venerdì 10 maggio 2019

E il Citrus Black Spot arriva in Tunisia

La notizia è appena stata trasmessa da Freshplaza: per la prima volta è stata rilevata la presenza del Citrus Black Spot da agrumi provenienti dalla Tunisia.
Abbiamo sollevato in Commissione Agricoltura dell'Unione Europea tantissime volte il pericolo della importazione di questo fungo non presente in Unione Europea, e l'arrivo in Tunisia è la "prova provata" che non si è fatto abbastanza.
Urge, quindi, una "allerta" sui controlli e che l'inerzia della Commissione Europea su questi controlli e sul blocco importazioni cessi immediatamente, con decisioni immediate e risolutive.

Manderò il testo di questo post in Commissione Europea, attraverso la rete COPA-COGECA, per il quale sono delegato al Tavolo Tecnico Esperti Agrumi.

Questo il testo della email ricevuta da Freshplaza:

ULTIM'ORA - L'Ue rileva la macchia nera nelle importazioni di agrumi dalla Tunisia
Le ispezioni fitosanitarie della Commissione europea hanno rilevato, per la prima volta, Guignardia citricarpa - un fungo che causa la malattia degli agrumi conosciuta come CBS (Citrus Black Spot) - su sette spedizioni di agrumi importati nell'Unione europea dalla Tunisia. Ciò indica che la fitopatia è arrivata nel Mediterraneo, come riportato dall'Associazione agricola spagnola Asaja.

La macchia nera è un fungo che infligge gravi danni agli agrumi, danneggiandone la buccia e rendendo i frutti inutilizzabili per il commercio sul mercato del fresco.

2 commenti:

  1. Che il fungo arrivi da noi credo che ormai non sia questione di "se", ma di "quando". Rendiamo "GRAZIE" a quanti dovevano tutelarci.

    RispondiElimina
  2. Forse c'è già chi deve vigilare
    La Regione lo stato qualche
    burocrate a Bruxelles???
    Stendiamo un velo pietoso sulla vicenda.

    RispondiElimina