mercoledì 7 giugno 2017

Treni: due pesi e due misure

Mentre il Presidente del Consiglio dei Ministri inaugura una bellissima stazione ferroviaria a Napoli Afragola, con ben 36 treni veloci al giorno, ecco che, invece, un lettore del blog mi segnala che viene azzerata la tratta ferroviaria Catania - Siracusa, abbandonando di fatto tutti i pendolari che per ragioni di lavoro utilizzano quotidianamente questo tragitto.

1 commento:

  1. Sono rimasto amareggiato da questa notizia. Evidentemente per questa scarsa classe dirigente è più facile tagliare che ammodernare. Si ritorna al "medioevo"
    Si fa un gran parlare per ridurre il trasporto su gomma e poi si taglia una tratta strategica come la Siracusa-Catania. Anziché incentivare l'uso del treno migliorando il servizio, lo si elimina. Tutto questo a mio avviso non ha senso. Mi viene da pensare solo che questi tagli vengono fatti per favorire qualcuno, magari qualche lobby di quelli che portano a spasso su e giù per l'Italia persone e merci consumando fiumi di carburante.
    E POI SI INSISTE SUL VOLER FARE IL PONTE SULLO STRETTO!!
    Quando in gran parte dell'isola si è costretti a viaggiare in groppa ai muli.

    RispondiElimina