Passa ai contenuti principali

PAI vs WebPSA

Mi sono "passato un capriccio": ho inserito i medesimi dati inseriti due volte per il bando settimino (Bilancio semplificato CREA + WebPSA) nel "vecchio" PAI del PSR 2007/2013, quel PAI costato quanto una Rolls Royce, e che altro non era che un documento di Access, e con il quale abbiamo elaborato i bilanci aziendali ante e post investimento, e sempre grazie al quale i progetti sono stati finanziati ...
Ebbene ... i risultati che escono fuori dal PAI sono diversi da quelli che escono dalla "accoppiata vincente CREA", scelta dall'Amministrazione regionale per questa programmazione in essere.
E non sono solo diversi i risultati degli "indici", ma anche i dati economici ... tutti diversi ...

Allora mi chiedo:
1) era corretto il PAI?
2) è corretta l' "accoppiata vincente CREA"?

Insomma: una delle due applicazioni non riporta dati corretti e, quindi, o abbiamo fatto col PAI una spesa sul PSR che non aveva giustificazione, o la stiamo facendo adesso con l' "accoppiata vincente CREA"!

Il bando settimino vive ancora nei nostri cuori ...

Commenti

  1. E intanto arriva la proroga espressa, come il caffè, che nessuno si aspettava.
    Ci vogliono bene, taaaaaaantooooooooo beeeeeeeeene! Ma sto impazzendo lo stesso con l'elaborazione dell'accoppiata vincente, pur essendo consapevole che ci saranno poche speranze di ottenere finanziamento dopo tutto quello che sappiamo!
    Maaah! Tutto ciò è sconfortante!

    RispondiElimina
  2. L'unica cosa buona che avrebbero dovuto prevedere le "menti eccelse" è quella di realizzare un applicativo da installare on-site capace di generare un file da trasmettere ed inserire nella piattaforma on-linee e non lasciare tout court la compilazione on-line perchè se il servizio INTERNET (come accade ed è accaduto) non funziona a chi deve caricare i dati al sistema non resta altro che recitare il rosario sperando poi che la ditta non faccia atto di rivalsa sulla polizza professionale (ma questo è un altro aspetto).

    Poi un altro appunto da rilevare riguarda la mancanza di una guida operativa CHIARA ED ESAUSTIVA no che non si capisce dove si devono andare a caricare i dati di alcune tipologie di investimento (Es. Impianto fotovoltaico dove lo inseriamo tra le macchine e gli attrezzi o negli investimenti stabili).

    A fronte di un bando nato a Natale 2016 il tempo che ha perso l'amministrazione per mettere on-line questi aborti e mandare i tecnici allo sbaraglio non è assolutamente concepibile ne degno di un paese civile.

    #levatecimano

    RispondiElimina

Posta un commento

Popular Posts

Acconto PAC 2019

Ci risiamo. E' già iniziato il conto alla rovescia per l'acconto PAC 2019. Arriva, non arriva, è l'importo giusto, non lo è. Insomma, ogni anno la stessa storia, e gli stessi commenti da parte dei lettori del blog. E per questo ho voluto scrivere questo post, per dare la possibilità di inserire commenti, che nei precedenti post sono diventati ormai troppi, e viene difficile anche scrivere.

Saldo PAC e saldo "bio" e la "patrimoniale a rate"

Ogni tanto una buona notizia: nei conti correnti degli agricoltori stanno arrivando i saldi del premio PAC 2019. Ma nei conti correnti degli agricoltori siciliani, poi, stanno arrivando pure i soldi del "bio". Controllate, quindi, i conti correnti, e li vedrete "arricchiti" di quanto vi spetta. Nota dolente, ahimè: da un lato si riceve, e dell'altro si dà. Giorno 16 dicembre, infatti c'è l'IMU da pagare, "la patrimoniale a rate" ... da pagare ogni anno ... una tassa calcolata su estimi catastali incoerenti ... e che a nessuno interessa rettificare, tanto meno ai Sindaci dei comuni ... che traggono da questa tassa patrimoniale il loro maggiore sostentamento ...

In attesa del saldo PAC 2018

I post del blog più letti e più commentati? Quelli del saldo PAC, ogni anno; da sempre. Eppure, nonostante le rassicurazioni di AGEA, ci sono moltissimi che continuano a scrivere che non hanno ricevuto nemmeno l'acconto di novembre. Entro il 30 giugno, però, AGEA deve completare i pagamenti.