sabato 31 agosto 2013

Piogge in arrivo

Ancora piogge nei prossimi da oggi e per due giorni.
Finalmente la Sicilia avrà un pò di “respiro” … dopo un anno e mezzo in cui le piogge sono state inferiori anche oltre al 50%.



Qui sotto delle mappe previsionali di piogge

Ieri in GURS

Nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana pubblicata ieri, la n. 40 sono stati pubblicati:

Assessorato delle risorse agricole e alimentari
DECRETO 8 agosto 2013.
Disposizioni in materia di agriturismo

DISPOSIZIONI E COMUNICATI

Assessorato delle risorse agricole e alimentari
Richiesta di riconoscimento della Indicazione geografica protetta “Favignana".

Qui sotto trovate tutte e due i provvedimenti.

venerdì 30 agosto 2013

Riaccendiamo l'Ordine degli Agronomi e Forestali di Catania - il regolamento elettorale

Oggi pubblico il regolamento elettorale che vede noi agronomi coinvolti alle elezioni per il rinnovo dei Consigli in tutta la nostra Regione, ma anche nel resto d'Italia.
Come sapete sono impegnato in prima persona con una "mia lista" che ho abbondantemente pubblicizzato e descritto; a tutti i colleghi, però, ho detto di venirci a votare, e ne ribadisco qui la data, nella seconda convocazione, atteso che negli anni passati la prima convocazione non è stata utile per l'elezione del Consiglio, poichè non si è raggiunto il quorum del 50% dei votanti.
Poichè non mi sembra giusto chiedere a tutti i votanti di ritornare all'Ordine a votare dopo uno o due giorni dalla prima votazione ... ecco che ho chiesto e chiedo di venire a votare il 21 (che è sabato), il 23, il 24 ed il 25 di settembre prossimo: alla seconda convocazione riusciremo senz'altro a rieleggere il nuovo Consiglio.
Ovviamente mi auguro che mia lista possa vincere, in caso contrario ... vuol dire che ... va tutto bene così com'è! Ne prenderemo atto.

Qui sotto pubblico il Regolamento elettorale che è normato da un D.P.R.
DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 8 luglio 2005, n.169  
Regolamento per il riordino del sistema elettorale e della composizione degli organi di  ordini professionali
IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Elezione all'Ordine degli Agronomi di Caltanissetta

Anche l'Ordine degli Agronomi e Forestali di Caltanissetta va verso il rinnovo del Consiglio.
Le date delle votazioni sono le seguenti:
- prima convocazione il 26 ed il 27 settembre 2013
- seconda convocazione il 28 e 30 settembre 2013, 1 e 2 ottobre 2013
- terza convocazione il 3, 4, 5, 7 ed 8 ottobre 2013

giovedì 29 agosto 2013

Siciliani fuori dal CONAF 3 e 4

Dopo i due post "Siciliani fuori dal CONAF" 1° e 2°, che trovate nei link che allego di seguito, ieri due lettere, una del collega dott. agr. Guido Bissanti, e l'altra del dott. agr. Germano Boccadutri.

Guido Bissanti
Candidatura per il Rinnovo del Consiglio dell’Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali della provincia di Agrigento

Lettera Aperta
Carissimi colleghi,
come ben sapete tra giorni si voterà per il rinnovo del Consiglio dell’Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali della provincia di Agrigento.
Molti di voi sanno che da tanti anni ho ricoperto vari ruoli sia a livello regionale, nazionale che europeo come rappresentante di questa professione.
Come in tutte le storie abbiamo avuto momenti di crescita ma anche momenti bui.
Da un po’ di tempo però non vivo più con soddisfazione la vita ordinistica, anzi, per tanti motivi provo un certo disagio per come vengono affrontate molte delle questioni attorno a cui ruota la vita professionale.
Basti pensare che nelle ultime due legislature la Federazione dei Dottori Agronomi e Forestali della Sicilia (che rappresenta da sola 1/5 degli Agronomi e Forestali italiani) non è riuscita a far eleggere con i propri voti un Consigliere al Consiglio Nazionale (io sono l’ultimo Consigliere Nazionale eletto con i Voti della Sicilia) e identici fallimenti si sono ottenuti nelle candidature all’EPAP.
Questo male si chiama, senza tanti giri di parole: mancanza di progetto.
Quando sono ritornato quattro anni fa all’interno del Consiglio dell’Ordine di Agrigento l’ho fatto nel tentativo di recuperare una Istituzione senza la quale non solo rischia di scomparire il valore di questa Professione ma anche l’Identità di un pensiero scientifico ed umanistico che Essa promuove.
Devo dire che, pur con delle difficoltà iniziali, abbiamo rimesso un po’ “d’ordine”: è migliorata notevolmente la comunicazione e l’informazione, i vari servizi (tra cui la vidima delle parcelle), il risanamento del bilancio e dei conti, una visibilità generale. Devo dare merito ai consiglieri uscenti di questo Consiglio, e alla loro linearità, se tutto questo si è reso possibile; ma non basta più.
È necessario pensare in maniera nuova: una maniera vestita di antica saggezza e moderna visione del nostro mondo e della nostra professione.
Mi sono accorto che questi fallimenti nascono perché anteponiamo le persone ai progetti, le candidature ai programmi, i giochi di forza agli ideali.
Non sono un idealista puro ma so che così non si va più da nessuna parte e se ho deciso di ricandidarmi è perché voglio fare una scommessa nuova proprio partendo da un progetto chiaro esplicito ed evidente; un Progetto che dovremo promuovere sia a livello provinciale, regionale che nazionale e per cui avrò bisogno di tutti.
Dobbiamo tradurre in parole ed idee quel disagio che affrontiamo ogni giorno quando ci misuriamo con Bandi Europei farraginosi ed “interpretabili”, con procedure tecniche ed amministrative al limite dell’inverosimile; con una perdita pericolosa del valore del sapere, della conoscenza e del ruolo professionale, sempre più spodestati da parametri finanziari ed economici che di fatto stanno demolendo il mondo reale che ci attornia (agricoltura, ambiente, società) e la nostra Professione.
Dobbiamo realmente considerare che da questo buco nero si esce solo con proposte al cui centro dobbiamo rimettere il valore delle Idee e la prospettiva di un futuro a Misura d’Uomo e di Professione.
Volevo presentarvi un programma elettorale, con al centro la rivalutazione della Professione, delle sue competenze, del suo ruolo; un programma con una rivisitazione dell’EPAP, e così via. Non farò niente del genere, non voglio cadere in quel grave errore dei programmi elettorali dettagliati e magari altisonanti a cui spesso non si da seguito.
Voglio solo chiederVi di iniziare un percorso comune e condiviso, dove al centro dello stesso vi sia la capacità di pensare ad un modo diverso di ricostruire la nostra Professione ed il ruolo che tutti noi potremmo avere se portiamo presso i nostri Governi, la nostra Burocrazia, il Mondo Reale un modo nuovo di vedere il nostro futuro.
A tal fine è necessario che ognuno di noi si senta coinvolto in prima persona, non solo nel momento elettorale, ma nel conseguimento di un obiettivo comune, in un Nuovo Progetto Ordinistico ridando a questa Istituzione il ruolo che gli compete.
Guido Bissanti

Germano Boccadutri
Cari colleghi
la presente dovrebbe servire a fugare alcuni dubbi che potrebbero essere ingenerati dalla lettura delle due lettere precedenti “siciliani fuori dal Conaf 1 e 2” ed all’ultima sul rinnovo del consiglio del collega ed amico Guido Bissanti, pur non appartenendomi corre l’obbligo di dare una risposta cosa che reputo inopportuna ma necessaria.
La lettura delle due precedenti e dell’ultima sul rinnovo del Consiglio dell’Ordine, ad un primo impatto ed all’occhio di un profano, di chi non vive la vita ordinistica con le dinamiche interne che le sono proprie potrebbe, significare e far apparire che gli Ordini Siciliani siano stati guidati nell’ultimo quadriennio da degli emeriti imbecilli, da persone inette, da gente incapace, purtroppo non è così e mi corre l’obbligo, ma anche il dovere morale, di difendere questa Federazione di Sicilia, il lavoro da essa svolto con sacrifici enormi, e la mia figura.
Riconosco nelle tre missive pubblicate su fb e quindi di dominio pubblico, cosa che sarebbe stato opportuno evitare, delle giuste lamentele ma vi riconosco pure delle accuse gratuite ed ingiustificate, badate bene non ingiuste ma ingiustificate, accuse che andrebbero adeguatamente giustificate e rapportate al momento storico.
Questa Federazione Regionale ha raccolto in eredità le macerie delle precedenti gestioni, dai primi anni 90 ai primi anni del 2000, ma cosa ancor più grave ha ereditato tutte le negativita delle gestioni precedenti del Conaf, fatto di liti, di vergogne, di debiti, di cause in sedi civili con enormi spese per avvocati, come, bisogna ricordarlo, enormi sono state le spese per le cause fatte contro i mulini a vento dalle precedenti gestioni della Federazione di Sicilia. 
Ecco abbiamo ricevuto un’eredità per noi immeritata, con un fattore limitante, noi non potevamo rinunziarvi, l’eredità era quella e quella abbiamo dovuto sottoscrivere. 
Il periodo storico, giova ricordarlo, coincideva con l’inizio di una pesante crisi economica che da lì a poco avrebbe interessato l’intera isola dopo avere interessato già il resto dell’Italia. Quindi ci siamo trovati davanti un bivio, o fare poesia, ma purtroppo alcuni di noi sono dei pragmatici, o darci da fare, vista la situazione di profonda crisi verso la quale velocemente ci incamminavamo, in parole povere ci inoltravamo nell’occhio del ciclone. 
Per cui il progetto pensato e discusso visto il baratro verso cui eravamo diretti bisognava temporaneamente accantonarlo e pensare al “quotidiano” ai colleghi che esternavano la necessità di lavoro, la velocizzazione delle pratiche burocratiche, l’uscita delle misure del PSR, ci chiedevano di confrontarci con l’amministrazione. 
Bene, all’atto del nostro insediamento avevamo una programmazione comunitaria in itinere, che contemporaneamente coincideva con la nomina di nuovi direttori generali, di cui quello all’agricoltura veniva ricoperto da una collega tra le più qualificate, preparate e fortemente determinata, collega che riceveva principalmente gli apprezzamenti dei professionisti, che vedevano in Lei una fase certamente nuova nei rapporti.
Per la prima volta la Federazione di Sicilia affronta si trova ad affrontare il tema diretto della spesa, cercando di intervenire sulle incongruenze burocratiche, intervenendo spesso su argomenti sui quali sarebbe stato opportuno intervenire durante i "fasti degli anni '90” quando l’allora Consulta, poi Federazione, accetto sic e simpliciter la famosa legge 13/86 e cio che ad essa segui,momento questo dal quale noi agronomi e forestali progressivamente ed in maniera inarrestabile ci siamo ritrovati ai margini delle professioni tecniche (Sic Tarnsit Gloria Mundi). 
In questi quattro anni noi non abbiamo mai pensato a quanto tempo dedicassimo alla Federazione, in quel momento vi era qualcosa da fare che non interessava solo la nostra categoria professionale ma un intero sistema economico. 
A mio parere sono stati quattro anni ricchi ed interessanti, e spero proficui per la categoria, è stato un continuo incontrarsi e discutere, momenti questi che portano a crescere, con l’aiuto innegabile e fondamentale da parte di colleghi che ci hanno collaborato spesso con lealtà e spirito di piena collaborazione. Oggi abbiamo un obbiettivo chiaro, netto, lineare, che è quello di dialogare con le professioni tecniche e dare lustro e visibilità alla nostra professione, dobbiamo dialogare con le istituzioni a testa alta, dobbiamo confrontarci con il sistema economico e con la sua continua evoluzione, dobbiamo dialogare con le categorie produttive ed allargare i nostri orizzonti, in pratica dobbiamo riprendere il progetto interrotto all’inizio degli anni ‘90.
Germano Boccadutri

Piogge in arrivo

Una perturbazione di origine africana si dirige verso la nostra Regione.
La perturbazione, verificati i vari meteogrammi e le mappe previsionali delle piogge, dovrebbe portare piogge sulla nostra "asciutta" Regione.
Saranno maggiormente interessate le zone Occidentali, ma anche buona parte di quelle Orientali.
Qui sotto il meteogramma relativo alla città di Catania. 

Si rimane, invece, ancora stupiti per il fatto che la nostra Regione è stata l'unica per il 2012 a non essere fra quelle delimitate quali aree colpite da "siccità"! Eppure tutte le Regioni d'Italia lo sono state e, nonostante, l'organo Ufficiale della stessa regione, il SIAS, pubblichi i dati della siccità 2012/2013 ... zero ... siamo all'anno zero ...
Mah!
Mi "s"conforto guardando la mappa delle "piogge mancate" ... che trovate a questo link appositamente dedicato dal SIAS alla siccità:


mercoledì 28 agosto 2013

Riaccendiamo l'Ordine degli Agronomi e Forestali di Catania - le date delle votazioni e la lista da votare




Gela - foto ... da vergogna ...

Ricevo dal collega dott. agr. Cristian Capizzello e pubblico.
Salve collega..ieri facendomi un giro per la piana di Gela mi sono imbattuto in una vera e propria discarica abusiva...Avrei tanto il piacere che una dei tanti a veder queste foto fosse il nostro presidente della regione Crocetta già sindaco di Gela...
Saluti Cristian
 

 

 

Lo scontrino del caffè

Riporto ancora una volta, per gli increduli, uno scontrino fiscale di qualche giorno fa del caffè espresso a € 0,50.
Lo trovate a Francofonte, all'area di servizio ERG gestita dal sig. Cappello.
Lo mostro perchè ... c'è ancora chi non ci crede ...

martedì 27 agosto 2013

Il tessile sul biologico 2°

Oggi pubblico i commenti fatti sulla questione del biologico tessile fatti dai colleghi dott. agr. Paolo Guarnaccia e dott. agr. Umberto Anastasi (ce n'è anche uno mio).
  • Paolo Guarnaccia La verità è che la Monsanto e le altre multinazionali della chimica e degli OGM hanno molta paura dell'Agricoltura Biologica.
  • Umberto Anastasi Certo, ma è solo acquisendo evidenze scientifiche robuste che si potranno contrastare queste lobbies. Dunque, la ricerca in questo settore ha un ruolo essenziale e andrebbe adeguatamente indirizzata e sostenuta. Diversamente, si continuerà all'infinito con uno sterile rimpallo...

Elenco e prezzi dei prodotti assicurabili

Nella Gazzetta  Ufficiale di ieri, la n. 199, è stato pubblicato:
MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE
ALIMENTARI E FORESTALI
DECRETO 23 aprile 2013 
Approvazione dell'elenco integrativo dei prezzi unitari massimi di produzioni agricole, zootecniche per la determinazione dei valori assicurabili al mercato agevolato nell'anno 2013.




Qui sotto trovate il testo intero del Decreto ed anche le tabelle relative.

Instabilità

Una perturbazione di origina africana sta portando sulla nostra Regione temperature alte ed umidità elevata.
Lo scontro di questa perturbazione con un'altra proveniente dal nord, con aria più fresca, determinerà nei prossimi giorni una instabilità che porterà piogge sparse e a carattere temporalesco.
La zona più interessata da questi fenomeni sarà la zona Messinese tirrenica.

lunedì 26 agosto 2013

Riaccendiamo l'Ordine degli Agronomi e Forestali di Catania - quando e dove si vota

Il rinnovo del Consiglio dell'Ordine di Catania avverrà il prossimo mese, con un calendario ben preciso.
Dove verranno svolte le votazioni?
Come sempre alla sede del nostro Ordine in Via E.Pantano n. 40/D, a Catania - ( link per Google Maps - http://goo.gl/maps/CWMyK
Qui sotto il comunicato dell'Ordine:


Prima votazione (valida al raggiungimento del quorum del 50% degli iscritti): 
giovedì 19 settembre ore 9.00/17.00 
venerdì 20 settembre ore 9.00/17.00

Seconda votazione (valida al raggiungimento del quorum del 25% degli iscritti): 
sabato 21 settembre ore 9.00/17.00
lunedì 23 settembre ore 9.00/17.00
martedì 24 settembre ore 9.00/17.00
mercoledì 25 settembre ore 9.00/17.00

Terza votazione (valida qualunque sia il numero degli elettori): 
giovedì 26 settembre ore 9.00/17.00
venerdì 27 settembre ore 9.00/17.00
sabato 28 settembre ore 9.00/17.00
lunedì 30 settembre ore 9.00/17.00
martedì 1 ottobre ore 9.00/17.00

Le votazioni successive alla prima si terranno solo in caso di mancato raggiungimento del quorum alla votazione precedente. 
Lo scrutinio è fissato per le ore 9,00 del giorno successivo alla prima votazione efficace. 

Il tessile sul biologico

Pubblico una nota interessante apparsa su Facebook, relativa alla bocciatura da parte dell'Unione Europea del biologico tessile.

Sul tessile biologico l’Europa perde un’opportunità
Ieri la Commissione Europea ha reso noto che non estenderà al tessile il regolamento CE 834/2007 già in vigore sulle produzione biologiche agroalimentari. “È stata persa un’opportunità, perché il tessile biologico, come sta accadendo nel settore agroalimentare, può trarre grandi benefici da una regolamentazione comunitaria”, così commenta Fabrizio Piva, amministratore delegato di CCPB.

La Direzione Generale Agricoltura e sviluppo rurale della Commissione in questi mesi ha lavorato per una revisione, e un miglioramento, del regolamento. Molti operatori del settore tessile, tra cui gli organismi di certificazione come CCPB, avevano chiesto l’inclusione del tessile che potesse regolare al meglio un mercato che “rischia di esser percepito come confuso dai consumatori e dove sono numerosi i casi di greenwashing: se non c’è una definizione chiara di cosa è tessile biologico, ognuno può proporre una propria definizione, e la qualità del prodotto si abbassa”. Ma la Commissione ha ritenuto che “l’agricoltura biologica deve rimanere focalizzata sulla produzione alimentare”.

Solo che, come ricorda sempre Piva “le materie prime con cui sono fabbricati i prodotti tessili sono di origine agricola e provengono dall’allevamento. Per questo collegare la biologicità delle materie prime alla possibilità di definire come biologici i prodotti tessili è un passaggio fondamentale per sviluppare le filiere dell’agricoltura biologica che per il pubblico dei consumatori non possono rimanere confinate esclusivamente all’agroalimentare”. Per il futuro “occorre superare gli steccati burocratici e la Commissione deve allargare l’uso del termine biologico al tessile e alla cosmesi”.

CCPB è accreditato per la certificazione secondo gli standard GOTS (Global Organic Textile Standard) e OE (Organic Exchange), che definiscono in modo univoco quando un prodotto tessile può essere definito e riconosciuto biologico in ambito internazionale.

Sulla vicenda sono intervenuti il collega dott. agr. Paolo Guarnaccia, il dott. agr. Umberto Anastasi ed anche io stesso, ma i commenti ... li leggerete domani ...

Furti nelle campagne

Ricevo e pubblico.

Scrivo dopo l'eclatante notizia della duplice devastazione del cimitero di Paternò dei giorni scorsi che non mi ha per nulla meravigliato, considerato che le campagne dei dintorni   sono giornalmente devastate da orde di delinquenti nostrani e stranieri, che vagano indisturbate pronte ad arraffare tutto quello che capita in giro. Assistiamo impotenti a continui furti di materiali,  di attrezzatura e di raccolto , senza che si possa trovare alcun  rimedio.
Il garantismo strumentale protegge ad oltranza questi "briganti di strada", per cui nella zona è ormai impossibile "fare impresa" in sicurezza. Per un atto di intimidazione e di avvertimento  di qualche mese fa, assurto agli onori della cronaca per il  macabro ritrovamento della testa di capretto mozzata davanti all'abitazione di un giovane imprenditore agricolo,  qualcuno ha scritto che "...il sostegno ai giovani imprenditori deve essere elemento prioritario per il rilancio dell'economia isolana e la libertà di scegliere il proprio futuro deve essere un diritto tutelato e garantito dalle istituzioni".  Sacrosante parole, a cui però non seguono mai fatti concreti, se non sterile indignazione. 
Nelle due settimane a cavallo di Ferragosto, gruppi di  "soliti ...noti"   hanno compiuto vere e proprie scorribande nella zona sud (Ponte Barca,  Sferro,  Gerbini ed oltre). Poche le  aziende agricole che  si sono salvate dalle sgradite visite effettuate anche di giorno ! Furti di materiale e di piccola attrezzatura, intrusioni violente con scasso nei fabbricati rurali e devastazione degli stessi, intimidazioni ai quei pochi   che resistono in campagna e che vedono vanificato così il sudore del proprio lavoro. 
La regola, ormai consolidata, consiglia di avere nel portafoglio almeno 50/100  euro, per tentare di barattare la propria incolumità nel caso di brutti incontri. E certe volte non basta !! Siamo tornati nel medioevo della storia, quando esistevano i ladri di passo.  Ormai nessuno denuncia più queste vessazioni alle autorità di polizia (totalmente assenti dalla zona), perchè si ha la viva percezione che è tutto inutile, anzi che tutto si risolva in una perdita di tempo, visto che la maggior parte dei reati restano ignoti o,  se scoperti, anche se recidivi,  puniti con pene irrisorie.
Quando ci decideremo a chiudere ed abbandonare tutto sarà sempre troppo tardi !!! In caso contrario non  resta che armarci e difendere così il nostro diritto a lavorare indisturbati ..... E qualcuno ha già provveduto in questo senso !!.
Xxxxxx Yyyyyyy (prego non pubblicare la firma per ovvi motivi)

domenica 25 agosto 2013

Bando "tristeza" agrumi - memento

Ricordo che il termine ultimo per la presentazione delle istanze per il bando della "tristeza" agrumi è fissato per giovedì  29 agosto 2013.
Indispensabile è aver ottenuto l'Ordinanza di eradicazione da parte dell Servizio Fitosanitario regionale.

I torrini piezometrici

Spesso mi chiedono cosa siano quelle "torri" in mezzo alle campagne o in prossimità delle città.
Sono i "torrini piezometrici", che hanno molteplici funzioni (quello della foto è posto lungo una condotta del Consorzio di Bonifica 9 - Catania, in contrada "Sigona"), ma altro non sono che dei "grandi tubi" entro i quali l'acqua ha facoltà di accumularsi ed innalzarsi o abbassarsi.
L'altezza dei torrini dipende dalla linea piezometrica della condotta in cui sono stati installati; principalmente fungono da una sorta di "regolatori" di pressione.
Il torrino piezometrico garantisce una pressione costante, e ne garantisce il carico idraulico; nelle zone abitate il torrino garantisce l'uniformià di distribuzione delle acque, e ne garantisce anche la pressione.
Alcuni dicono che non sono "belli a vedersi", ma i torrini piezometrici svolgono una funzione eccellente ed in maniera automatica.

sabato 24 agosto 2013

Terremoto nel Siracusano

In zona Portopalo si è appena verificato un sisma di 4'.
Ecco le immagini della zona e del sismografo di Mascalucia.

venerdì 23 agosto 2013

Riaccendiamo l'Ordine degli Agronomi e Forestali di Catania - l'incontro


Incontro con gli iscritti il 14 settembre

Gli undici candidati alle elezioni per il rinnovo del Consiglio dell'Ordine degli Agronomi e Forestali di Catania incontreranno TUTTI gli Agronomi e Forestali iscritti all'Ordine di Catania il giorno 14 settembre 2013 alle ore 10:00, presso l'aula convegni della A.A.T. (Agroindustry Advanced Technologies S.p.A.) al Blocco Palma I, Zona Industriale, 95121 Catania (la sede della ex A.I.D.).

L'incontro, a cui tutti i colleghi sono invitati, servirà per far conoscere la squadra che ho "messo in piedi" per il rinnovo del Consiglio dell'Ordine, per far conoscere "il programma" che abbiamo messo a punto, ma soprattutto per ASCOLTARE le aspettative e le proposte dei Colleghi.

Vi invitiamo a visitare la nostra pagina Facebook, dove troverete i profili dei candidati  ed il programma.
Abbiamo anche un account su Twitter ed un "gruppo" su Facebook, ed abbiamo anche creato "l'evento" su Facebook invitando i colleghi.

Ringraziamo il collega dott. agr. Salvatore Torrisi che ha concesso l'aula Convegni della sua struttura a titolo gratuito, aprendola a tutti i colleghi.

Oggi in GURS


Oggi nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana

Assessorato delle risorse agricole e alimentari
DECRETO 2 agosto 2013.
Direttive in materia di concessioni pascolo

giovedì 22 agosto 2013

Olio di Oliva

Sembra strano, ma quando andiamo ad acquistare dell'olio di oliva nei supermercati troviamo di tutto.
Troviamo decine e decine di marche, decine di confezioni, decine e decine di prezzi.
Troviamo Olio a € 6,00 al litro, ma anche olio a € 2,60!
E la differenza non sta solo nella confezione o nella acidità, o per la zona di produzione, quanto nella provenienza dello stesso.
All'atto dell'acquisto prendete la bottiglia e cercate bene la provenienza della materia prima...rimarrete stupiti. La totalità degli olii a prezzo basso provengono dall'imbottigliamento di oli provenienti da "oli comunitari".
Il prezzo di acquisto da solo, quindi, non dice nulla, ma la provenienza della materia prima sì!
E qui...di conseguenza mi riallaccio al post di ieri sulla concorrenza sleale, che fa sì che le nostre aziende chiudano e con loro va via un pezzo di storia della nostra agricoltura.

Il maltempo di ieri

Il maltempo che ieri ha colpito la Sicilia orientale era già stato preventivato. Ai ricorda quello del 17 settembre 2003, con questa strana coincidenza decennale. Quel settembre in cui Siracusa venne allagata da oltre 300 millimetri di acqua in sole 4 ore.
Ieri a Siracusa sono caduti 176 millimetri di pioggia in due ore.
Una tromba d'aria ha colpito la zona di Augusta. Grandinate sparse, a Vizzini, Augusta, Melilli, Caltagirone e in altri comuni poca pioggia.
Chi volesse seguire le stazioni meteo amatoriali ed i relativi dati può collegarsi con MeteoSicilia qui http://93.94.90.196/meteosicilia/index-data.asp

Ieri in Gazzetta

Nella gazzetta ufficiale di ieri,  la n. 195, è stato pubblicato il provvedimento ministeriale col quale si modifica il disciplinare di produzione del pomodoro di Pachino 

mercoledì 21 agosto 2013

Temporali adesso nel catanese

Allego una immagine, prelevata dal sito internet www.sicilymeteo.it, relativa alla attività temporalesca.
Nell'immagine si vede come sono caduti ben 405 fulmini al minuto! 

La concorrenza sleale

Tempo fa scrissi sulla concorrenza sleale che subiamo dalla Spagna che produce a costi inferiori ai nostri, nonostante ciò non dovrebbe accadere considerando che la Spagna è in Europa come noi. Eppure accade! Accade che in Spagna i fattori produttivi sono, conti alla mano, la metà dei nostri.
Ma avviene anche di peggio.
Quante volte abbiamo sentito che il costo della manodopera nei paesi afro-mediterranei è di pochi euro al giorno? Eppure l'Unione Europea ratificó quel patto scellerato col Marocco. E vedrete che...quello sarà il primo di una lunga serie...barattano prodotti agricoli con prodotti industriali dell'Europa continentale.
Ma c'è di più: proprio l'altro ieri mi scrive un agricoltore che ha contattato una società di fertilizzanti...anzi la sede tunisina...e...ha scoperto che i medesimi prodotti costano all'incirca il 60% in meno che da noi.
Un esempio? Il concime 12-12-17 costa 24 euro/q.le contro i 67! Eppure si tratta dello stesso prodotto...e con gli stessi costi di produzione industriale e di trasporto!
Altro esempio? Il principio attivo "Spirotetramat" in Tunisia costa 12,60 euro/chilo contro i 35,00 euro/chilo!
Come può la nostra agricoltura sopravvivere innanzi a queste enormi differenze dei costi produttivi?

martedì 20 agosto 2013

Mappa meteo on line

Segnalo questo interessante link per verificare il meteo on line per la nostra regione.

http://www.meteosicilia.it/public/rete/mappa.htm

Aggiornamento meteo

Pubblico due immagini. Una relativa alla nuvolosità presente io Italia. L'altra relativa alla previsione di piogge per domani sulla nostra regione.

Assicurazione professionale 3°

Come riporta il sito internet Mondoprofessionisti ormai l'assicurazione professionale è obbligatoria, così come ormai abbiamo già saputo.
Riporto con "copia/incolla" il testo dell'articolo.
AL VIA L'OBBLIGO DI ASSICURAZIONE PER PROFESSIONISTI
Dal 15 agosto, per tutti i liberi professionisti, obbligo di stipulare una polizza assicurativa per tutelare i clienti

di Luigi Berliri

AL VIA L'OBBLIGO DI ASSICURAZIONE PER PROFESSIONISTI
Obbligo di assicurazione per tutti i liberi professionisti, via dal 15 agosto. La riforma che detta le norme di tutela di tutti gli iscritti agli Albi professionali è inserita nel Decreto Sviluppo e riguarda queste tipologie di lavoratori: notai, commercialisti, consulenti del lavoro, architetti, ingegneri, geometri, psicologi, assistenti sociali, amministratori di condominio, avvocati, medici e infermieri. Per queste ultime categorie però (avvocati, medici e infermieri) la scadenza è già stata prorogata a data da destinarsi.L'obbligo di assicurazione per i professionisti iscritti agli Albi è un provvedimento che mira a tutelare i clienti e gli stessi professionisti da eventuali danni provocati con la propria prestazione. Aumentano dunque le responsabilità di questi lavoratori autonomi che, nel caso di danni accertati, saranno costretti a risarcire i propri clienti tramite il fondo delle proprie assicurazioni. Per i clienti invece aumentano le garanzie di assistenza e consulenza. In pratica da ora in poi un cliente può pretendere una prestazione qualificata con la garanzia di un certo esito e spetterà al professionista informare sulla difficoltà dell'incarico per evitare problemi. Se il professionista sbaglia in una prestazione considerata "problematica" risponde di colpa lieve se c'è imperizia, ma risponde di colpa grave se invece non si era reso conto della difficoltà del lavoro e quindi non aveva informato il cliente. Chi pensava che sarebbero stati gli Ordini professionali a dettare le linee guida per la stipula delle assicurazioni e magari avrebbero fornito un'assicurazione unica per tutti gli iscritti, dovrà ricredersi e accontentarsi di semplici sconti e convenzioni. Il problema è che queste polizze non possono essere generiche e valide per un'intera categoria, ma ovviamente il loro costo e il loro contenuto varierà per ogni singolo professionista, in base al tipo di prestazione offerta.

lunedì 19 agosto 2013

Piogge in arrivo

Nella nostra siccitosa Regione ... un pò di piogge in arrivo.
Come ho scritto qualche giorno fa, una perturbazione proveniente dall'Africa interesserà la nostra Regione fra martedì sera e mercoledì.
Visto che ... non ci vogliono riconoscere lo stato di calamità per la perdurante siccità (oltre un anno e mezzo!!!) almeno ... un pò di piogge ...


Novità dal PSR Sicilia

Dal sito internet del PSR Sicilia:
Misura 214 – Pagamenti Agroambientali – Azioni 214/1A-214/1B e 214/1D – Bando 2013 - Si comunica che con D.D.G. n. 3931 del 19/08/2013, sono state apportate alcune integrazioni e rettifiche all’elenco provvisorio regionale delle domande istruibili ed agli elenchi delle domande non ricevibili o escluse, di cui al DDG n.3256 del 05/07/13. Si pubblica il suddetto DDG, di cui fanno parte integrante gli allegati A1 e B1 riportanti le suddette integrazioni e rettifiche. Resta confermata la tempistica per la presentazione della documentazione prevista e per la presentazione delle eventuali memorie per il riesame delle domande. Documenti allegati: DDG n.3931 del 19/08/2013Allegato A1 – Integrazione elenco provvisorio regionale delle domande istruibiliAllegato B1 – Integrazioni e rettifiche elenchi delle domande non ricevibili od escluse.

Proroga domande pagamento OCM vino

Riporto dal sito internet dell'Assessorato Agricoltura e Foreste della nostra Regione.
AVVISO -Proroga termini presentazione domande di pagamento misura Investimenti OCM vino campagna 2011/2012 - 2012/2013.
A seguito di disposizioni impartite dal Titolare dell’Ufficio Monocratico di AGEA, per la sola Regione Sicilia è autorizzata la proroga per la presentazione delle domande di pagamento a saldo delle biennali, campagna 2011/2012, e saldo delle annuali campagna 2012/2013 alla data del 5 settembre 2013. Le ditte dovranno presentare la documentazione all’IPA di competenza entro giorno 9 settembre 2013 .

Bando "Tristeza" agrumi - memento

Vorrei ricordare un pò di cose relative a questo bando:
  1. la data ultima di presentazione delle istanze è il 29 agosto 2013; nell'istanza non va solo indicato il numero dell'Ordinanza di eradicazione, ma conviene allegarne copia
  2. ottenuta l'Ordinanda di eradicazione da parte del Servizio Fitosanitario Regionale, entro 30 giorni dall'avvenuta notifica va fatta una comunicazione all'Osservatorio per le Malattie delle Piante di competenza
  3. le operazioni di eradicazione vanno completate entro 90 giorni dallOrdinanza
  4. l'eradacazione dovrà concludersi con la bruciatura del materiale vegetale
  5. per le operazioni di bruciatura si rimanda alla Circolare Assessoriale n. 15/2013

"Decreto del fare 2°" - Semplificazioni in materia agricola

Nel Decreto del Fare del Governo Letta troviamo pure:
ARTICOLO 30-bis. (Semplificazioni in materia agricola)
1. All’articolo 4 del decreto legislativo 18 maggio 2001, n. 228, e successive modificazioni, sono apportate le seguenti modifiche:
a) al comma 2, il secondo periodo è sostituito dal seguente: « Per la vendita al dettaglio esercitata su superfici all’aperto nell’ambito dell’azienda agricola, nonché per la vendita esercitata in occasione di sagre, fiere, manifestazioni a carattere religioso, benefico o politico o di promozione dei prodotti tipici o locali, non è richiesta la comunicazione di inizio attività »;
b) dopo il comma 4 è inserito il seguente:
« 4-bis. La vendita diretta mediante il commercio elettronico può essere iniziata contestualmente all’invio della comunicazione al comune del luogo ove ha sede l’azienda di produzione »;
c) dopo il comma 8 sono aggiunti i seguenti:
« 8-bis. In conformità a quanto previsto dall’articolo 34 del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, nell’ambito dell’esercizio della vendita diretta è consentito il consumo immediato dei prodotti oggetto di vendita, utilizzando i locali e gli arredi nella disponibilità dell’imprenditore agricolo, con l’esclusione del servizio assistito di somministrazione e con l’osservanza delle prescrizioni generali di carattere igienico-sanitario.
8-ter. L’attività di vendita diretta dei prodotti agricoli ai sensi del presente articolo non comporta cambio di destinazione d’uso dei locali ove si svolge la vendita e può esercitarsi su tutto il territorio comunale a prescindere dalla destinazione urbanistica della zona in cui sono ubicati i locali a ciò destinati ».

domenica 18 agosto 2013

Trecastagni al buio

Ho sollevato da diverse settimane la questione di Trecastagni al buio.
Alle quattro del mattino la città viene "spenta"; alcune zone anche dalle due del mattino.
Dapprima pensavo che fosse dovuto al timer sfasato, ma recatomi al comune mi sono sentito dire che la città viene spenta per la "spending review"!
Mi chiedo se la sicurezza di una città, sicurezza che viene meno con il buio fitto, va in "spending review"! E se così fosse ... non si potrebbero accendere le luci "un palo sì ed uno no" dalla mezzanotte e fino all'alba? Si spenderebbe meno e si lascerebbe la città "accesa".
Ma mi chiedo pure: le tasse che il Comune incamera non servono anche per tenere accese le luci? E allora ... se le luci vengono spente, per risparmiare, le tasse vanno diminuite di conseguenza, altrimenti ... è come se "invece di acquistare un litro di benzina per risparmiare mi faccio consegnare 0,6 litri, ma consegno al gestore del rifornimento gli stessi soldi"!!
Insomma Trecastagni la notte è al buio: e questo non va bene!
Accendete i lampioni "uno sì ed uno no", la città sarà accesa e spenderete meno!

Festa del pomodoro di Pachino IGP

Ricevo e pubblico.
La Festa del Pomodoro di Pachino IGP nasce da una idea del Consorzio, per due semplici motivi: esaltare quello che è il nostro prodotto di punta del nostro territorio, il nostro “Oro rosso” e far conoscere questo prodotto ai tanti turisti che nella stagione estiva popolano il nostro territorio.
Quindi non solo valorizzazione di un prodotto, il Pomodoro di Pachino IGP, già noto il tutto il mondo, ma anche valorizzazione di un territorio che ha tante cose da offrire.
L’evento, ormai diventato un appuntamento fisso annuale, quest’anno è giunto alla sua quinta edizione e rientra fra le tante attività di promozione che il consorzio svolge. 
"La festa del Pomodoro" sarà l'appuntamento di fine estate che coronerà il lavoro svolto dal Consorzio nel corso dell'anno. 
Vi ricordo che durante la festa saranno coinvolti tutti i ristoratori del borgo dove potrete gustare piatti a base del celebre ortaggio pachinese: il POMODORO DI PACHINO IGP.
Quindi sapori e suoni di fine estate con degustazioni, sport, musica, e tanto altro……
Vi aspettiamo numerosi in questo incantevole borgo, a Marzamemidal 22 al 25 agosto.

Le webmail

Nell'era delle webmail, che leggiamo dal pc di casa o dal nostro cellulare e/o tablet, ci sono sempre novità.
I tre servizi maggiori che si dividono "gli utenti" hanno recentemente rinnovato non solo l'interfaccia grafica, ma soprattutto le funzionalità e le "app" da cellulare.
Google ha introdotto "peggioramenti" al servizio, innanzi tutto limitando lo spazio a disposizione: 15 GB per tutti i servizi offerti; un pò poco se consideriamo che in questi servizi c'è anche la memorizzazione di foto e documenti.
Yahoo ha rinnovato l'interfaccia grafica, ha rifatto l'applicazione per cellulare, e sta provvedendo anche ad un rapido cambiamento di tutti i servizi, primo fra tutti la propria home page.
Lo spazio offerto da Yahoo è senza limite, ormai da diversi anni.
Microsoft, dal canto suo, non è rimasta a guardare, e oltre al servizio webmail, rinominano Outlook, fornisce spazio per archiviare documenti ed una ottima integrazione con Excel e Word "on line" su Skydrive.
La lotta fra i tre grandi ... continua, ma Google viene sempre "accusata" di "leggere" le mail su Gmail; e di ciò Microsoft ne approfitta ... con apposite campagne mirate a far utilizzare il proprio servizio.
Io ... da anni ... girovago di webmail ... ho abbandonato Gmail a causa delle ridotte disponibilità di spazio (poi si passa a pagamento), ma anche per la fastidiosa sensazione di veder letta la posta elettronica ...

Terremoto nel catanese

Un altro terremoto questa notte nella nostra Regione; questa volta nella zona antistante la zona di Catania.
Il sisma, registrato alle ore 00:16, ha avuto una magnitudo pari a 2° della scala Richter, ed è stato localizzato ad una profondità di 9,2 chilometri.

sabato 17 agosto 2013

Assicurazione professionale obbligatoria 2°

Dopo il post di ieri è intervenuto il Tesoriere dell'Ordine degli Agronomi e Forestali di Palermo, il collega dott. Salvatore Fiore (detto Totò), con questo comunicato:
Cari colleghi questa è la nota che l'ordine di Palermo ha invita al conaf, al ministero di Giustizia ed Garante per la concorrenza affinché, visto i risultati della mono gara ed il successivo affidamento diretto, all'ultimo secondo utile con l'avvio della procedura i colleghi possano eventualmente e se lo ritengono continuare a contestare il regolamento del conaf sull'obbligo assicurativo che certo non è per tutti vantaggioso.

 

Sciame sismico nel Messinese

Lo sciame sismico che ha interessato la zona fra Brolo e Gioiosa Marea nella giornata di ieri ha avuto uno "stop"; nella notte qualche altra scossa, ma niente di rilevante.
La cosa più scandalosa di tutte, invece, è stata che nei vari Telegiornali la notizia è stata data in "sordina", nonostante due scosse hanno avuto magnitudo elevate.
Evidentemente ... i terremoti ... come la siccità ... in Sicilia non fanno notizia!

Festival del melone di Roccamena

Ricevo e pubblico.
Festival del melone di Roccamena, 24 e 25 agosto
Nelle due giornate potrete degustare i prodotti tipici del luogo, primo fra tutti il melone giallo, poi ammirare la qualità dell'artigianato locale insieme alle nuove tecnologie agrarie esposte nel paese, inoltre sabato 24 si prenderà visione del film "Memorie ed Utopie" del quale si dibatterà con Amico Dolci, Libera Dolci, Lorenzo Barbera, Dario Cartabellott e Rosaria barresi, sul tema Danilo Dolci a Roccamena. La domenica del 25 agosto invece sarà battaglia a colpi di aratura, erpicatura e di macchine agricole ancora in via di definizione, nello splendido contesto storico-culturale offerto dal monte Maranfusa. Una bellissima occasione per immergersi in bellezze paesaggistiche, culinarie e tecnologiche.

venerdì 16 agosto 2013

Assicurazione professionale obbligatoria

Con il DPR 137/2012 viene istituita l'assicurazione professionale obbligatoria.
Il nostro CONAF, dopo il silenzio totale, in data 06-08-13 ci "fulmina" con una email con la quale ci indica quale data di attivazione della polizza obbligatoria il 14 agosto scorso, in periodo di ferie ..., ma il termine ultimo per stipulare la polizza è il 10 settembre p.v.
Nel frattempo, con apposita polizza "giusto giusto" stipulata a fine luglio e senza concorrenti (infatti la gara indetta dal CONAF ha avuto un solo concorrente) ci viene esposta una tabella che, quasi sempre, non collima con "fatturato/massimale di rischio" corrispondente alle nostre esigenze.
Chi aveva già una polizza, come me, è bastato inserire la tipologia, il massimale, il premio ed il numero di polizza ed "è fatta", ma chi non l'aveva? In fretta e furia ... dovrà provvedere ... senza deroga ... senza proroghe (chiamiamo una volta tanto la dott.ssa Barresi per farne un'altra).
Il tutto con Ordini Provinciali chiusi per ferie, Compagine di Assicurazione chiusi per ferie, Colleghi in ferie ... l'Italia dei misteri ... l'Italia del "provvisorio/definitivo", l'Italia del "tutto approssimativo"!

Sciame sismico nel Messinese

Da ieri sera, dalle ore 23:04, uno sciame sismico sta interessando la zona del Messinese posta fra Brolo e Gioiosa Marea.
L'intensità delle scosse si attesta intorno ai 2 - 2,7° della scala Richter, ma due le scosse più forti, la prima di 4,1° alle ore 01:04, la seconda di 4,2° alle ore 23:06, appena due minuti dopo la prima.
E mentre scrivo continuano le scosse proprio nella stessa zona.
Qui sotto la lunga lista dello sciame sismico, rilevato dall'INGV.





Ovviamente il Sismografo di Mascalucia, gestito dal dott. Mario Di Guardo, ha registrato tutti gli eventi!