Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2010

Non la toccate!

E’ di questi giorni la buona (anche se scontata) notizia che nelle gallerie della nuova autostrada Catania – Siracusa si può andare a 130 Km/h. Il limite di 80 era davvero assurdo.
Ma da Augusta a Cassibile com’è il manto stradale?Pessimo!
Vedete questa buca: ce ne sono centinaia anche peggiori, ma questa no … non la toccate, non la sistemate … è lì da anni … e me ne sono innamorato.
Se la sistemerete … il mio cuore si spezzerà!

Mal di pancia

A leggere i dati dei prezzi in campagna forniti dall’ISMEA viene il mal di pancia!
Leggete il prezzo delle arance tarocco: 0,23-0,24 euro al chilo quale prezzo all’origine … ma se siamo fra 8 e 10 centesimi!
Perchè si deve dare una informazione sbagliata e volutamente distorta?
Forse per mascherare che la filiera è un grosso affare … per tutti, ma non per i produttori?Gatto Silvestro sta ancora inseguendo Titti nei vari appuntamenti, ma non lo trova: la nonna lo maschera bene fra un impegno e l’altro …
La crisi agrumicola serve a tutti … ma non a chi c’è dentro!

Top Secret: una risposta

Ricevo da un collega e pubblico
Penso di poter escludere con certezza la presenza di arance bionde nelle retine AIRC.
Insieme a xxxxxxxxxxxx xxxxxxxxxxx(Responsabile Tecnico dei controlli sulle forniture) e ad altri 4 colleghi agronomi, nonchè ai tecnici di xxxxxxxxxxxx xxxxxxxx abbiamo effettuato le verifiche presso i 13 stabilimenti che hanno realizzato la fornitura delle arance AIRC ed abbiamo verificato l'utilizzo esclusivo di arance delle varietà Moro e Tarocco certificate IGP, così come previsto dal capitolato di fornitura.Un piccolo passo avanti, ma resta il fatto della incomprensibile reticenza a fornire copia della convenzione che … è pubblica, e fruisce di soldi pubblici!

TOP SECRET

Ho chiesto all’AIRC e all’Assessorato Agricoltura la copia della convenzione stipulata per la manifestazione “Arancia della Salute”, che è su 1500 piazze d’Italia oggi.
Volevo verificare che nella convenzione ci fosse espressamente indicata la fornitura di arance rosse di Sicilia.
Niente. Nessuno si è degnato di rispondere.
L’URP dell’Assessorato non ha risposto, e di questo me ne occuperò con formale protesta alla Dirigenza la prossima settimana.
L’AIRC, come più volte riferito, si è quasi indispettita della richiesta … cosa c’è da nascondere sulla lodevole iniziativa?
Tutto TOP SECRET?
Oggi andrò in giro a vedere le retine con le arance, e se all’interno vedo un’arancia appartenente al gruppo Navel per prima cosa ne denuncerò la presenza, poi mi incatenerò la prossima settimana ai cancelli dell’Assessorato Agricoltura e Foreste, che per questa manifestazione sborsa un sacco di soldi.
Ma c’è di più: ho sguinzagliato tanti amici miei sparsi per varie città d’Italia…

Evviva

Acireale (CT)
Ecco come si posteggia ad Acireale, la città più disordinata del mondo!
Questa Nissan Micra innanzi un passo carrabile, con anto di scivola, con tanto di cartello indicante la relativa concessione … Niente ci può! L’auto è stata posteggiata ad arte, affiancata al marciapiede … “a porco!”

Voglio morireeeeeeeeeeeeeeeeeeeee

Il titolo del post parla da solooooooooooooo.
Dicono che mi sono inventato i prezzi delle arance tarocco a 2,15 euro al chilo e a 3 euro al chilo alla vendita al consumatore!!!!
Eccovi oggi che dal sito SMS Consumatori ad Ancona alla GDO i tarocchi si trovano a 2,97 euro al chilo!!!!!!!
Ma che siamo pazziiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii???????????????
Andate al link e leggete con i vostri occhi!

Alfio in viaggio

Prosegue il viaggio di Alfio verso l’America Latina.
Dutturi Vicu, mancu sacciu unni semu, ma sacciu sulu ca c’è friddu e finammenti u mari si desi na cammata.
Ci mannu na bella fotu fatta aieri.
Lu capitanu mi dissi ca fosse arrivamu all’autra simana.
Mi salutassi a tutti.
Liggìì ndo blogghi ca u canarinu Titti Buffa deci pari ca pò stari unii jè ghiè. Astura si lubbi quità l’aveva macariiu jù, eru cà, ma jeru cu lei nda sa machina, e ci facevu l’au tista.
Affio

L’ubiquità

Il dono dell’ubiquità riappare in questi giorni!
Decine e decine di inutili e sterili riunioni nei 390 comuni Siciliani. E’ questa l’agenda del nuovo Assessore Titti Bufardeci.
Non comprendo perchè ci va a queste riunioni: per vedere gente arrabbiata, delusa, sconfortata?
Eppure ce ne sono in programma decine e decine, e … molte (quasi tutte) lo stesso giorno alla stessa ora!
Se il pessimo ex-Assessore Michele Cimino era assente … questo qui è troppo presente … tanto che non  si riesce a parlarci! L’ubiquità ne fa quasi un ologramma irraggiungibile.
Dove andrà l’Assessore Titti Bufardeci lunedì 1 febbraio alle ore 17.00??? A Lentini o a Francofonte??? Leggete qui a destra!!!!
Meno male che ha con sè il suo potente accompagnatore, che fu anch’esso pessimo consigliere di Aiello e di Leontini …
E’ un mistero: quelli che dovrebbero decidere su cose importanti, si circondano sempre di persone pessime ed incompententi. Forse così riescono a creare un centro di potere …

Le graduatorie?

Siamo a pochi giorni dalla riapertura della 2° sottofase della Misura 121 del PSR Sicilia.
A che punto sono le graduatorie delle istanze presentate nella prima sottofase?
Vorremmo conoscere le graduatorie, chi è primo, chi secondo, chi terzo ….
E’ passato oltre un mese dalla chiusura della prima sottofase.
Dottoressa Barresi ci darebbe una risposta? Grazie!

Il paziente muore …

Mentre le arance vengono svendute prima che la cascola ce le porti via, mentre la crisi agrumicola, fortemente voluta da pochi e subìta da molti, fa trascorrere i giorni inutilmente, ecco che la Tristezza (Citrus Tristeza Virus) fa il resto.
Avete visto quanto è diffusa la malattia?
Avete notato come “galoppa”?
Ebbene, a fronte di “un esplodere” di questa terribile virosi, nessun politico ha preso in mano la situazione per cercare di dare una risposta all’unico paese del mondo che non avrà aiuti per il reimpianto delle aree agrumetate colpite da questa malattia.
Mentre il paziente è in ospedale (forse quello di Lentini con le luci perennemente accese) muore perchè è lasciato in corsia … ci sono cose più importanti … ci sono i Bandi PSR da avviare, i relativi soldi da spendere … ci sono cose sciocche ed inutili da fare, quali il MOSTRO PAI … e mentre il paziente è in corsia lo si lascia morire … si deve dare la premialità ai Dirigenti … ma che importa se circa 32.000.000 (d…

Terremoto nel Siracusano

Alle ore 14.05 è stato registrato un sisma nella zona fra Noto e Canicattini Bagni.
Il sisma, localizzato ad una profondità di 27 chilometri, ha avuto una magnitudo di 2.7° della scala Richter.

E dopo “la sveltina” la proroga della proroga!

E dopo il bando Sveltina, già prorogato, e dopo la proroga della data di scadenza della Misura 214/1 (misura agroambientale), ecco che oggi è comparsa la proroga della proroga della proroga … continuata ed aggravata: la Misura 214/1 adesso va in scadenza il 12 febbraio …

Appello a Luca Zaia

Oggi mi rivolgo a Lei, signor Ministro, considerato il fatto che Lei riesce con grande professionalità a risolvere i problemi della Sua terra.
Caro Ministro, la situazione agrumaria siciliana precipita di giorno in giorno. I prezzi di vendita del prodotto sono miseri, quasi da accattonaggio, ma alla vendita sono superiori a quelli di tutta l’altra frutta, e ciò non ne favorisce il consumo.
Chi fa affari d’oro su tutto ciò? Certamente non i produttori!
Caro Ministro, considerato che Lei l’anno scorso riuscì ad acquistare il Parmigiano, in crisi anch’esso, per un ammontare di circa 57.000.000 di euro, Le chiedo: perchè non mette mano al portafoglio ed acquista 20.000.000 di euro di succhi di arancia da mandare in beneficienza al popolo di Haiti?
Potrebbe così far smaltire gli stock delle industrie di trasformazione, riavviando l’invio delle arance verso di esse, e riducendo il quantitativo in offerta sulla “piazza”; così il prezzo potrebbe salire, ma nel frattempo la popolazio…

L’assurda rotatoria

Acireale (CT)
Chi arriva ad Acireale dall’autostrada, o comunque dai paesi etnei e quindi dallo svincolo autostradale, trova ogni giorno, dico ogni giorno, un mega-ingorgo dovuto dalla rotatoria crea-ingorgo voluta fortemente dai tecnici acesi, tant’è che in anni di sua permanenza ingorghiana … nessuno ne sente il bisogno di modificarla: ergo, ai tecnici comunali, così come al Sindaco, piace eccome!
Ecco la situazione di ieri mattina: la fila arrivava allo svincolo autostradale. E nei giorni di Carnevale? Crederanno tutti che è uno scherzo!!! Ahahahahahah!!!!
Invece i disagi sono per tutti! Ma il Comune che fa? Niente: anzi, fa finta di niente!
E così ogni mattina, la sera, sabato e domenica, per le feste …. la fila è assicurata!
Guardate la foto di ieri, ed anche quelle della mitica rotatoria crea-ingorgo: l’unica al mondo!

Strani rifiuti

Qualche giorno fa in una strada di Catania, accanto ai cassonetti per la raccolta differenziata, c’era anche questa Vespa.
O non sono riusciti a farla entrare nel cassonetto, o non sapevano come “differenziarla”.
Intanto era là abbandonata …

L’antenna del PAI

Si riaprono i termini per presentare le istanze della Misura 121 del PSR Sicilia il 10 febbraio prossimo; la sottofase (salvo proroga della proroga della proroga) si chiuderà il 10 giugno.
Mentre sciavo a Plose (Bressanone) durante la settimana bianca i primi di gennaio, mi sono imbattuto, in vetta alla montagna, in quest’antenna: mi sono fermato. Ho fatto la foto ed ho pensato che potesse venire utilizzata per sparare PAI all’impazzata via radio o anche in WI-FI.
Ogni sciatore avrebbe potuto avere un PAI gratis nel proprio cellulare, da scaricarsi in Bluetooth, e magari utilizzarla come gioco preferito al posto del Tetris o del Sudoku.
Insomma quella poteva essere l’antenna del PAI!
Meno male che poi ho continuato a sciare e me ne sono dimenticato, ma questo PAI … è davvero una delle più grosse corbellerie (per dirla pulita ed educata) che ci hanno propinato e che abbiamo visto fino ad oggi!

Si scrive ciò che si vuole

Andate a farvi un giretto sul sito internet dell’UNAPROA, in queste pagine qui. Scoprirete, come l’ho scoperto io, che l’arancia rossa di Sicilia proverrebbe dalla Cina nel 1500 …. Non ho parole! E dire che il tarocco fu scoperto in contrada Carbone a Francofonte dal sig. Denaro … e che nel 1914 il prof. Cocuzza Tornello ne riferì sugli annali dell’allora Reale Stazione Sperimentale per l’Agrumicoltura di Acireale. Ma quando si pubblicano notizie vengono verificate?

Prezzi pazzi: la conferma

Continuano i prezzi pazzi delle arance siciliane. Qualche giorno fa sono stato “bacchettato” per avere pubblicato la foto dei tarocchi, acquistati vergognosamente a prezzi da quarto mondo: 8-10 centesimi al chilo, e rivenduti a 2,15 euro al chilo. Meno male che ho le foto! Ecco che però anche la home page del sito internet SMS Consumatori riporta che a Roma nella Grande Distribuzione (ci tengo a sottolinearlo) il prezzo massimo riscontrato è stato di 2,70 euro al chilo! Se ce ne fosse stato di bisogno quale conferma alle fotografie riprese da me …

Oggi è nato Agrisicilia

Oggi sono stato a Palermo perchè è stato presentato il nuovo mensile Agrisicilia presso la Sala Gialla di Palazzo d’Orleans. Ho avuto il piacere di assistere alla presentazione perchè su questa nuova rivista mensile sono stato chiamato a scrivere articoli tecnici e di informazione. Qui sotto posto le foto del direttore della rivista Agrisicilia, Massimo Mirabella, accompagnato dal collega Enrico Camerata. Trovate anche il comunicato stampa e la prima pagina di copertina del primo numero.

Alfio in viaggio

Continua il viaggio di Alfio dal porto di Amburgo verso una non precisata località dell’America Latina. Dutturi Vicu, cu mu fici fari? Staiu mpazzennu. Ca si vidi sulu mari; e u friddi è d’imprinari! Ci mannu, siddu arriva, na fotu di lu mari in timpesta. Arriva jacqua di tutti i latati. Cu mu fici fari? Fu cuppa di l’Acchi Tettu o ci cuppanu l’aranci? Appoi mi fazzu sentiri ju! vabene?

In quanti chiuderanno?

Interrogativo semplice ma assai diffuso.
Quante aziende agricole chiuderanno quest’anno?
Quanti operai a spasso?
Che succederà?
Interrogativi disarmanti, ma reali e attuali.
Ieri sera un collega mi ha detto che molti suoi clienti chiuderanno. L’anno scorso avevano avuto l’incertezza, ma quest’anno hanno deciso di chiudere.
Ed il territorio che fine farà? Chi governerà e regimerà le acque? Gli incendi?
Intanto a Palermo tutto tace, sia il Presidente che l’Assessore. Interventi reali=zero.
Posso credere che dovrò fare un’altra pagella con lo zero spaccato, come quella del pessimo on.le Michele Cimino, al quale ascriveremo a vita l’aver realizzato l’effetto dòmino dei prezzi alla produzione con quella stupida, dissennata, dannosissima promozione dell’uva di Canicattì a 70 centesimi?
Peccato: il tempo passa; la gente mormora, si lamenta, ma non agisce: aspetta. Non si sa cosa.
La cristallizzazione dei pensieri fa il resto!

La tripletta

Le foto che pubblico sotto sono relative a tre infrazioni, una dietro l’altra, nella strada statale n. 194 Catania-Ragusa.
Tutti superano in doppia striscia o in striscia continua, ma anche (e purtroppo soprattutto) in assenza totale di visibilità.
E gli incidenti in questo tratto di strada non mancano mai!

Terremoto nel Messinese

Ieri alle ore 12.00 è stato registrato un sisma di magnitudo 2,7° della scala Richter al largo di Messina, nella zona Tirrenica.
Il sisma è stato localizzato ad una profondità di 133 chilometri.

Il momento più brutto

Povera arancia macinata dagli ingranaggi di un sistema perverso, e quanto mai dannoso. Un boomerang deleterio.
Ogni impresa, a qualunque tipologia appartenga, aspetta con trepidazione il momento più bello, quello della vendita della produzione, che corona gli sforzi per aver prodotto e gli anticipi di capitale.
Un tempo la vendita delle arance era una festa. Il momento più bello dopo un anno di “emungimenti” economici.
Da diversi anni, lo dico sempre a tutti, il momento più bello è solo quello relativo alla coltivazione, oscurato ed annebbiato dai costi, ma dove nessuno sta a sindacare sulla produzione.
Il momento più bello, invece, quello della vendita è diventato il momento più brutto. O le arance sono troppo piccole, o troppo grosse, o troppo pulite o … quest’anno uno mi ha detto “ma nel <giardino> ci sono le bacchette” ed io ho risposto “è in vendita solo il frutto, non l’agrumeto”!
Altre volte ci si sente dire “sono troppe” … “sono troppo poche”.
Inso…

L’illusione

Quante volte è capitato di entrare in un qualsiasi negozio e trovare il prezzo di un oggetto a euro 19,90? La psicosi del ,90 ha colpito tutti, anche chi azzarda e scrive ,99… Così una cosa che costa 19,90 o 19,99 non è lo stesso (mentalmente) di una cosa che costa 20,00 … manca il 2 delle decine … Intanto la moda del ,90 o del ,99 impazza in tutti i negozi e per tutte le tipologia di acquisti, anche quelli più cari, 799,90 oppure 1.299,90 …. Non si potrebbe evitare tutto ciò, o fa parte dell’ammaliatore fascino dell’acquisto?

Il mercato del contadino

Ieri a Catania in Piazza verga c’è stata nuovamente la manifestazione “Il Mercato del Contadino”, dove con prezzi normali ognuno poteva acquistare i prodotti messi in vendita dagli agricoltori, annullando tutti i costi relativi alla filiera. Minori costi per gli acquirenti, maggiori entrate per gli agricoltori. Unico neo: quanta produzione si può “esitare” in questo modo? Può il “sistema” reggere le sorti di una economia aziendale? Non credo. Si può vendere molto poco, anche se l’affluenza è grande, perchè siamo tutti scocciati: sia i produttori che i consumatori. I ricarichi dal produttore al consumatore sono a dir poco folli. Bisognerà studiare un sistema per controllare i ricarichi, e comunque per non farsi “strozzare” dalla GDO, che è il vero problema per tutti!

Alfio in viaggio

Ricevo da Alfio e pubblico Dutturi Vicu, eru nda gimmania e mimbaccai nda na navi. I cosi su misi troppu mali cull’aranci a 5 centesimi! Criu ca minnistaiu ienni ndalla merica latina. Ancora non sacciu unni, ma appoi ci spìu e ciù fazzu assapiri. Mi salutassi tutti chiddi do blogghi, e si pozzu ci mannu na foto bella ca po mentiri ndo blogghi. Chissa ca ci mannu è do pottu di ambuggo, nda gimmania. A me navi è propia chidda viddi ca si vidi nda la fotu. Si non mi arrovesciu pi lu maldi mari, e si mi pozzu connettiri cu lu satellitari, appo ci mannu li fotu di la travissata ndo mezzu di lu mari.Salutamu Affio

Smobilitazione

Ieri al centro commerciale Etnapolis. Guardate questo “banco frigo”: vuoto. E come questo tanti altri. Carrefour ad Etnapolis sta smobilitando. Ha tutto in liquidazione e non appena gli scaffali, le vetrinette, i banchi frigo si svuotano, chiudono anche la zona “svuotata”. Gli addetti che ci lavorano che fine faranno? Nel frattempo, però, decine e decine di micro-attività nei paesi limitrofi hanno chiuso i battenti con il miraggio dei “posti al centro commerciale”. E’ l’inizio di un effetto dòmino, o solo l’uscita di scena di Carrefour dalla nostra regione o dall’Italia?

Casetta … summit

Per un attimo pensavo che dentro ci fosse davvero un Summit … ed invece è solo una casetta di plastica (ops! in resina). L’ho vista ieri e mi ha colpito la dizione “summit”. Ma che summit dovranno farci dentro?

Disordine stradale

Catania – Viale Jonio
Questa strada è davvero abbandonata dai Vigili Urbani!
Guardate la foto: non solo il negoziante ripara le strisce pedonali posteggiandovi lui stesso i carrelli della spesa, ma le auto vengono posteggiate in seconda fila, ma proprio sulle strisce!
Che abbiano preso esempio da Acireale, la città con la circolazione veicolare più indisciplinata del mondo?

Le chiavi

Ieri sera ho ricevuto quest’altra email, che pubblico perchè è veramente “pesante”.
Caro Corrado,
mi rendo conto dopo anni ed anni che coltivo le campagne dei miei avi, che non si può andare avanti.
Hai ragione a scrivere che la politica finge di interessarsi ai problemi, ma nel frattempo noi moriamo fra le telefonate delle banche, e c’è chi fa affari d’oro.
Le foto che tu pubblichi,quelle delle arance a più di 2 euro al chilo sono emblematiche.
Perchè non facciamo quello che scrivi? Ci rechiamo dai sindaci e gli consegniamo le chiavi delle nostre campagne?
Non so come dovrò pagare l’ici, le tasse, l’inps, figuriamoci l’acqua, i concimi, i trattamenti, gli operai,per non parlare dei potatori.
Scusa lo sfogo, ma ti chiedo di pubblicare questa mia lettera in maniera riservata. Ciao XXXX YYYY

Siciliano, italianizzato

Un mio amico, anche lui lettore del blog, mi ha mandato questa foto, con questo commento:
Non riesco a resistere alla tentazione, di mandarti questa foto di un cartello esposto di fronte alla nostra azienda i cui autori hanno effettuato una crasi fantastica...
Ahimè l'ho scattata mentre ero in attesa di un compratore che poi mi ha offerto 4000 euro per raccogliere i miei 10-15 vagoni di tarocco nucellare....Le arance a prezzatura … siamo nel 2010 …

Mistero GURS

Dove sono finite le Gazzette Ufficiali della Regione Siciliana? On-line c’è solo la n. 1 di giorno 8 gennaio. E quella del 15, e quella di oggi? Il calendario scorre, le Gazzette si fermano. Nel 2010…nel 2010…come può succedere?Scriviamo a Mi Manda Rai Tre o a Chi l’ha Visto??? O a Striscia … meglio di no altrimenti diranno che non sono IGP e non sono originali ….

Sms all’arancia

Ieri mattina ho regalato una cassetta di arance tarocco da clone nucellare (senza bollino IGP) ad un mio amico.
Pubblico qui l’SMS che mi ha inviato stamane:
Quelle arance sono la quintessenza dell’agrume. Un’eccellenza che merita solo complimenti (e apprezzamenti). 8 centesimi li darei al mese come stipendio ai nostri politici che non sanno promuovere queste eccellenze. Grazie. Ciao Lxxxxxxx.

Ancora per l’Assessore Titti Bufardeci

Caro Assessore,
mentre le arance cadono inesorabilmente, devastando economie di interi territori, mentre il Suo Ufficio prende tempo, mentre, mentre, mentre …. il grano viene scambiato a 12 centesimi al chilo, un prezzo di anni ed anni fa, ma il pane e la pasta hanno i prezzi di quando il grano veniva scambiato a 49-50 centesimi al chilo.
Quali sono le conseguenze di questa forbice fra i prezzi alla produzione ed alla vendita, proprio nel caso del pane e della pasta?
1) riduzione dei consumi, con licenziamento di operai;
2) sensibile riduzione delle semine, con danno all’ambiente;
3) riduzione degli acquisti di fertilizzanti e fitofarmaci, con licenziamento di operai.
Potrei fare ancora chissà quanto altri esempi, ma come vede … l’economia agricola, se non funziona (e non funziona!) si tira dietro un indotto non indifferente, e tutto il sistema è bloccato.
Che fare? Ci vuole una iniezione di liquidità nelle aziende agricole. Come?
Semplice! Si attivi al Ministe…

Senza scambio!

Vi ricordate il Bando Postale, quello tanto criticato, quello che aveva inventato l’architetto Morale, e che aveva istituito gli Agronomi a Tempo?
Ebbene, proprio quel Bando, che debbo ammettere funzionò egregiamente (anche se ci abbiamo riso tanto) ed anche assai velocemente, fece sì che alla SAME, azienda storica produttrice di trattrici, fecero rientrare gli operai dalla Cassa Integrazione per produrre le trattrici da consegnare in Sicilia.
Come mai
oggi, con una economia agricola in affanno, l’Italia non aiuta la Sicilia, ad esempio acquistando più arance e meno banane, o più arance e meno ananas????

Chiudiamo gli studi professionali!!!!!!!!!

Cliccate sull’immagine qui a sinistra.
Adesso vi dico dove l’ho presa, e veramente possiamo chiudere con la nostra attività professionale!!!!!
Andate sul sito internet Ufficiale della Camera di Commercio di Siracusa. Poi cercate la rilevazione dei prezzi di vendita da parte degli agricoltori (vi risparmio la fatica e posto il link qui).
A questo punto si apre un file di Word … della Camera di Commercio di Catanzaro!!! Sì avete letto bene: di Catanzaro!!! E se poi, per ulteriore verifica, andate a vedere nella “proprietà del documento” si vede che l’hanno fatto proprio là.
A questo punto mi chiedo: che dati statistici sono quelli pubblicati a Siracusa se sono di Catanzaro?????
Non c’è dove arrivare!!!!!!!!!!!!!!

Dedicato all’Assessore Titti Bufardeci

Caro Assessore Bufardeci, mentre Lei è fortemente occupato a rassettare o resettare l’organigramma Assessoriale, mi arrivano via email da colleghi queste foto terribili.
Immagini per un attimo che dopo un mese di sbattimenti a destra e a manca Lei non riceva il Suo stipendio, ma se lo veda cadere per terra … ecco cosa succede dopo un anno intero!
Guardi bene questa foto … prima o poi potrebbe diventare preistoria!
Non si chieda cosa sono … sono arance cadute per terra … arance che dovevano andare al mercato di consumo, ed a causa di una insensata politica cieca sono finite per terra dopo un anno di lavoro!
E mentre che ci sono pubblico l’email inviata ieri al Presidente della Regione Raffaele Lombardo, con la risposta (ahimè automatizzata) ricevuta dopo 24 ore …
Caro Presidente,
si parla tanto, e si parla spesso di semplificazione della burocrazia, di aiuti al comparto agricolo. Da trent'anni faccio l'agrumicoltore, e da 25 faccio l'agronomo.������…

Come ti ammazzo le arance

Ieri ho ricevuto un Comunicato Stampa da parte del Consorzio di Tutela Arancia di Ribera DOP e lo pubblico.CONSORZIO DI TUTELA
ARANCIA RIBERA DI SICILIA DOP - RIBERELLA
COMUNICATO  STAMPA
Dal danno alla beffa:
In seguito al servizio “riparatore” sull’Arancia Tarocco di Sicilia della puntata di Striscia la Notizia del 19 gennaio 2010, mandato in onda a seguito delle proteste dei produttori di arance Tarocco non IGP,  è emerso che in Sicilia esistono non solo le Arance Tarocco IGP ma che la stragrande maggioranza di queste arance a polpa rossa sono commercializzate senza il bollino, simbolo che contraddistingue solo una parte di esse coltivate un areale delimitato.
E’ stato evidenziato, anche dallo stesso dott. Scuderi, per finalmente riappacificarsi con il collega rappresentante della Cia di Catania, che anche le arance Tarocco senza bollino sono siciliane e che hanno le stesse qualità di quelle con il bollino e, pertanto, sono buone.
Sulle arance “ombelical…

Lampadine esauste

Queste lampadine sono quelle dell’Ospedale di Lentini, ovviamente quello nuovo; lampadine fulminate dopo un anno e tre mesi di inutile spreco di energia elettrica.
Un anno e tre mesi …