domenica 31 agosto 2008

riapre la caccia

Domani riapre la caccia fra mille proteste della LAV.
L'unico augurio che faccio è quello che non vi siano feriti e che non vi sia accanimento contro le prede.
Spero, inoltre, che i cacciatori siano riguardosi delle proprietà altrui e dei campi coltivati, cosa che quasi sempre non avviene.

il declino

Domani è il 1° settembre. Le giornate (di luce) si sono accorciate. L'estate meteorologica finirà il 21 settembre, e nel frattempo le temperature si sono abbassate. Verso venerdì o al massimo sabato le temperature subiranno un innalzamento. Ma sarà una "coda" dell'estate. Di pioggia significativa ... un bel niente. La Sardegna ha già chiesto lo stato di calamità per la siccità. La Regione Siciliana? Caro Presidente, ce la facciamo a farci ascoltare?

errore "bestiale"

In un negozio di souvenir c'erano esposte delle borse di tela. C'era stampata, anzi ricamata, tutta la Sicilia, con le città ed i monumenti principali. Il mio occhio viene attirato dalla scritta "LEOLIE" anziché "EOLIE" o "L'EOLIE". Mi avvicino, prendo la borsa e vedo che è scritto tutto unito. Forse l'hanno fatta in Cina?Ma nessuno si è accorto dell'errore "bestiale"? Nessuno protesta? Eppure continuano a venderla!

panchina double-face

Sempre a Sciacca in una piazzetta ho scoperto la prima panchina "double-face". Prima pensavo che i tre ragazzi seduti al contrario lo facessero per "il passìo" o per una sorta di ostentazione delle "mutande di fuori". Invece in un altro giorno ho visto che tutti, anche quelli più anziani, e senza nulla da ostentare, utilizzano questa panchina, e solo questa, al contrario.

tabella "traditrice"

Sono stato a Sciacca una settimana in vacanza. Bellissime spiagge, mare stupendo. Vicino il porto leggo questa insegna. Mi dicono che è uno dei più antichi bar. Ci sediamo, assieme a mia moglie e mia figlia. Ordiniamo le granite. "Solo limone" dice il garzone; "e mandorla?" chiedo io. "No solo limone, non ne facciamo di altri sapori". Entro dentro, guardo la sfilza di gusti, e chiedo "mandorla?". "A Catania deve andare" mi risponde una anziana signora, "noi facciamo solo limone". Torno al tavolo ed ordino due granite di limone per mia moglie e per mia figlia. Io niente. Volevo assaggiare la granita di mandorla, visto che a due passi ci sono i mandorleti di Agrigento ... niente da fare! "Mi rifarò a casa" ho pensato, ed ho fatto le foto alla "tabella traditrice".

sabato 30 agosto 2008

dazi doganali

I dazi doganali sono stati eliminati da tempo. Ma forse è il caso di reintrodurli.
Ogni giorno i prodotti provenienti dai paesi africani, dalla cina e dall'india aumentano, e fanno concorrenza sleale ai nostri prodotti, in un'economia che arranca, affanna e non riesce a ripartire. L'India applica dazi del 100% a tutti quei prodotti importati che vengono prodotti anche in quel paese; in Cina i dazi vengono applicati a tutto, tranne per alcuni prodotti in "interscambio", ovvero quei prodotti che pareggiano la bilancia commerciale. Le economie in crescita quali Cina, India e nord-Africa, sono economie che sopravvivono per i costi di produzione bassissimi. In Cina un operaio, che lavora mediamente 15 ore al giorno, guadagna 6 dollari, in India per 12 ore di lavoro al giorno un operaio guadagna 3,5 dollari, nei paesi nord-Africani un operaio che lavora 12 ore al giorno guadagna 10 dollari. Quanto costa un operaio in Italia? Almeno 60 euro al giorno fra salario e contributi previdenziali ed assistenziali, e ... per 7 ore o meno di lavoro. Con queste differenze dove andremo a finire se non verranno reintrodotti i dazi doganali?

0%

Che significa? In attesa di che? Intanto applicano lo sconto dello 0%. Ma chi attireranno? Lo 0%, mai visto prima.

fate attenzione

Eraclea Minoa (AG) Nello spazio antistante il ristorante-bar che fronteggia la spiaggia, un roboante cartello avvisa i malintenzionati. Ho verificato: 1) il cane è una sorta di bassotto assai socievole e pronto a giocare on tutti 2) il "padrone" è un settantenne in BMW che l'unica cosa che ha fatto dopo essere arrivato verso le 12.15 è stato mangiare spizzicando qua e là. Del dobermann e della pistola raffigurati nel cartello nemmeno l'ombra. Cosa è rimasto? Solo il mare, il posto incantevole, una bella giornata e basta.

spuntino prematrimoniale

L'ho beccato nella sua macchina "vestito da matrimonio". Non ce la faceva più, poverino. Si è comprato un pezzo (per la verità un quarto) di focaccia e se la mangiava di nascosto, a pochi passi dalla chiesa. Chissà cosa si sarà mangiato durante il ricevimento! Mancava il vino, o almeno non l'ho visto.

venerdì 29 agosto 2008

terremoti in sicilia oggi

Due gli eventi tellurici registrati oggi in Sicilia. Il primo nel centro dell'isola, fra Valguarnera e Aidone alle ore 13.43 ha avuto una magnitudo di 2,3 ° della scala Richter ed è stato localizzato alla profondità di km. 10. Il secondo è stato localizzato in mare fra Ustica e le isole Eolie alle 15.28, ed ha avuto una magnitudo di 2,5° della scala Richter alla profondità di km. 37,6.

povero almirante

Il Presidente della Camera Gianfranco Fini finisce nella bufera per essersi immerso in acque vietate al largo dell'isola di Giannutri (Grosseto). Poi cerca di riparare dicendosi disposto di pagare la multa. Ma non basta: intanto l'immersione l'ha fatta. Come dire: "vado in controsenso, e poi pago la multa". Povero Giorgio Almirante. Se potesse vedere che hanno fatto del suo partito; come molti giovani deputati e militanti di AN sono solo dei fannulloni aggrappati al vento del comando, o peggio dei finti condottieri che pontificano emettendo anche poderose"bolle papali" (che si rivelano del tutto inutili ed anche dannose). Povero Giorgio Almirante, che della signorilità aveva fatto un baluardo, così come pure della coerenza del suo partito.

una peste ...

Un noto ed ottimo agrumicoltore l'ha definita "la peste di DIO". E' un'erba infestante che sta "colonizzando" il nostro territorio. La troviamo ovunque, e la lotta è difficilissima. Si è propagata a dismisura in seguito alla non lavorazione dei terreni ed all'abbandono di molte zone e molti areali. Fino all'anno scorsoi il famoso SECCATUTTO (diquat+paraquat) riusciva a farla morire, ma solo nella parte aerea, e se l'intervento veniva effettuato in primavera la pianta moriva definitivamente. Oggi, col SECCATUTTO tolto dal mercato, esiste un solo prodotto a base di diquat, che ha il medesimo effetto del SECCATUTTO. La pianta, denominata Seppola Canadese (o anche Coda di Volpe) ha due nomi botanici: - Erigeron canadensis Pourret - Conyza canadensis (L.) Cronquist Cambia il nome, ma il risultato no. E' molto difficile lottarla. In molti mi chiedono come si fa ad eliminarla. L'anno scorso ho fatto prove con decine di diserbanti, e con le concentrazioni e le formulazioni più disparate. Niente! Riesce a farla morire solo il disseccante. Tutto il resto è "acqua fresca"e denari buttati al vento. In questi giorni un collega responsabile di due note industrie di fitofarmaci mi ha indicato un nuovo principio attivo che dovrebbe sconfiggerla. L'ho ordinato, e vi farò sapere se e come funziona. Negli Stati Uniti esiste una mappa on-line che mostra lo stato della resistenza delle piante al diserbo. La Conyza risulta essere la prima dicotiledone che ha sviluppato una resistenza al glifosate (leggete qui). Quindi il problema non è solo il nostro, ma è assai esteso. Nel Tennessee, ad esempio, la Conyza sta dando grossi problemi nella coltura della soia, ed anche in molte altre colture "a fila".

a napoli droga nel menù del ristorante

Vi riporto un articoletto trovato sul sito dell'ANSA. A Napoli succede davvero di tutto.
In un ristorante del Napoletano c'era anche il menù delle droghe che i clienti potevano assumere in apposite camere al piano superiore. A Quarto, in via san Nullo, nel ristorante Il Cascinale, i CC hanno arrestato in flagranza di reato per detenzione di droga a fini di spaccio Salvatore Sebastiano, 38 anni, titolare dell'esercizio, suo padre Giulio, 64 anni, e Patrizio Merone, 32 anni, che lavorava nel locale come cuoco. I militari hanno anche trovato nelle cucine 6 grammi di cocaina.

la lapa "ibrida"

Si parla tanto di vetture alimentate a GPL, Metano, Biodiesel, vetture ibride.
Ecco cos'ho trovato in spiaggia l'altro giorno. Una "Lapa" ibrida. Mi avvicino e sopra il tetto della cabina aveva un generatore elettrico ... mi avvicino ancora e mi accorgo che invece il gruppo elettrogeno serviva per alimentare le luci di tutta quella roba che il venditore ambulante di turno vendeva sulla spiaggia, fino a sera tarda. Svanita la Lapa Ibrida quale sarà la nostra prossima vettura economica?

giovedì 28 agosto 2008

assagi di riuturi

Ieri, nel primo pomeriggio, un temporale ha interessato una vasta area della Sicilia, da Portopalo, fino a Lentini, e fino ad Enna. In più zone la pioggia, abbattutasi con violenza, ha raggiunto i 10 mm. Eccoli i "riuturi d'austu", li aspettavamo. Speriamo in qualche altro episodio, magari di maggiore intensità, così da allentare la morsa della siccità, e far rinfrescare l'aria. Tanto ... se aspettiamo il Ministro Luca Zaia ... stiamo freschi!

4° anno dall'impianto

Ancora da Raffaello Savarese, e speriamo che non "me ne dice quattro"!!! Nel 2004 impiantammo un pescheto, circa 7 ettari. Guardatelo bene: quest'anno, dopo quattro anni era in piena produzione. Una varietà precocissima, che si raccoglie i primi di maggio. Le piante ormai sono nel pieno della maturità produttiva. Anche qui ... spese, dolori, sofferenze, sussulti, attese, ma alla fine ce l'ha fatta. Ci ha creduto ed ecco che adesso è il tempo dei "rientri".

irrigazione e filtraggi

Queste due foto ritraggono situazioni a cui siamo abituati: l'immissione in un laghetto polmone di acqua irrigua proveniente dal Consorzio di Bonifica. Proprio queste acque sono le più sporche. Portano con di tutti; a volte anche pesci, rane, ramoscelli. Ecco che il filtraggio diventa non solo indispensabile, ma assai delicato. I filtri a rete (o a calza) non bastano più, e bisogna aggiungere quelli a "ciclone" o "a sabbia". Se abbiamo un impianto "a goccia", inoltre, i filtri a dischi sono d'obbligo. Curate il filtraggio, prima che l'impianto irriguo venga riempito da elementi estranei che alla lunga ne pregiudicano la funzionalità.

si vergogneranno?

Il cartello è chiaro: PREZZI VERGOGNOSI.
Non sono andato a vedere se erano vergognosi nel senso che erano esagerati o al contrario, come dovrebbe essere.
Però mi è piaciuto. Allora, avv. Lina Arena, ho vinto il premio?

a mali estremi....

Quando i rallentatori non funzionano parlo dei "freni messicani", ovvero quelle cunette artificiali poste lungo le strade per rallentare la velocità delle autovetture, allora si corre ai ripari. Guardate cos'hanno fatto in Cina. Una corsia in cemento nella quale fare zig-zag a costo di ... sbatterci con la macchina! A proposito sapete perchè si chiamano "freni messicani" (topes)? L'ho scoperto nel 1995 quando andai in Messico in vacanza. Lì molti si mettono al volante ubriachi, per lo più di birra, ed allora il governo ha inventato questo sistema, che era davvero presente un pò ovunque, riducendo enormemente gli incidenti.

mercoledì 27 agosto 2008

alitalia

Ecco come si tira fuori 1 Miliardo di euro. Si ricatta il governo facendo assumere 5.000 persone fra il catasto, l'agenzia delle entrate e le poste. Immagino un meccanico ex-Alitalia che fa gli accertamenti patrimoniali, o una hostess che fa gli accatastamenti. Forse se la passa meglio un pilota facendo il portalettere, o timbrando raccomandate. Il tutto a carico di noi che paghiamo le tasse! Così l'Alitalia sapevo comprarla anch'io, e forse avrei fatto shopping anche per FIAT e TELECOM, e se avanzava tempo potevo interessarmi all'AGIP PETROLI!

cassa integrazione

Il 28 luglio scorso ho scritto un post su quel giornalista (tale Salvatore Scarpino) de IL GIORNALE, ignorante in materia agricola, che definiva i rimborsi agli agricoltori per lo scirocco una cosa costosa ed inutile. Lo stesso "pezzo" l'ho inviato al quotidiano LA SICILIA; che regolarmente lo ha censurato, come avviene ormai da tempo. Pazienza! Oggi scrivo per commentare la cassa integrazione a 4.000 operai della FIAT, che al rientro dalle ferie si troveranno in vacanza forzata, con il "placet" del Governo che paga. Caro Scarpino ... non commenti queste elargizioni alla FIAT, o ti interessa solo dare addosso agli agricoltori meridionali, in piena sintonia con il Ministro leghista Luca Zaia, che a quanto pare si interessa solo delle colture continentali? Come siamo caduti in basso! O ... com'è rimasto tutto come prima!!!!!

attenzione al cotonello

Le condizioni climatiche di questo periodo, temperature non tanto alte ed umidità elevata, hanno favorito il ritorno del cotonello degli agrumi. Che fare? O interveniamo immettendo i soliti insettini predatori (leptomastyx e criptolemous) o effettuiamo un trattamento, tenendo conto dei tempi di carenza e delle quantità da utilizzare. Monitorate bene i vostri appezzamenti, per evitare brutte sorprese, ed intervenire in tempo.

siesta mattutina

In un distributore di benzina ... col caldo, con le esalazioni degli idrocarburi ... fine estate ... insomma gli ingredienti per la siesta c'erano tutti.

martedì 26 agosto 2008

ancora dolore

Vi ricordate questa foto?
Questa è una delle foto "simbolo" delle gelate del febbraio scorso abbattutesi nella Piana di Catania. Qui siamo a Lentini. Il dolore rimane, l'indifferenza Ministeriale pure. Che fa il Ministro Luca Zaia? Si interessa dei suini, del Brunello e delle quote latte. Noi ... possiamo anche soccombere. "Che vogliono questi terroni" penserà. E tira avanti per le colture continentali! Le manca il cuore, quel cuore che ci fa alzare la mattina e andare in campagna, quel cuore che ci fa rialzare la testa, quel cuore che ci fa barcamenare fra mille difficoltà, quel cuore che ci fa andare avanti nonostante la DIA o quel fannullone di Nembo Kid, seduto sul trono a pontificare un bel niente. Caro Ministro le manca il cuore! Noi, però, siamo più forti. Aspettiamo! Sappiamo aspettare che venga un altro Ministro, uno che si interessi di noi, anche se ciò comporti una attesa decennale. Noi vinciamo sempre: siamo sempre qui ... Lei ... "domani" non ci sarà più! Sarà solo un ricordo, un brutto ricordo, un inutile ricordo!

tripletta

L'avvocato Lina Arena stavolta deve per forza darmi il premio, che dice voler istituire. Molti altri cartelli sono stati assai più belli e divertenti, ma questa tripletta ... in un unico esercizio commerciale, e poi ... che ridere: ribadire la stessa cosa... LASCIATE QUESTE BOTTIGLIE LI'! Non vuole che ve le portate via! Intesi? E ... La birra va versata nei bicchieri! Non vi montate la testa!

attenti al pane e alla pasta

Riporto un bell'articolo dell'ANSA sul pericolo derivante dalla elevata assunzione di pane e pasta.
Troppa pasta e dolci mandano in tilt il cervello: l'eccesso di carboidrati e zuccheri e' capace di compromettere il naturale meccanismo di regolazione della fame, controllato da alcuni neuroni. Le cellule blocca-appetito si spengono e si ingrassa. A scoprirlo e' stato Zane Andrews, neuroendocrinologo dell'universita' australiana di Monash, indagando i meccanismi che regolano lo stimolo della fame nel cervello umano. La sua ricerca, pubblicata su 'Nature', ha dimostrato come queste particolari cellule si deteriorano con l'invecchiamento e con un'alimentazione sbagliata. ''Quando lo stomaco e' vuoto - ha spiegato Andrews - un ormone (la grelina) segnala al cervello che siamo affamati. Se abbiamo gia' mangiato, invece, si attivano dei neuroni detti Pomc, che inibiscono l'appetito. I radicali liberi attaccano questi neuroni, provocando degli squilibri nell'organismo umano''. Una dieta particolarmente ricca di carboidrati e di zuccheri rischierebbe di provocare, secondo il professore, un deterioramento prematuro delle cellule cerebrali che bloccano l'appetito. ''Piu' carboidrati si mangiano, piu' si danneggiano queste cellule, e si finisce per mangiare di piu''', ha dichiarato Andrews. Le persone a rischio sono quelle della fascia d'eta' tra i 25 e i 50 anni, perche' i loro neuroni potrebbero essere gia' stati ''spazzati via'' da una dieta squilibrata''. (ANSA).

lunedì 25 agosto 2008

1° anno di vita

Giorni fa vi ho mostrato le foto di un impianto di Primosole in produzione, quello di Raffaello Savarese, impianto al 4° anno di età. Oggi vi mostro le foto del medesimo impianto, dopo appena un anno. Potevamo pensare mai che dopo 4 anni queste esili piantine potessero produrre tutta la quantità che, invece, hanno prodotto? Un successo; siamo contenti. Ogni tanto ... qualcosa di buono che funziona! Questa è una delle tante cose che nella mia professione mi procura gioia, e fa svanire tutti gli altri elementi che "disturbano" l'operatività stessa: vedere le cose crescere dal nulla, e poi produrre con soddisfazione.

caro frutta e verdura

Leggete questo articolo di Repubblica: L'ortofrutta rincara del 200% dalla campagna alla tavola. Quante volte l'avrò scritto? Tantissime. Eppure c'è chi qui sul blog ha tentato di smentirmi. Leggete l'articolo, e ... poi lasciate qualche commento.

la lunga attesa

Quante volte ci è capitato di fare fila alle casse dei supermercati? Centinaia. Quante volte, invece, abbiamo aspettato le mogli? Molte di più! Questo signore, assai rassegnato, faceva passare tutti. "Aspetto mia moglie" ripeteva. Prima di me almeno cinque o sei persone. Tempo stimato: minuti 8 e 21 secondi. Fermo. Immobile. In silenzio.

domenica 24 agosto 2008

che dolore

A oltre sei mesi dalle gelate ... silenzio totale da pate del Ministero. Comincio a pensare che finirà esattamente come finì con la cenere lavica di fine 2002, che rovinò oltre il 40% degli agrumi pendenti, e come la potatura straordinaria dell'inverno 2001-2002, che il Ministero aveva stanziato, ma che l'allora Assessore Leontini stornò per altra calamità ... stranamente in un periodo pre-elettorale! Ma ci sarà mai un Magistrato che indagherà???? Come finì per queste due pesantissime calamità??? Nulla, nulla, ed ancora nulla! I danni li abbiamo avuti, li abbiamo pianti, li abbiamo subìti, e ci lecchiamo ancora le ferite! Una vergogna e basta. A che serve far vedere i danni a tutti, se poi ... il Ministero ci prende in giro? A che serve auto-avvolgersi in immense tribolazioni, se poi le istituzioni ci lasciano soli? La foto ritrae delle foglie di arancio nella indimenticabile mattina del 13 febbraio ... e quella mattina anche le lacrime gelarono!

cartelli

Il dott. Collovà mi ha mandato questo bel cartello, che penso interesserà l'avv. Lina Arena!

sabato 23 agosto 2008

siccità

Una crepa nel terreno. La siccità fa questi scherzi. Se fossimo stati al Nord ... apriti cielo! Invece, irrighiamo tranquillamente e non stiamo a fare storie. Ma la delimitazione delle tremende gelate di metà febbraio ... non si vede!

"non ci posso credere"!!!!

E poi facciamo la DIA!!!! Leggete qui: PESCHE PERCOCCHE. Era in un volantino di un supermercato di Ramacca (CT). Dove mi vanno gli occhi!

transumanza

Lentini (SR) Si trovano sempre più spesso questi greggi transumanti, anche dietro le curve, pericolosissimi! Ma l'UE non li aveva vietati?

venerdì 22 agosto 2008

terremoto a catania

Alle ore 12.53 un sisma è stato avvertito nel Catanese. Il sisma, di magnitudo 2,9° della scala Richter, è stato localizzato nel Golfo di Catania ad una profondità di km. 18,50.

il rientro dalle ferie

Oggi rientrando dalla Piana di Catania ecco cosa mi aspettava.
Una lunga coda sulla Tangenziale, nei pressi dello svincolo di S. Gregorio.
La lunga fila iniziava dove il cartello indicava Km. 2 dalla barriera ...
E' iniziato il rientro dei vacanzieri, che hanno anticipato ad oggi le partenze per non incappare negli ingorghi di domani.

buon riposo

Quest'uomo dormiva profondamente.
Si sentiva russare dal parcheggio.
Era davvero in "coma".
Beato lui, ho pensato, io che ieri mattina mi sono svegliato alle 03.30!!!!
Buon riposo ... a lui e a tutti quelli che riescono a dormire.

ce l'ho fatta

Cerca oggi, cerca domani, alla fine l'ho trovata.
Una bella spremuta di arancia al naturale, esposta al banco frigo ... senza il rosso allura.
Avete letto bene: senza il rosso allura!!!
Ahhhhhhhhhhhhh!

passione ...

Ecco una "visione".
Nutella a distesa ...
Nutella di dimensioni varie, da aprire e ... riversare in una vasca da bagno ... che cosa produce la teobromina nel cervello ......