Passa ai contenuti principali

Scrivere documenti digitando o dettando?

Non tutti hanno dimestichezza o amano digitare nelle tastiere dei personal computer, dei table, degli smartphone, ma ciò è inevitabile se si vuole scrivere su supporto informatico.
E la tecnologia nel 2020 non ci aiuta in questo?
Si, ci aiuta eccome.
Vi riporto alcuni metodi per scrivere su supporto informatico in modo del tutto gratuito,  anche se ancora la perfezione non è stata raggiunta, ovvero bisogna effettuare alcune correzioni, perchè non sempre le parole dettate vengono interpretate, ma viene scritto altro.
Uno dei sistemi molto avanzati è quello disponibile sulla applicazione gratuita di Google Drive "Documenti".
Aperto il nuovo documento, basterà andare su "strumenti" e poi su "digitazione vocale", o premere i tasti CTRL + MAIUS + S.


Fatto questo si aprirà una piccola icona a sinistra della pagina di video scrittura dove comparirà un microfono.


Da questo momento in poi potete dettare e verrà tutto trascritto sul documento.
Se dite la parola "punto" verrà inserito un ".", lo stesso con la parola "virgola" o "due punti" o "punto e virgola".
Il sistema funziona molto bene, tranne qualche "sbavatura" derivante da alcune parole che non sono state ben comprese, e vanno corrette.
Il sistema di dettatura di Google è anche abbastanza veloce, ma per funzionare ha bisogno della connessione ad internet, e purtroppo funziona solo con il browser Chrome, non funziona sul browser Edge.

... domani continua ...

Commenti

  1. Purtroppo non è importante come si scrive, ma COSA si scrive.
    Una stupidaggine o la detti o la digiti, resta pur sempre una stupidaggine.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Acconto PAC 2019

Ci risiamo. E' già iniziato il conto alla rovescia per l'acconto PAC 2019. Arriva, non arriva, è l'importo giusto, non lo è. Insomma, ogni anno la stessa storia, e gli stessi commenti da parte dei lettori del blog. E per questo ho voluto scrivere questo post, per dare la possibilità di inserire commenti, che nei precedenti post sono diventati ormai troppi, e viene difficile anche scrivere.

Saldo PAC e saldo "bio" e la "patrimoniale a rate"

Ogni tanto una buona notizia: nei conti correnti degli agricoltori stanno arrivando i saldi del premio PAC 2019. Ma nei conti correnti degli agricoltori siciliani, poi, stanno arrivando pure i soldi del "bio". Controllate, quindi, i conti correnti, e li vedrete "arricchiti" di quanto vi spetta. Nota dolente, ahimè: da un lato si riceve, e dell'altro si dà. Giorno 16 dicembre, infatti c'è l'IMU da pagare, "la patrimoniale a rate" ... da pagare ogni anno ... una tassa calcolata su estimi catastali incoerenti ... e che a nessuno interessa rettificare, tanto meno ai Sindaci dei comuni ... che traggono da questa tassa patrimoniale il loro maggiore sostentamento ...

In attesa del saldo PAC 2018

I post del blog più letti e più commentati? Quelli del saldo PAC, ogni anno; da sempre. Eppure, nonostante le rassicurazioni di AGEA, ci sono moltissimi che continuano a scrivere che non hanno ricevuto nemmeno l'acconto di novembre. Entro il 30 giugno, però, AGEA deve completare i pagamenti.