giovedì 31 luglio 2008

pascolo abusivo

Lentini (SR)
In una delle tante contrade.
Ieri ho sorpreso queste mucche a pascolare in un agrumeto, fra l'altro ben coltivato.
E come questo caso, ve ne sono tanti altri, in barba alle recinzioni, alle diffide.
La storia si ripete, i pascoli abusivi pure!

sorpassi e c.

Una foto come tante altre.
Un sorpasso vietato.
La premura ... non sempre giustificata.
Dopo questa Audi A3 altre due vetture a velocità.
Fate attenzione: la vita è una sola!

per i patiti dell'abbronzature

Questo piccolo apparecchietto elettronico aiuterà i patiti dell'abbronzatura a non abusare.
Misura l'insolazione, i raggi UV, e consiglia il tempo di esposizione al sole.
Chissà quanti ne vedremo sotto gli ombrelloni, affiancati a cellulari, ipod, radio, e l'immancabile pasta al forno!

fate attenzione ... di nuovo

Ieri il cartello indicava "entrata carretti".
Oggi, invece, "uscita".
Anche i carretti rispettano l'entrata e l'uscita come i parcheggi auto?

mercoledì 30 luglio 2008

la rotatoria della vergogna 3°

Ecco gli effetti benefici della rotatoria di ponte Primosole.
Ieri questa era la situazione all'innesto della Catania-Siracusa con la Catania-Ragusa, all'altezza di Agnone.
Una lunga fila che da Agnone arrivava a Primosole.
Un "piacere" camminare per le strade, un "piacere" sapere che i nostri soldi sono "stati spesi bene".
Avrei piacere, invece, di conoscere chi progetta queste "mirabilie ingegneristiche"!

fate attenzione

Ecco un altro cartello bellissimo: "entrata carretti".
Ma tutti questi carretti a Catania dove sono?
Mi è piaciuto; l'ho fotografato e ve lo mostro.
Domani ve ne mostro un altro.

mi "ammazzo di lavoro"

Catania
Mentre l'intera città è abbandonata a se stessa, senza controllo di Vigili Urbani, ecco che nella zona della fiera in tre, ben tre, e tutti insieme ("alle volte si perdono") parlano. Per la precisione: due parlavano, ed il terzo parlava al cellulare.
Tre Vigili Urbani che si stavano "ammazzando di lavoro", tutti insieme, e tutti nello stesso posto, come se senza il "trio lescano" la fiera di Catania ... andasse a rotoli!

una vita per la musica

Per chi non può fare a meno della musica, adesso c'è una radio impermeabile che fa da "dispenser" di sapone liquido.
Tutti quelli che stanno perennemente con gli auricolari e l'ipod ... la compreranno sicuramente!

martedì 29 luglio 2008

la rotatoria della vergogna 2°

Soldi buttati nel gabinetto.
Così si potrebbe riassumere il costo della rotatoria di Primosole.
Cosa hanno fatto adesso? Hanno rifatto il vecchio tracciato da Siracusa in direzione Catania. Poi hanno chiuso l'accesso da Scordia, ed hanno immesso il traffico da Catania verso Siracusa nella rotatoria ... una follia!!!
Ma a che è servita la rotatoria? Potevano lasciare tutto com'è, con il vecchio semaforo disattivato ... e non avrebbero buttato tutti questi soldi!
Vergogna!

c'era caldo?

Cliccate sull'immagine.
Eppure non c'era caldo. Allora a che servirà mai tutta quella massa di foglie poste sul tetto della Panda?
Uno smaltimento abusivo di palme colpite dal punteruolo rosso?
Bohhhh.

isola pedonale inutile

Acireale (CT)
Mi sono già occupato dell'isola pedonale di Acireale, e la ritengo del tutto inutile.
Come me mille altre persone, ma ... le Amministrazioni che si sono succedute in 30 anni ... non sentono le lamentele, nè si accorgono che con la chiusura dell'unica strada di Acireale che collega il sud al nord della città, il resto della città è al collasso.
L'isola pedonale non la vogliono nemmeno i commercianti, ma ... resta lo stesso!

lunedì 28 luglio 2008

giornalista o assenteista?

Ieri sul quotidiano "IL GIORNALE" un articolo di Salvatore Scarpino mi ha fatto inorridire!
Questo ignorante giornalista spara a zero sui rimborsi di calamità naturali che pesantemente annientano il lavoro di un anno di tutti noi agricoltori.
Questo ignorante giornalista mentre sparava a zero su tutti noi, calpestando ogni legge, ogni aspettativa, ogni ... "pianto" dopo le calamità naturali, risarcite da una legge emanata appositamente, non si accorgeva che molti dei deputati di AN, un conterraneo in testa, è un allegro assenteista della Camera dei Deputati, un assenteista che percepisce da anni lo stipendio senza produrre, un assenteista che nemmeno si vergogna per le strade della sua città in provincia di Catania.
Questo ignorante giornalista, però, non si è accorto che quando ci sono calamità naturali nel nord-est .... nessuno si lamenta, e che se non piove per un mese ... subito si corre ai ripari.
Qui da noi, caro giornalista e caro assenteista, non piove da marzo! Stiamo forse facendo tutto il baccano che fanno al nord? No, siamo composti, ci adeguiamo, e soffriamo.
Ma soffriamo di più leggendo le sciocchezze di un giornalista ignorante, che nemmeno si accorge che quando le aziende industriali del nord invocano la cassa integrazione il governo paga, ma si lamenta in prima pagina quando gli agricoltori dopo anni ricevono un ristoro.
Eh si! Dopo anni, perchè il giornalista ignorante non sa nemmeno che avremo entro natale i soldi della siccità del 2001! Il giornalista ignorante non sa che con le tremende gelate del febbraio 2008 non solo è andata perduta la produzione in corso, ma anche quella futura.
Caro giornalista ignorante ... cerca di richiamare l'assenteista del partito a cui fa capo il tuo quotidiano, che ci fai più figura!

domenica 27 luglio 2008

la rotatoria della vergogna

L'anno scorso denunciavo come la rotatoria di Primosole non sarebbe servita a nulla.
Le file sono aumentate, soprattutto perchè i "tecnici veggenti" dell'ANAS avevano pensato bene di immettere il traffico proveniente da Siracusa all'interno della rotatoria, sebbene solo il 5% circa l'avrebbe utilizzata per fare inversione di marcia o per andare in direzione Scordia.
Oggi, dopo un anno di "passioni" l'ANAS sta realizzando quello che innocentemente decine e decine di persone anche sui quotidiani hanno lamentato: fare in modo che il traffico proveniente da Siracusa fosse "libero" di defluire verso il ponte di Primosole, al fine di alleggerire la rotatoria.
Soldi buttati al vento, progettazione ... pessima, previsioni del traffico ... inesistente.
Ma l'ANAS la DIA l'aveva fatta? Non mi pare!

prezzi incomprensibili 2°

Ieri pomeriggio al Simply, la catena dei supermercati a prezzo ridotto della SMA, i limoni, debbo dire di pessima qualità, venivano venduti a 1,96 €/Kg, a riprova che quanto scritto ieri ... non è frutto di prezzi fantasiosi inventati.

amenità

Qualche giorno fa in un furgone ambulante ... il Kebab era diventato Chebab .... speriamo solo che era buono lo stesso!

sabato 26 luglio 2008

prezzi incomprensibili

Della "moltiplicazione dei prezzi" ho già scritto, ma ci torno perchè non riesco a comprendere un fenomeno strano, fenomeno di quest'anno.
Le arance sono state vendute da 0,05 a 0,25 €/kg.
I limoni da 0,70 a 0,90 € Kg.
L'elevato prezzo dei limoni è stato "dettato" dala mancanza di prodotto a livello internazionale, causato da danni da gelate, siccità, decisioni dell'Argentina di "dirottare" la maggior parte della produzione alla produzione di succo, ecc.
Non comprendo però come i prezzi al consumo portino a risultati diversi, ma equivalenti.
Che significa?
Durante la stagione delle arance i consumatori le acquistavano a prezzi oscillanti fra 1,90 e 2,50 €/Kg.
I limoni, invece, a 2,00-2,20 €/Kg.
Allora? Dove sta l'imbroglio?
Per raccogliere un chilo di limoni dalle piante occorrono mediamente 9-10 centesimi, per le arance circa 6.
Il costo del trasporto fino al magazzino di lavorazione è lo stesso, il costo della calibratura, dello stoccaggio, degli imballaggi (casse o retine) è lo stesso, quello del trasporto ai supermercati pure.
Allora c'è qualcosa di oscuro che non funziona, che non si vede, che non percepiamo.
Se i limoni vengono acquistati a 0,70-0,90 €/Kg, e venduti a 2,10-2,20, come mai le arance vengono acquistate a 0,05-0,25 €/Kg e vendute a 1,90-2,50 €/Kg?
Ponendo pari a 40 centesimi i costi che un operatore commerciale deve sopportare per portare i limoni dalla campagna al supermercato, e pari a 35 le arance ... dove sta la differenza?
Esempio:
1) limoni
2,10 € prezzo vendita - 0,40 € prezzo costi operatore - 0,90 € prezzo al produttore= restano € 0,80/kg, che rappresenta il guadagno fra l'operatore commerciale ed il supermercato.
2) arance
1,90 € prezzo vendita - 0,35 € prezzo costi operatore - 0,15 € prezzo al produttore= restano € 1,40/kg che rappresenta il guadagno fra l'operatore commerciale ed il supermercato.

Una bella differenza ... 60 centesimi al chilo ... chi se li "pappa"?
E perchè mai non girare l'importo al produttore, che con questi importi ricomincerebbe a guadagnare, investendo nella propria azienda, e ricominciando a far girare l'economia locale?
Forse sarebbe anche contento di fare la DIA, ed altre mille diavolerie cartacee inutili, dispendiose e perditempo!

temperature in calo

Da qualche giorno le temperature sono scese sotto la media stagionale, soprattutto la sera e la notte.
Le previsioni danno per oggi un lieve rialzo, ma nei prossimi giorni le temperature ritorneranno miti, con punte di 31-32 C°, e 17-18 C° durante la notte.
Per adesso non sono previste altre impennate.
Possiamo goderci, quindi, l'estate senza grandi affanni, ma anche le piante, di qualunque genere e specie staranno sicuramente meglio.
Le esigenze idriche, di conseguenza, si ridurranno e con loro anche le richieste energetiche per l'irrigazione. In un periodo di caro-energia, risparmiare è sempre positivo.

venerdì 25 luglio 2008

galbanino, schifezze e denunce

Qualche giorno fa in uno dei tanti post sul rosso allura è stato scritto di fare una ricerca sul Galbanino, o similari, e sulle porcherie che in esso vi sono contenute.
Ho letteralmente "studiato", e nei prossimi giorni vi scrivo con che cosa vengono prodotti questi formaggi, se così li possiamo chiamare.
E' impressionante leggere che porcherie infilano dentro questi prodotti, e penso che mi asterrò d'ora in poi di acquistarne.
Vi trascrivo parola per parola il testo (in azzurro) di una operazione eseguita pochi giorni fa dalla Guardia di Finanza, nella quale è stata sgominata una banda che riciclava di tutto, facendo poi confluire il prodotto nelle più grandi case per produrre il galbanino o similare.
Nella truffa, inoltre, erano implicati anche due tecnici ed il direttore dell'ufficio di prevenzione veterinaria dell'ASL, che dovevano controllare, ed invece chiudevano tutti e due gli occhi!!!!
ALTRO CHE DIA!!!!! E che ce ne facciamo della DIA dopo che leggiamo queste cose?
Leggetelo tutto, c'è da rimanere sconcertati, perchè la truffa andava avanti da anni, ed era di dimensioni colossali.

CREMONA - Nel formaggio avariato e putrefatto c'era di tutto. Vermi, escrementi di topi, residui di plastica tritata, pezzi di ferro. Muffe, inchiostro. Era merce che doveva essere smaltita, destinata ad uso zootecnico. E invece i banditi della tavola la riciclavano. La lavoravano come prodotto "buono", di prima qualità.
Quegli scarti, nella filiera della contraffazione, (ri) diventavano fette per toast, formaggio fuso, formaggio grattugiato, mozzarelle, provola, stracchino, gorgonzola. Materia "genuina" - nelle celle frigorifere c'erano fettine datate 1980! - ripulita, mischiata e pronta per le nostre tavole. Venduta in Italia e in Europa. In alcuni casi, rivenduta a quelle stesse aziende - multinazionali, marchi importanti, grosse centrali del latte - che anziché smaltire regolarmente i prodotti ormai immangiabili li piazzavano, - senza spendere un centesimo ma guadagnandoci - a quattro imprese con sede a Cremona, Novara, Biella e Woringen (Germania).
Tutte riconducibili a un imprenditore siciliano. Era lui il punto di riferimento di marchi come: Galbani, Granarolo, Cademartori, Brescialat, Medeghini, Igor, Centrale del Latte di Firenze. E ancora: Frescolat, Euroformaggi, Mauri, Prealpi, e altre multinazionali europee, in particolare austriache, tedesche e inglesi. E' quello che si legge nell'ordinanza del pm cremonese Francesco Messina. Un giro da decine di milioni di euro. Una bomba ecologica per la salute dei consumatori.
Le indagini - ancora aperte - iniziano due anni fa. A novembre del 2006 gli uomini della Guardia di Finanza di Cremona fermano un tir a Castelleone: dal cassone esce un odore nauseabondo. C'è del formaggio semilavorato, in evidente stato di putrefazione. Il carico è partito dalla Tradel di Casalbuttano ed è diretto alla Megal di Vicolungo (Novara). Le due aziende sono di Domenico Russo, 46 anni, originario di Partinico e residente a Oleggio. E' lui l'uomo chiave attorno al quale ruota l'inchiesta. E' lui il dominus di una triangolazione che comprende, oltre a Tradel e Megal, un terzo stabilimento con sede a Massazza, Biella, e una filiale tedesca. Tradel raccoglie, sconfeziona e inizia la lavorazione. Megal miscela e confeziona. A Casalbuttano i finanzieri trovano roba che a vederla fa venire i conati. Prodotti caseari coperti da muffe, scaduti, decomposti e, peggio ancora, con tracce di escrementi di roditori. Ci sono residui - visibili a occhio nudo - degli involucri degli imballi macinati. Dunque plastica. Persino schegge di ferro fuoriuscite dai macchinari. La vera specialità della azienda è il "recupero" di mozzarelle ritirate dal mercato e stoccate per settimane sulle ribalte delle ditte fornitrici, di croste di gorgonzola, di sottilette composte con burro adulterato, di formaggi provenienti da black out elettrici di un anno prima. "Una cosa disgustosa - racconta Mauro Santonastaso, comandante delle fiamme gialle di Cremona -. Ancor più disgustoso - aggiunge il capitano Agostino Brigante - , è il sistema commerciale che abbiamo scoperto".
Non possono ancora immaginare, gli investigatori, che quello stabilimento dove si miscela prodotto avariato con altro prodotto pronto è lo snodo di una vera e propria filiera europea del riciclaggio. Mettono sotto controllo i telefoni. Scoprono che i pirati della contraffazione sono "coperti" dal servizio di prevenzione veterinaria dell'Asl di Cremona (omessa vigilanza, ispezioni preannunciate; denunciati e sospesi il direttore, Riccardo Crotti, e due tecnici).
Dalle intercettazioni emerge la totale assenza di scrupoli da parte degli indagati: "La merce che stiamo lavorando, come tu sai, è totalmente scaduta... ", dice Luciano Bosio, il responsabile dello stabilimento della Tradel, al suo capo (Domenico Russo). Che gli risponde: "Saranno cazzi suoi... " (delle aziende fornitrici, in questo caso Brescialat e Centrale del Latte di Firenze, ndr). Il formaggio comprato e messo in lavorazione è definito - senza mezzi termini - "merda". Ma non importa, "... perché se la merce ha dei difetti. .. io poi aggiusto, pulisco, metto a posto... questo rimane un discorso fra me e te... " (Russo a un imprenditore campano, si tratta la vendita di sottilette "scadute un anno e mezzo prima"). Nell'ordinanza (decine le persone indagate e denunciate: rappresentanti legali, responsabili degli stabilimenti, impiegati, altre se ne aggiungeranno presto) compaiono i nomi delle aziende per le quali il pm Francesco Messina configura "precise responsabilità".
Perché, "a vario titolo e al fine di trarre un ingiusto profitto patrimoniale, hanno concorso nella adulterazione e nella contraffazione di sostanze alimentari lattiero-casearie rendendole pericolose per la salute pubblica". Il marchio maggiormente coinvolto - spiegano gli investigatori - è Galbani, controllato dal gruppo Lactalis Italia che controlla anche Big srl. "Sono loro i principali fornitori della Tradel. Anche clienti", si legge nell'ordinanza. Per i magistrati il sistema di riciclaggio della merce si basa proprio sui legami commerciali tra le aziende fornitrici e la Tradel. Con consistenti vantaggi reciproci. Un business enorme: 11 mila tonnellate di merce lavorata in due anni. Finita sugli scaffali dei discount e dei negozi di tutta Europa. Tremila le tonnellate vendute in nero. E gli operai e gli impiegati? Erano consapevoli. Lo hanno messo a verbale. Domanda a un'amministrativa: "Ha mai riferito a qualcuno che la merce era scaduta o con i vermi?". Risposta: "No, tutti lo sapevano".

giovedì 24 luglio 2008

compleanno

Oggi è il mio compleanno.
Il tempo passa inesorabile. Sono 47!
Oggi a mare.

terremoto nel canale di sicilia

Stanotte, alle ore 2:56, un terremoto è stato localizzato nel canale di Sicilia, vicino Malta.
Il terremoto ha avuto una magnitudo di 3,2° della scala Richter, e l'epicentro è stato localizzato ad una profondità di km. 11,1.

mercoledì 23 luglio 2008

sanatoria vigneti

Scade il 31 luglio il termine ultimo per regolarizzare le superfici vitate abusive.
Il Reg. CE 1227/2000 prevede la possibilità di sanare le proprie posizioni versando la cifra di € 258/ettaro per le irregolarità formali, e € 1.033/ettaro per le irregolarità sostanziali.
Con questa sanatoria si chiude definitivamente la possibilità di ulteriori regolarizzazioni delle superfici vitate abusive.

rimborso danni della siccità 2001-2002

L'11 luglio nella GURS è stato pubblicato un AVVISO dell'IPA di Siracusa, con il quale si invitano tutti coloro che hanno presentato a suo tempo la richiesta di rimborso dei danni subìti a causa della siccità 2001/2002 ad integrare la documentazione per il pagamento dei rimborsi.
All'IPA di Sr e presso le Condotte Agrarie è disponibile l'elenco dei documenti da presentare.
Trascorsi 30 giorni dalla data di pubblicazione sulla GURS l'IPA provvederà ad archiviare le istanze fatte a suo tempo.

via le accise

Ottima la scelta del Presidente della Regione Siciliana Raffaele Lombardo di far eliminare le accise dai prodotti petroliferi, quale risarcimento per i danni ambientali provocati dalla raffinazione del petrolio; e ciò è ancor più valido in considerazione del fatto che la Sicilia produce, anche se in piccola quantità, petrolio e gas naturale.
Ma mi domando: se ciò è possibile, ed in effetti lo è ed è anche previsto nello Statuto della Regione Siciliana, perchè mai nessuno lo ha fatto prima? Ignavia? Menefreghismo? O ... peggio, è una operazione impossibile?
E se sarà possibile effettuarla, a parte i riflessi positivi sui noi tutti, o sul turismo, sull'agricoltura, ecc, chi paga i danni della mancata attuazione della norma fino ad adesso?
Io chiederei i danni ai vari Presidenti che si sono succeduti nel corso degli anni!!!!
Così...chi viene appresso ... mediterà sul passato, ed opererà di conseguenza!

bossi e la sua malattia

Rispetto le persone malate, tanto più quando vengono colpite da malattie che lasciano il segno. Ma Bossi ha oltrepassato la soglia della decenza, e nessuna malattia, o residuo di essa, può scusarlo per i suoi atteggiamenti e per le sue esternazioni del tutto gratuite ed irritanti.
Berlusconi non lo scarica; ma nemmeno i suoi colleghi di partito. Vuol dire che a loro sta bene così. Alla stragrande maggioranza degli Italiani, esattamente al 91%, non piace, altrimenti lo avrebbero votato!
Che tenga conto di ciò, ma soprattutto mi piacerebbe vedere in lui ed in molti altri leghisti "l'educazione", regola fondamentale per il vivere civile; educazione che manca, e si vede!

martedì 22 luglio 2008

caro latte

Insieme a tutte le altre cose che sono aumentate terribilmente, il latte fa la sua parte.
Gli allevatori vengono pagati una miseria, ma come sempre chi guadagna è chi compie i vari passaggi. Ne fa le spese il consumatore.
Il Ministro leghista Luca Zaia intende regimare un questa vicenda, assegnando un prezzo di 5 centesimi in più agli allevatori. Ottima proposta, ma non basta. Il prezzo del latte è troppo basso per chi lo produce, e troppo alto per chi lo compra. E' sempre la solita storia.
Buona l'iniziativa del Ministro, che però non riscontriamo in altri settori di agricoltura mediterranea.
Un di coraggio in più, un intervento a 360°, un di interesse a tutte quelle regioni che producono sotto il fiume Po, e poi ... potremmo anche dire che qualcosa si muove.
Ma fino ad oggi ... è troppo poco.
Speriamo bene; forse stavolta ... il leghista guarderà il vituperato Mezzogiorno d'Italia?

thè verde

A proposito di rosso allura e di schifezze che ci vengono propinate seguendo la moda alimentare, vi invito a leggere un bellissimo ed esaustivo post sul blog di Gianna Ferretti (docente presso l’istituto di Biochimica della Facoltà di Medicina e Chirurgia e della Scuola di Specializzazione in Scienze dell'Alimentazione dell’ Università Politecnica delle Marche), post relativo al thè verde.
Potete leggere la composizione dei prodotti di spicco dell'industria, ed anche cosa succede nel resto del mondo.
Nello stesso blog potete sbizzarrirvi a leggere le malefatte del rosso allura.
A proposito di schifezze alimentari, qualche giorno fa un lettore del blog mi invitava a documentarmi sul "galbanino & C.". Mi sto facendo una cultura di schifezze (anche qui) e fra qualche giorno scriverò ... un post che riguarda proprio questo alimento ... che tutte le case lattiero-casearie ci propinano.

evviva l'italiano

Questa scritta campeggiava in un cantiere.
La parola ESPROPI è stata poi sistemata a penna.
Se ingrandite l'immagine potete notare la correzione in ESPROPRI.
Capita di sbagliare, un pò a tutti, ma la foto mi è piaciuta e l'ho ripresa.

un pezzo di storia

Un vecchio motore.
Alimentava una serie di pulegge che estraevano l'acqua da un pozzo "alla romana".
Oggi al suo posto l'acqua viene emunta da una elettropompa sommersa.
Ma quel motore è stato gelosamente conservato per ricordo.
E' intatto, e mi è stato assicurato che partirebbe immediatamente.
Un motore pesantissimo, ma efficiente per l'epoca in cui è stato installato.
Un pezzo di storia che è rimasto inalterato, e che rimarrà testimonianza di quali lavori venivano realizzati un tempo.

lunedì 21 luglio 2008

come risparmiare sui costi energetici

L'irrigazione, quasi sempre, è legata ai costi di sollevamento o di rilancio dell'energia elettrica.
L'ENEL stipula alcuni contratti in cui le fasce orarie serali-notturne e dei week-end sono tariffate alla metà del costo che, invece, viene tariffata durante il giorno.
Chi possiede impianti di irrigazione che possono funzionare senza il controllo umano, quali impianti a goccia, impianti a pioggia sopra e sotto chioma, può utilizzare le fasce orarie serali e notturne per risparmiare.
Il risparmio si spinge oltre il 50% perchè tutte le addizionali, l'IVA ecc, vengono applicate a valle del costo energetico, per cui il 50% di risparmio viene superato.
Ovviamente per irrigare la sera e la notte, visto che nelle campagne non c'è più nessuno bisogna dotarsi di valvole a comando elettrico, quale l'idrovalvola in foto, che consentono l'apertura e la chiusura dei vari settori in cui è stato suddiviso l'impianto di irrigazione.
La valvola automatica che vedete in foto è in ghisa, ed ha un piccolo programmatore autonomo, che consente di evitare scavi lungo tutto il fondo, e consente di risparmiare anche nella fase dell'installazione. Ce ne sono anche con monocavo e decodificatori, via radio, ma questa è la più economica sia perchè può essere montata con manodopera aziendale, sia perchè non necessita di centraline, computer, cavi, scavi ecc.

impianti abbandonati

Quello che vedete nella foto è uno dei tanti agrumeti abbandonati.
Come questo se ne vedono tanti, sempre di più; molti sono anche andati a fuoco.
Se non se li porta via la "tristeza", se li porta via l'abbandono di agricoltori stanchi e disamorati.
Ogni giorno, al vedere questi impianti, penso: per quanto tempo resisterò?

trasgressioni viarie

In un'unica foto ... una serie di infrazioni al codice della strada: motociclista senza casco, auto in prossimità di incrocio, auto in doppia fila.
Solo in questo incrocio "c'era da farsi soldi", ma di Vigili Urbani nemmeno l'ombra.

domenica 20 luglio 2008

alla larga da infostrada

Qualche giorno fa vi ho raccontato della disavventura nella quale sono incappato: INFOSTRADA!
Dal 21 giugno, da 4 settimane piene quindi, non riesco a far funzionare l'ADSL, che va ad una velocità scandalosa!
Telefono al 155, mando mail, fax, ho anche fatto una denuncia al Garante per le comunicazioni: niente. Tutto tace, tutto dorme.
Dorme anche il rientro in Telecom, che mi era stato pattuito in 20 giorni. Tace anche quello.
Ma che si deve fare? "lasciare il mondo com'è", come ho già scritto. Se vi funziona tutto, lasciate stare tutto com'è, ma .... fatevela alla larga da INFOSTRADA; sono davvero scarsi!

collaudo del ponte

Sulla Tangenziale di Catania, nella zona di Passo Martino stanno realizzando l'innesto con l'autostrada Catania-Siracusa.
Qualche giorno fa stavano collaudando il ponte che vedete. Tre camion, carichi di materiale inerte, erano posteggiati per il collaudo dei pesi.
Da un geometra che lavora nell'impresa che esegue i lavori ho notizie che l'autostrada verrà aperta nei termini contrattuali.
Finalmente una scadenza che verrà rispettata!

fiat 850

Non ne incontravo da tanto tempo.
Questa era perfetta. Tenuta benissimo, e dopo aver fatto la foto mi sono avvicinato. Niente ruggine. L'850 era perfetta.
Da bambini la guardavamo. Mio padre si comprò quella spider, di colore azzurro; due posti secchi, e motore posteriore. Poi facevamo la gara per andare con lui, con la capota aperta; così tornavamo dal lido Galatea (un mito di lido) a Trecastagni, mio padre ed a turno uno di noi figli. Mi ricordo ancora la targa di quella 850 spider: CT 227764. Questa 850 mi ha fatto tornare indietro di 35 anni!

sabato 19 luglio 2008

ieri in gazzetta ufficiale

Sulla GURI n. 167 di ieri è stato pubblicato:
MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE
DECRETO 7 luglio 2008
Dichiarazione dell'esistenza del carattere eccezionale degli eventi calamitosi verificatisi nella regione Sicilia.
Provincia di Messina: piogge alluvionali del 25 ottobre 2007; provvidenze di cui all'art. 5, comma 3 nel territorio dei comuni di Ali', Ali'Terme, Fiumedinisi, Furci Siculo, Itala, Mandanici, Messina, Nizza diSicilia, Pagliara, Roccalumera, Scaletta Zanclea.

residui del terremoto 2002

Nell'ottobre 2002 ci fu un terremoto assai devastante, che fra l'altro portò all'emissione di cenere per due mesi e mezzo.
Nonostante le promesse, nonostante i soldi spesi, nonostante l'ANAS realizza opere inutili (come la rotatoria al ponte Primosole - oggetto in questi giorni di "revisione", dopo appena un anno dalla sua costruzione), nonostante le "passeggiate in vetrina" di politici acesi ... nonostante tutto ciò a Guardia Mangano, nella zona delle "calate del sorbo", in piena S.S. 114, non è stato effettuato ancora nessun intervento.
le transenne poste nell'ottobre 2002 sono ancora lì, e l'edera ... in più parti le sovrasta ...

non siamo a napoli

Siamo a Catania. A Canalicchio.
Ieri ho visto tutta questa spazzatura. Speriamo che non sia l'inizio di una lunga "querelle" che porta Catania a farsi "inserire" fra le città più sporche d'Italia.

autostrada CT - SR lavori in corso

Chi percorre la Tangenziale di Catania si sarà accorto di questi tubi giganteschi.
Sono posti sotto la nuova rampa che farà transitare il traffico in direzione Primosole.
Ma quanta acqua dovrà passarci? perchè mai questi tubi così grandi?
Un mistero.

venerdì 18 luglio 2008

che me ne faccio della dia?

Il titolo non ha bisogno di commenti.
Ieri, durante una ispezione giudiziale, in una campagna ... ecco cosa ho trovato.
All'interno della gabbia raffazzonata delle galline. Un cane, accompagnato da migliaia di zecche, che andavano dappertutto - anche su di noi - viveva accanto.
Che me ne faccio della DIA, ho pensato, quando ci sono queste situazioni?
Prima di farcire centinaia di carte di inchiostro, forse sarebbe il caso di risolvere ben altri problemi.
p.s.: di Nembo Kid nessuna notizia: è già in ferie al Ministero?

autostrada CT - SR lavori in corso

Siamo nella zona di Passo Martino (CT).
Quello che vedete è uno dei due ponti sul fiume Simeto. L'altro è già stato realizzato.
Nel frattempo al ponte di Primosole sono iniziati i lavori sulla rotatoria realizzata appena un anno fa, e che ha creato file ancora più lunghe di quante ce ne fossero prima della costruzione della stessa.
E questi lavori quando li fanno? in estate! E' ovvio, quando c'è più traffico. Altrimenti ... che gusto c'è?

furti di tutto

Questo ventilatore antigelo è stato privato di motore, serbatoio, pannello fotovoltaico, agitatore per i trattamenti, giunto cardanico, è rimasta solo la torre e la pala ... fino a quando?
Tutto rubato; non so da quanto tempo, ma sparito ed ingoiato in chissà quale altoforno ...

giovedì 17 luglio 2008

plauso

Lo voglio dire forte. Plauso al dott. agr. Annibale Vinci.
Chi non lo conosce si chiederà chi è!
Chi lo conosce si chiederà perchè!
Il dott. Annibale Vinci è il responsabile della Biofabbrica di Ramacca, quella struttura dell'ESA che produce gli entomoparassiti utili, ovvero quegli insettini che parassitizzano altri insettini dannosi ad alcune colture, quali il Leptomastyx ed il Cryptolaemus contro il Cotonello degli agrumi e l'Aphitis contro l'Aonidiella degli agrumi.
Perchè mai il plauso?
Perchè alla faccia di tanti burocrati, alla faccia della DIA, alla faccia della burocrazia è riuscito a predisporre un modulo, che le aziende agricole interessate debbono compilare, estremamente semplice, di appena una pagina a due facciate, in cui inserire pochi dati, quelli essenziali, e che in meno di un minuto si compila.
Burosauri di tutto lo scibile umano .... prendete esempio da questo modulo semplificato!
Grazie Annibale, grazie mille. Vai alla Top Ten delle persone che aiutano gli agricoltori, delle persone che sintetizzano la burocrazia, delle persone che rendono più semplice la vita di ogni giorno. FINALMENTE!
Nel mio cuore ... il dott. agr. Annibale Vinci è il Funzionario dell'anno 2008!

chissà chi piange

Da lontano mi era sembrato un furgone che trasportava ponteggi, un furgone "a posto".
Non appena mi sono avvicinato la sorpresa: nel furgone c'era di tutto, ponteggi, reti di letto, cancelli, bombole di gas, parafanghi ... chissà chi li piange ...

rosso allura a volontà

Per concludere la lunga carrellata sul rosso allura (E129), vi mostro due foto scattate al banco frigo di un supermercato. Nel banco frigo in genere vengono poste le spremute di arancia rossa, quelle "vere".
Toh ... guarda ... anche qui il rosso allura, anche se il 22% è spremuta di arancia rossa, ma rosso allura ... sempre presente!

mercoledì 16 luglio 2008

PSR agroambientale in scadenza

Domani è l'ultimo giorno per integrare la documentazione del PSR, misura 214, bando agroambientale.
Non dimenticate di farlo, pena l'annullamento dell'istanza.