venerdì 28 aprile 2017

PAI vs WebPSA

Mi sono "passato un capriccio": ho inserito i medesimi dati inseriti due volte per il bando settimino (Bilancio semplificato CREA + WebPSA) nel "vecchio" PAI del PSR 2007/2013, quel PAI costato quanto una Rolls Royce, e che altro non era che un documento di Access, e con il quale abbiamo elaborato i bilanci aziendali ante e post investimento, e sempre grazie al quale i progetti sono stati finanziati ...
Ebbene ... i risultati che escono fuori dal PAI sono diversi da quelli che escono dalla "accoppiata vincente CREA", scelta dall'Amministrazione regionale per questa programmazione in essere.
E non sono solo diversi i risultati degli "indici", ma anche i dati economici ... tutti diversi ...

Allora mi chiedo:
1) era corretto il PAI?
2) è corretta l' "accoppiata vincente CREA"?

Insomma: una delle due applicazioni non riporta dati corretti e, quindi, o abbiamo fatto col PAI una spesa sul PSR che non aveva giustificazione, o la stiamo facendo adesso con l' "accoppiata vincente CREA"!

Il bando settimino vive ancora nei nostri cuori ...

2 commenti:

  1. E intanto arriva la proroga espressa, come il caffè, che nessuno si aspettava.
    Ci vogliono bene, taaaaaaantooooooooo beeeeeeeeene! Ma sto impazzendo lo stesso con l'elaborazione dell'accoppiata vincente, pur essendo consapevole che ci saranno poche speranze di ottenere finanziamento dopo tutto quello che sappiamo!
    Maaah! Tutto ciò è sconfortante!

    RispondiElimina
  2. L'unica cosa buona che avrebbero dovuto prevedere le "menti eccelse" è quella di realizzare un applicativo da installare on-site capace di generare un file da trasmettere ed inserire nella piattaforma on-linee e non lasciare tout court la compilazione on-line perchè se il servizio INTERNET (come accade ed è accaduto) non funziona a chi deve caricare i dati al sistema non resta altro che recitare il rosario sperando poi che la ditta non faccia atto di rivalsa sulla polizza professionale (ma questo è un altro aspetto).

    Poi un altro appunto da rilevare riguarda la mancanza di una guida operativa CHIARA ED ESAUSTIVA no che non si capisce dove si devono andare a caricare i dati di alcune tipologie di investimento (Es. Impianto fotovoltaico dove lo inseriamo tra le macchine e gli attrezzi o negli investimenti stabili).

    A fronte di un bando nato a Natale 2016 il tempo che ha perso l'amministrazione per mettere on-line questi aborti e mandare i tecnici allo sbaraglio non è assolutamente concepibile ne degno di un paese civile.

    #levatecimano

    RispondiElimina