mercoledì 31 agosto 2016

PSR - Misura 4.1 - le altre regioni: il riepilogo

Oggi concludo la lunga carrellata di esame, e pubblicazione, dei vari bandi della Misura 4.1 di tutte le regioni d'Italia, ed ecco un veloce riepilogo sui "numeri":
- n. 3 le regioni che non hanno reso pubblicamente disponibili i bandi, ancora non attivi
- n. 11 le regioni in cui i bandi sono aperti
- n. 9 le regioni in cui i bandi sono chiusi
- n. 9 le regioni in cui sono ammessi interventi irrigui
- n. 8 le regioni in cui non sono ammessi interventi irrigui
- n. 17 le regioni in cui non è richiesta la vidimazione delle parcelle dei professionisti (praticamente in tutte)
- n. 16 le regioni in cui è non prevista la presentazione di tre preventivi dei professionisti
- n. 1 la regione in cui è prevista la presentazione di tre preventivi dei professionisti (solo l'Emilia Romagna)

Qui sotto una tabella riepilogativa ... tutte le altre considerazioni ... vanno da sè!

La Legge 154/16 in pillole, 6° puntata

Continuo oggi con la pubblicazione degli articoli della Legge 154/16 "Deleghe al Governo e ulteriori disposizioni in materia di semplificazione, razionalizzazione e competitività' dei settori agricolo e agroalimentare" pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 186 del 10/08/2016 e che entrerà in vigore il 25/08/2016.

Art. 14 - Disposizioni per il rispetto di  corrette  relazioni commerciali  in materia di cessione di prodotti agroalimentari
1.  All'articolo  2  del  decreto-legge  5  maggio  2015,  n.   51, convertito, con modificazioni, dalla legge 2 luglio 2015, n. 91, dopo il comma 2 e' inserito il seguente: 
«2-bis. Le associazioni di categoria maggiormente rappresentative a livello nazionale nel settore lattiero, a norma dell'articolo 4 della legge 11 novembre  2011,  n.  180,  possono  agire  in  giudizio  per l'inserzione di diritto degli elementi obbligatori di cui al comma  2 del presente articolo nei contratti di cessione di  latte  crudo.  In caso di azione proposta anche dalle imprese somministranti  il  latte crudo, si procede alla riunione dei giudizi». 

La legge sulla limitazione degli sprechi

Nella Gazzetta Ufficiale di ieri è stato pubblicato
LEGGE 19 agosto 2016, n. 166

Disposizioni concernenti la donazione e la distribuzione di prodotti alimentari e farmaceutici a fini di solidarieta' sociale e per la limitazione degli sprechi.


martedì 30 agosto 2016

PSR - Misura 4.1 - le altre regioni: Calabria

Anche la Calabria, così come la Basilicata non ha reso disponibile pubblicamente il bando per la Misura 4.1 del PSR.

Cereal anch'io

Segnalo questo evento che si svolgerà il 17 settembre presso l'azienda agricola Serravalle


Circolare AGEA del 26 agosto 2016

Circolare AGEA.2016.24621 del 26 agosto 2016

Riforma PAC - Modalità e condizioni per l'accesso ai contributi comunitari per le Assicurazioni Vino di cui all'art. 49 del Reg. (UE) n. 1308/2013 - modifica circolare n. AGEA.2016.15861 del 6 luglio 2016 limitatamente al termine previsto al punto 2).

http://www.agea.gov.it/portal/pls/portal/docs/1/5356205.PDF

lunedì 29 agosto 2016

La Legge 154/16 in pillole, 5° puntata

Oggi altro articolo della Legge 154/16 "Deleghe al Governo e ulteriori disposizioni in materia di semplificazione, razionalizzazione e competitività' dei settori agricolo e agroalimentare" pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 186 del 10/08/2016 e che entrerà in vigore il 25/08/2016.

Art. 12 - Esercizio dell'attivita' di manutenzione del verde
1. L'attivita' di  costruzione,  sistemazione  e  manutenzione  del verde pubblico o privato affidata a terzi puo' essere esercitata: 
a) dagli iscritti al Registro ufficiale dei  produttori,  di cui all'articolo 20, comma 1, lettere a) e c), del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 214; 
b)  da  imprese  agricole,  artigiane,  industriali  o  in  forma cooperativa,  iscritte  al  registro  delle  imprese,   che   abbiano conseguito un attestato di  idoneita'  che  accerti  il  possesso  di adeguate competenze. 
2. Le regioni e  le  province  autonome  di  Trento  e  di  Bolzano disciplinano le modalita' per l'effettuazione dei corsi di formazione ai fini dell'ottenimento dell'attestato di cui al  comma  1, lettera
b). 
3. Dall'attuazione delle disposizioni  del  presente  articolo  non devono derivare  nuovi  o  maggiori  oneri  a  carico  della  finanza pubblica. 

PSR - Misura 4.1 - le altre regioni: Basilicata

Oggi "tocca" alla Misura 4.1 della regione Basilicata.
La Basilicata non ha ancora reso disponibile pubblicamente il Bando.

domenica 28 agosto 2016

PSR - Misura 4.1 - le altre regioni: Puglia

Oggi è la volta di esaminare il Bando della Misura 4.1 del PSR della regione Puglia.
- dotazione finanziaria € 350.000.000,00
- bando aperto dal 05/09/2016 al 31/10/2016
- contributo dal 30% al 60%, a seconda dei soggetti che presentano l'istanza
- impianti irrigui ammessi
- nessuna vidimazione parcelle o preventivi professionisti; spese generali al 12%
- trasmissione istanza per PEC


Per quanto riguarda gli impianti irrigui sono ammessi:
interventi  relativi  alla  realizzazione  di  reti  distributive  che consentano  un  risparmio  e  un miglioramento  dell’efficienza  dei sistemi  di  distribuzione  e  alla  realizzazione  di  invasi  di raccolta di acqua piovana di dimensione inferiore ai 250.000 mc., al fine di incrementare la disponibilità di risorsa idrica nei periodi di scarsità e di maggior emungimento per ridurre la pressione sulle acque di falda
Nel caso il Piano Aziendale comprenda interventi relativi a impianti di irrigazione, ai sensi dell’art. 
46 del Reg. (UE) n. 1305/2013, devono essere rispettate le seguenti condizioni:  
a) obbligo  di  installazione  di  appositi  contatori  volti  a  misurare  il  consumo  di  acqua  relativo 
all’investimento oggetto del sostegno;  
b) nel caso di investimenti realizzati in aree con corpi idrici ritenuti in condizioni buone, per motivi inerenti la quantità d’acqua, è ammissibile il solo miglioramento di impianti irrigui preesistenti e dovrà essere soddisfatta la condizione di un risparmio idrico potenziale minimo conseguente all’investimento che sarà differenziato in funzione della tipologia di impianto su cui si effettua l’investimento; in base ad una valutazione ex-ante esso dovrà essere almeno pari al:  
5% nel caso di miglioramento impianti di microirrigazione (inclusa sub-irrigazione);  
25%  nel  caso  di  riconversione  impianti  a  scorrimento  in  un  impianto  di  microirrigazione 
(inclusa sub-irrigazione);  
20% nel caso di riconversione di impianti irrigui diversi da quelli di cui ai trattini precedenti.  
c) nel caso di investimenti realizzati in aree con corpi idrici ritenuti in condizioni non buone, per motivi  inerenti  la  quantità  d’acqua,  è  ammissibile  il  solo  miglioramento  di  impianti  irrigui 
preesistenti che rispettino le seguenti condizioni:
l’investimento  garantisce  una  riduzione  effettiva  del  consumo  di  acqua  a livello dell’investimento, in base ad una valutazione ex-ante, pari ad almeno il 50% del risparmio idrico potenziale reso possibile dall’investimento;  
l’investimento comporta anche una riduzione del consumo di acqua totale dell’azienda, in base ad una valutazione ex-ante, pari ad almeno il 50% del risparmio idrico potenziale reso possibile a livello di investimento. 

Qui sotto il Bando in formato grafico


La Legge 154/16 in pillole, 4° puntata

Proseguo la pubblicazione degli articoli della Legge 154/16 "Deleghe al Governo e ulteriori disposizioni in materia di semplificazione, razionalizzazione e competitività' dei settori agricolo e agroalimentare" pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 186 del 10/08/2016 e che entrerà in vigore il 25/08/2016.


Art. 7 - Disposizioni per il  sostegno  dell'agricoltura  e dell'acquacoltura biologiche
1. Gli articoli 6, 7, 8 e 9 del decreto legislativo
17 marzo  1995, n. 220, sono abrogati. 
 2. E' istituito, nell'ambito delle  risorse  umane,  strumentali  e
finanziarie disponibili a legislazione vigente e comunque senza nuovi
o maggiori oneri a carico della finanza pubblica, presso il Ministero
delle politiche agricole alimentari e forestali, previa intesa con la
Conferenza unificata di cui all'art. 8  del  decreto  legislativo  28
agosto 1997, n. 281, il Sistema informativo per il  biologico  (SIB),
che  utilizza  l'infrastruttura  del  Sistema  informativo   agricolo
nazionale (SIAN), al fine di gestire  i  procedimenti  amministrativi
degli  operatori  e  degli  organismi  di  controllo  previsti  dalla
normativa europea relativi allo svolgimento di attivita'  agricole  e
di acquacoltura con metodo biologico. 

sabato 27 agosto 2016

PSR - Misura 4.1 - le altre regioni: Campania

Proseguo oggi con la disamina in pillole del Bando della Misura 4.1 PSR della regione Campania.
- dotazione finanziaria € 569.000.000,00 (comprende tutte le sottomisure 4); progetto minimo di € 15.000, massimo variabile in finzione del PST
- bando chiuso
- contributo al 50%
- impianti irrigui non ammessi (altro "bando siccagno")
- nessun preventivo professionisti o vidimazione parcelle


Per le spese generali:
• un massimo del 10% per un importo fino a 500.000,00 euro; 
• un massimo del 5% sulla parte eccedente i 500.000,00 euro e fino ad 1.000.000,00
•  un massimo del 2,5% sulla parte eccedente 1.000.000,00 euro. 

Qui sotto il bando in formato grafico

Disposizioni per il settore olivicolo

Sulla Gazzetta Ufficiale di ieri, la n. 199, è stato pubblicato:
MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE
ALIMENTARI E FORESTALI
DECRETO 22 luglio 2016 
Disposizioni urgenti per il recupero del potenziale produttivo e competitivo del settore olivicolo - oleario

Qui sotto il provvedimento in formato grafico.

Ancora scosse nelle zone terremotate

Ancora scosse telluriche nelle zone terremotate di Amatrice e dei comuni vicini.
Lo sciame sismico cenna lentamente a diminuire, ma nella notte altre scosse hanno continuato a devastare la zona.

venerdì 26 agosto 2016

Sugli interventi del Governo sul sisma

Questa mattina presto al giornale radio ho sentito che il Governo ha sospeso i pagamenti delle tasse nei territori colpiti dal sisma.
Giustissimo provvedimento.
Però ... la sospensione altro non fa che spostare i pagamenti in periodi successivi, facendo sì che quanto non pagato vada ad assommarsi ad altri pagamenti ... causando un accumulo insostenibile.
Forse sarebbe più giusto annullare i pagamenti, anche perchè si verificherà che tutti, poi, aspetteranno la giustizia fiscale.
Ricordo che ancora siamo in attesa dei rimborsi delle tasse del sisma della Sicilia orientale del 13 dicembre 1990, e nel frattempo chi non è deceduto durante il terremoto ... è deceduto per vecchiaia!

PSR - Misura 4.1 - le altre regioni: Molise

Dopo la Sardegna voliamo nuovamente in "terraferma" e ci occupiamo della Misura 4.1 del PSR del Molise.
- dotazione finanziaria € 4.000.000,00 (1° sottofase), + € 3.000.000,00 (2° sottofase)
- bando aperto 2° sottofase fino al 30/09/2016 (1° sottofase chiusa al 31/03/2016)

- contributo "base" 40%; per giovani agricoltori o zone montane + 20%
- interventi irrigui non ammessi (altro "bando siccagno")
- nessuna vidimazione parcelle o preventivi di professionisti: sono ammessi i costi generali, quali gli onorari dei tecnici per la progettazione e per la certificazione, entro un limite massimo del 5% dell’investimento

Qui sotto il Bando completo in formato grafico


Ancora scosse su Amatrice e Norcia

Proseguono le scosse telluriche nelle zone già duramente colpite dal sisma di qualche giorno fa.
Qui riporto il grafico del sismografo di Osimo e l'elenco degli eventi sismici registrati sul sito internet dell'INGV. 

L'estate siciliana continua

Abbiamo avuto alcuni giorni con acquazzoni, temporali, ribasso delle temperature, ma da oggi l'estate siciliana continua.
Da oggi, infatti, rialzano le temperature e ritorna il sereno. 



meteogramma su Catania




previsione a dieci giorni su Catania

giovedì 25 agosto 2016

PSR - Misura 4.1 - le altre regioni: Sardegna

E dal Lazio, con un volo di linea, ci spostiamo in Sardegna per esaminare "in pillole" la Misura 4.1 del PSR.

- dotazione finanziaria € 30.000.000,00
- bando aperto dal 15/09/2016 al 16/01/2017

- contributo "base" 40%, zone svantaggiate 60%; giovani agricoltori contributo "base" 50%, in zone svantaggiate 70%
- progetto di importo minimo pari ad € 15.000,00, massimo di importo pari ad € 1.200.000,00
- impianti irrigui ammessi
- nessuna vidimazione parcelle professionisti o presentazione di preventivi; le spese generali saranno riconosciute fino alla concorrenza del 10% del costo totale degli  investimenti  realizzati;  nel  caso  di progetti  che  prevedono  la  sola  fornitura  di  attrezzature  e macchinari le spese generali saranno riconosciute fino alla concorrenza del 5%


Per quanto riguarda gli impianti irrigui nel Bando si legge:
sono ammessi investimenti per opere di approvvigionamento idrico; razionalizzazione e/o riduzione dei consumi idrici;  ricerche  idriche  e opere  di  provvista  di  acqua,  anche  per  usi  irrigui, impianti  di potabilizzazione delle acque, sistemi per il controllo ed il risparmio idrico, impianti di irrigazione
Gli investimenti per l’irrigazione saranno ammissibili alle seguenti condizioni: 
1) Gli interventi di miglioramento degli impianti esistenti devono garantire il seguente risparmio idrico potenziale in base ai parametri tecnici dell’impianto: 
- Miglioramento di impianti di irrigazione localizzati: 10%; 
- Sostituzione  di  un  impianto  di  irrigazione  ad  aspersione  a  bassa  efficienza  con  uno  ad  alta 
efficienza: 15%; 
- Sostituzione di un impianto di irrigazione ad aspersione con uno localizzato: 25%

Qui sotto il Bando completo in formato grafico

Sulla manutenzione ...

A proposito di sicurezza: questo è lo stato di manutenzione di uno dei torrenti che sono presenti intorno al comune di Lentini.
Sono tutti così: senza manutenzione.
Se qualcuno appicca il fuoco ... danni ai terreni vicini, ma se arriva una "piena", ecco che si verificano pericolose e dannose esondazioni.
E la prevenzione ... non è mai troppa ...
Eppure ... girate in tutta la Sicilia ... questa è la situazione, purtroppo!


mercoledì 24 agosto 2016

Ancora scosse fra Amatrice e Norcia

Tutto il mondo oggi è stato "con gli occhi puntati" sulle zone interessate dal sisma di questa notte.
Danni, disperazione, tristezza, insomma una situazione davvero triste e penosa.

E nel frattempo la macchina dei soccorsi si è messa in moto da subito.

Dal nostro Ordine provinciale dei Dottori Agronomi e Forestali di Catania abbiamo diramato un avviso già all'alba, per eventuali volontari, e già sono arrivate adesioni.

Nel frattempo le scosse di assestamento sono continuate tutto il giorno, decine e decine.
Qui sotto il tracciato del sismografo posizionato ad Osimo ... guardarlo fa venire i brividi.


Sisma a Norcia e Amatrice

Forti scosse di terremoto nella notte (mentre scrivo sul blog).
I sismografi di tutta Italia hanno registrato l'evento.
Il sito INGV irraggiungibile, probabilmente a causa delle elevata quantità di "contatti".
A Norcia (Perugia) registrato un terremoto di 6,2° scala Richter e ad Amatrice (Rieti) uno di 4,6° scala Richter.
Terremoti di intensità elevatissima.
Twitter "presa d'assalto" da tweet sul terremoto.
Convocato il Comitato operativo della Protezione Civile

Oggi sospendo le pubblicazioni sul blog, in rispetto di tutti i cittadini colpiti dal sisma, e spero che non vi siano vittime e danni seri alle abitazioni.










martedì 23 agosto 2016

PSR - Misura 4.1 - le altre regioni: Lazio

Proseguendo con l'esame dei Bandi della Misura 4.1 dei PSR regionali, oggi esaminiamo quello della regione Lazio.
- dotazione finanziari € 48.500.000,00
- bando aperto fino al 30/09/2016
- importi progetti: minimo di € 10.000,00, massimo di € 2.000.000,00
- contributo "base" 40%; in zone svantaggiate o per giovani agricoltori 60%
- nessun intervento su irrigazione (altro "bando siccagno")
- nessuna vidimazione parcelle o preventivi dei professionisti; spese generali fino al 12%


Qui sotto tutto il Bando in formato grafico

La Legge 154/16 in pillole, 3° puntata

Continuo oggi con la pubblicazione degli articoli della Legge 154/16 "Deleghe al Governo e ulteriori disposizioni in materia di semplificazione, razionalizzazione e competitività' dei settori agricolo e agroalimentare" pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 186 del 10/08/2016 e che entrerà in vigore il 25/08/2016.



Art. 6
Delega al Governo in materia di società' di affiancamento per le terre agricole 
 1. Al fine  di  favorire  processi  di  affiancamento  economico  e gestionale nell'attività'  d'impresa  agricola  nonché'  lo  sviluppo dell'imprenditoria giovanile in agricoltura, il Governo  e'  delegato ad adottare, entro dodici mesi dalla data di entrata in vigore  della presente legge, nel rispetto della normativa europea  in  materia  di aiuti di Stato, un decreto legislativo per la disciplina delle  forme di affiancamento tra agricoltori ultra-sessantacinquenni o pensionati e giovani, non proprietari di terreni agricoli, di eta' compresa  tra i diciotto e i quaranta anni, anche organizzati in  forma  associata, allo scopo  del  graduale  passaggio  della  gestione dell'attivita' d'impresa agricola ai giovani, in base ai seguenti principi e criteri direttivi: 

Le palme incappucciate

Lentini (SR)
Trovo spesso a Lentini cose strane; qualche giorno fa ho trovato queste palme incappucciate ... chissà da quanti anni ... 

lunedì 22 agosto 2016

PSR - Misura 4.1 - le altre regioni: Abruzzo

Oggi proseguo con la disamina in pillole delle Misura 4.1 del PSR delle regioni d'Italia; oggi è la volta dell'Abruzzo.
Attualmente la regione Abruzzo non ha un Bando per la Misura 4.1 esclusivo, ma solo un Bando della Misura 4.1 collegato alla Misura 6.12, il così detto "pacchetto giovani".
Qui sotto farò riferimento a questo Bando.
- dotazione finanziaria € 7.000.000,00
- bando aperto fino al 15/09/2016
- contributo "base" 60% (trattasi di bando collegato alla Misura 6.1); massimo contributo concedibile € 30.000,00
- nessun intervento irriguo previsto dall'art. 46 del 1305/2013 (altro bando "siccagno")
- nessuna vidimazione parcelle dei professionisti o preventivi; spese generali al 4%; all'8% quando sono previsti interventi edili

Qui sotto il Bando per intero, in formato grafico


La Legge 154/16 in pillole, 2° puntata

Proseguo con la pubblicazione degli articoli della Legge 154/16 "Deleghe al Governo e ulteriori disposizioni in materia di semplificazione, razionalizzazione e competitività' dei settori agricolo e agroalimentare" pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 186 del 10/08/2016 e che entrerà in vigore il 25/08/2016.



Art. 1 - comma 12°
A  decorrere  dall'anno  2017,  i  costi  delle  attivita'  di controllo previste dal decreto del Ministro delle politiche  agricole alimentari e  forestali  2  marzo  2010,  pubblicato  nella  Gazzetta Ufficiale n. 103 del 5 maggio 2010, sono  sostenuti  dai  destinatari degli incentivi. Con decreto del Ministro  delle  politiche  agricole alimentari e forestali, di concerto con il  Ministro  dello  sviluppo economico, da emanare entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, e' stabilita la quota delle  tariffe  di cui  all'articolo  25  del  decreto-legge 24  giugno  2014,  n.  91, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 agosto 2014, n. 116, da
riconoscere  al  Ministero  delle  politiche  agricole  alimentari  e forestali per le attivita' di cui al primo periodo del presente comma a decorrere dal 1º gennaio 2017. La quota delle tariffe di pertinenza del Ministero delle politiche  agricole  alimentari  e  forestali  e' definita  sulla  base  dei costi,  della  programmazione   e   delle previsioni di sviluppo delle medesime attivita'  ed  e'  versata dal gestore dei servizi energetici (GSE)  Spa  all'entrata  del  bilancio dello Stato per essere riassegnata ad apposito capitolo  dello  stato di previsione del Ministero delle  politiche  agricole alimentari  e forestali. Il Ministro dell'economia e delle finanze  e'  autorizzato ad apportare,  con proprio  decreto,  le  occorrenti  variazioni  di bilancio. 

Art. 3 - comma 1°
I proprietari di strade private  sono  tenuti  a  consentire  il passaggio di tubazioni per  l'allacciamento  alla  rete  del  gas  di utenze domestiche o aziendali, compresa l'installazione di contatori, nonche' il passaggio di tubazioni  per  la  trasmissione  di  energia geotermica. Ai fini del rispetto  dell'obbligo  di  cui  al presente comma,  il  sindaco  del  comune  territorialmente   competente,   su richiesta degli interessati, autorizza l'esecuzione dei lavori di cui al primo periodo, tenendo in debita considerazione la  stagionalita' delle colture cui sono destinati  i  terreni  agricoli  adiacenti  le strade private oggetto dei lavori, al fine di impedire o limitare gli eventuali  danneggiamenti  alle  coltivazioni. L'applicazione  delle disposizioni  di  cui  al  presente  comma  comporta   l'obbligo   di ripristino della  strada  nello  stato antecedente  il   lavoro   e l'eventuale risarcimento del danno causato dal medesimo  lavoro  alle coltivazioni e alle attrezzature di produzione. 

Aumenti ingiustificati

Nei giorni scorsi abbiamo visto che la società Sostare di Catania ha effettuato gli aumenti per il posteggio delle auto nelle strisce blu.
Già è difficile trovare stalli non a pagamento, praticamente le strisce blu hanno espropriato quasi tutta la città, ma l'aumento da 0,75 €/ora a 0,87 €/ora non si comprende.
L'aumento del costo è del 16%.
E mi volete spiegare cosa è aumentato ... così da far lievitare del 16% la tariffa?

Incontri sul lupino

Segnalo due eventi sul lupino, in cui interverrà il collega dott. agr. Alfio Spina del CREA di Acireale.
- 23 agosto p.v.: Convegno "Il Lupino nella dieta mediterranea" (vedi locandina dettagliata con programma);
- 06 settembre p.v.: "Premio Lupino d'Oro".

Qui sotto la locandina.


domenica 21 agosto 2016

PSR - Misura 4.1 - le altre regioni: Umbria

Oggi per la Misura 4.1 del PSR "tocca" all'Umbria.
- dotazione finanziaria € 100.000.000,00
- bando "a sportello" aperto fino al 31/10/2020, con graduatorie semestrali
- percentuale di contributo "base" 40%; + 10% giovani agricoltori; + 10% zone svantaggiate
- progetto minimo di € 25.000,00; la spesa massima ammissibile   al  sostegno   per l’intero   periodo  di   programmazione   non può superare 20 volte la Produzione Standard Totale dell’azienda
- impianti irrigui ammessi
- nessuna vidimazione parcelle professionisti o preventivi; le spese generali sono:
1) per investimenti immobiliari fino al 12%
2) per investimenti mobiliari e fissi per destinazione in ragione di un’aliquota massima del 5% per importi fino a 100.000 euro e in ragione di un massimo del 3% per gli importi eccedenti la predetta somma


Per quanto riguarda gli impianti irrigui nel Bando è specificato che sono ammissibili le spese sostenute per:
miglioramento di impianti irrigui preesistenti o realizzazione di nuovi impianti nel rispetto delle disposizioni  di  cui   all’art.   46   del   regolamento   UE   n.   1305/2013.   Gli   investimenti nell'irrigazione, sono ammissibili solo se sottesi agli invasi artificiali di “Montedoglio” sul fiume Tevere e di “Valfabbrica” sul fiume Chiascio alle seguenti condizioni:
1. obbligo di installazione di appositi contatori volti a misurare il consumo di acqua relativo all'investimento oggetto del sostegno ai fini di consentire la corretta applicazione del piano tariffario previsto dal piano di gestione. Le spese per i contatori sono eleggibili al sostegno.
2. nel   caso   di   miglioramento   di   impianti   irrigui   preesistenti   dovrà   essere soddisfatta la condizione di risparmio idrico potenziale aziendale, verificata mediante una valutazione tecnica ex ante e mediante le misurazioni dei contatori nella fase ex post,  almeno pari al:
3. 5% per ammodernamento di impianti a bassa pressione quali irrigazione a goccia o micro irrigazione;
4. 15% per ammodernamento di impianti ad alta pressione quali impianti irrigui per aspersione;
5. 25 % nel caso di passaggio da impianti ad aspersione a impianti a goccia.
Gli investimenti per l’irrigazione potranno essere realizzati esclusivamente in aree con corpi idrici   appartenenti   alla   classe   di   “buono”,   per   motivi   inerenti   la   quantità   d’acqua,   da individuarsi nel Piano di gestione del bacino idrografico.Tenuto conto che allo stato i Piani di Gestione dei bacini idrografici Umbri non hanno ancora definito la classificazione di corpi idrici inerente lo stato quantitativo, non è possibile ammettere investimenti nell'irrigazione,  ad eccezione, in tutto il territorio regionale,  dei seguenti:
6. miglioramento dell’efficienza energetica di impianti esistenti (esclusivamente acquisto di pompe più efficienti);
7. creazione di un bacino di accumulo delle acque meteoriche con relative linee di adduzione e distribuzione;
8. linee di adduzione e distribuzione ai terreni a partire da bacini preesistenti. Tali interventi non devono incidere su un corpo idrico superficiale o sotterraneo e  devono utilizzare   impianti  irrigui  a  bassa  pressione  ed  adibiti  esclusivamente   ad  irrigazione   di soccorso.

Qui sotto il Bando completo in formato grafico