispone che ogni Stato versi all'Unione Europea una tassa relativa alla produzione delle "quote zucchero", quote che vengono detenute dalle aziende che lo producono.
La tassa è pari ad  € 12,00 per tonnellata; sembra poco, ma vediamo i "numeri".
In Italia tre sono le imprese produttrici di zucchero, ed a queste è stata assegnata una quota di produzione annua:
- Eridania Sadam: quota di produzione assegnata 140.000 tonnellate
- Zuccherificio del Molise: quota di produzione assegnata 84.326,00 tonnellate
- CO.PRO.B./Italia Zuccheri: quota di produzione assegnata 284.053,00 tonnellate

Ebbene, moltiplicando i numeri sopra descritti ecco che la tassa incide così:
- Eridania Sadam: € 1.680.000,00
- Zuccherificio del Molise: € 1.011.912,00
- CO.PRO.B./Italia Zuccheri:  € 3.408.636,00

Complessivamente, quindi, l'Unione Europea incassa dalla tassa di produzione dello zucchero la "modesta" cifra di 6.100.548,00 euro (11.812.308.076 delle vecchie lire).

1 commento:

  1. Per me un'amara sorpresa la tassa sullo zucchero. Ma, anche quando ci possono sembrare alte le cifre, sono nulla in confronto a quanto la comunità spende per far fronte ai danni che produce l'abuso di questa sostanza; per qualcuno dannosa al pari del tabacco.

    RispondiElimina