Passa ai contenuti principali

La fine dei fabbricati rurali



Ecco un'altra vittima della cecità legislativa dei nostri governanti.
Un altro dei tanti fabbricati rurali sparsi per il territorio, e di cui ormai facevano parte, distrutti a causa della imposizione dell'IMU.
Un disegno preorganizzato, e forse anche incosciente.
Prima hanno imposto il loro passaggio dal catasto terreni al catasto fabbricati e poi ... la scure dell'IMU su di essi.
E così piano piano i fabbricati rurali disseminati nelle campagne vengono distrutti.
Un vero peccato, figlio della ignoranza dei legislatori.

Commenti

  1. ....e frutto della insipienza del legislatori

    RispondiElimina
  2. ....e frutto della insipienza del legislatori

    RispondiElimina
  3. E si dicono ambientalisti! Per loro l'Ambienteideale dovrebbe essere un museo intangibile! Ma intanto nelle aree protette i rovi, i terribili Ailanti e le infestanti tutte, si propagano senza alcun limite e confine (vedere Timpa di Acireale e tante altre zone); questo perchè l'Ambientalista radical chic vuole escludere l'Uomo da questi MUSEI, salvo che come mero spettatore. Nelle aree protette non si consentono neanche minime costruzioni rurali a piano terra con sola pietra locale legno e coppi tradizionali da fornace. D'altronde bisogna o no favorire i ladri degli attrezzi e dei frutti? Allontaniamo pure l'Uomo che produce dai campi! E poi ci si domanda perchè i rovi e le sterpaglie invadono tutta la Timpa di Acireale e si propagano gli incendi..... Ma! Chissà come mai !? (Si domanda l'ambientalista radical chic che non ha mai uasto sul campo un solo attrezzo agricolo!). Il miglior diserbante è l'Uomo che vuole utilizzare rispettosamente il Creato producendo frutti!

    RispondiElimina

Posta un commento

Popular Posts

Acconto PAC 2019

Ci risiamo. E' già iniziato il conto alla rovescia per l'acconto PAC 2019. Arriva, non arriva, è l'importo giusto, non lo è. Insomma, ogni anno la stessa storia, e gli stessi commenti da parte dei lettori del blog. E per questo ho voluto scrivere questo post, per dare la possibilità di inserire commenti, che nei precedenti post sono diventati ormai troppi, e viene difficile anche scrivere.

Saldo PAC e saldo "bio" e la "patrimoniale a rate"

Ogni tanto una buona notizia: nei conti correnti degli agricoltori stanno arrivando i saldi del premio PAC 2019. Ma nei conti correnti degli agricoltori siciliani, poi, stanno arrivando pure i soldi del "bio". Controllate, quindi, i conti correnti, e li vedrete "arricchiti" di quanto vi spetta. Nota dolente, ahimè: da un lato si riceve, e dell'altro si dà. Giorno 16 dicembre, infatti c'è l'IMU da pagare, "la patrimoniale a rate" ... da pagare ogni anno ... una tassa calcolata su estimi catastali incoerenti ... e che a nessuno interessa rettificare, tanto meno ai Sindaci dei comuni ... che traggono da questa tassa patrimoniale il loro maggiore sostentamento ...

Acconto premio PAC 2020

Rinnovo il post sul pagamento dell'acconto PAC 2020, su richiesta dei lettori che su questo blog si scambiano notizie.
E nel frattempo spero che l'Agea non si faccia "pregare" per effettuare i pagamenti dovuti.