mercoledì 31 marzo 2010

Dedicato a Titti Bufardeci: etimologia di Gea

Oggi ho ricevuto alcune telefonate, ma anche email, per sapere chi è Gea, quella nominata e scritta dall'Assessore alle Risorse Agricole on.le Titti Bufardeci.
E' chiaro che sarà l'AGEA; ma è stato scritto "GEA", pertanto o è ignoranza totale o è GEA ... una assistente dell'Assessore?
Siccome la cosa comincia a ... incuriosire, vi riporto (con un bellissimo copia/incolla) ciò che c'è scritto su Wikipedia!
Gea nella mitologia greca
La Teogonia di Esiodo racconta come, dopo il Caos, sorse l’immortale Gaia dagli ampi seni, progenitrice degli dei dell’Olimpo. Da sola e senza congiungersi con nessuno ella generò Urano (il cielo stellato), Ponto (le sterili profondità del mare) e le montagne. In seguito, racconta sempre Esiodo, si unì ad Urano dando alla luce i Titani Oceano, Ceo, Crio, Iperione, Giapeto, Teia, Rea, Temi, Mnemosine, Febe e Teti. Dopo di loro nacque Crono, il più giovane furbo e terribile dei suoi figli, che prese ad odiare il suo potente padre.
Esiodo parla anche della successiva progenie di Gaia ed Urano, dapprima i
Ciclopi, giganti con un solo occhio: Bronte, Sterope ed Arge. Poi i tre terribili Ecatonchiri dalle cento braccia: Cotto, Briareo e Gige, ognuno dotato anche di cinquanta teste.
Urano rinchiuse i Ciclopi e gli Ecatonchiri nel
Tartaro, in modo che non potessero vedere la luce, rallegrandosi di quest’azione malvagia. Questo fatto fece soffrire Gaia (il Tartaro si trovava infatti nelle sue viscere), che così creò un tipo di pietra focaia grigia (Adamantina) e con questa modellò una grande falce con cui radunò Crono e i suoi fratelli, chiedendo loro di obbedirle ed aiutarla. Soltanto Crono, il più giovane, ebbe il coraggio di prendere la falce di pietra che lei aveva fatto e servirsene per evirare il padre quando si avvicinò a Gaia per accoppiarsi con lei. Dalle gocce di sangue mischiato a sperma che la colpirono, Gaia generò le forti Erinni, i Giganti, tra cui Abseo, e le Ninfe del frassino dette Melie. Il membro reciso di Urano, gettato in mare, fecondò le acque dalla cui spuma sorse Afrodite. Urano venne quindi deposto da suo figlio Crono e, nel frattempo, i Titani liberarono i Ciclopi dal Tartaro: Crono divenne il loro re ed iniziò quella che fu chiamata l’età dell’oro.
Dopo che Urano venne castrato, Gaia ebbe anche un figlio,
Tifone dal Tartaro, mentre con Ponto generò le divinità marine Nereo, Taumante, Forcide, Ceto ed Euribia.
Crono, però, assunse ben presto il medesimo comportamento del padre Urano e, nel timore di venire spodestato dai figli, divorò man mano che nascevano i figli partoriti dalla moglie Rea. Rea, disperata per i continui abomini compiuti dal marito, si rivolse proprio a Gea nel tentativo di salvare l'ultimo nascituro,
Zeus. Gea allora consigliò alla figlia di fare ingoiare a Crono, con l'inganno, una pietra avvolta in fasce e di nascondere il piccolo Zeus presso il monte Ida, in modo tale che, una volta cresciuto, il Cronide, avesse potuto spodestare il padre a sua volta. Divenuto adulto, Zeus liberò con un farmaco dal ventre di Crono i suoi fratelli e, al loro fianco, ingaggiò con il padre una terribile battaglia che durò 10 anni, la Titanomachia. Gea, per favorire il Cronide ed ottenere la sua vendetta, consigliò a Zeus di liberare gli Ecatonchiri ed i Ciclopi, ancora imprigionati nelle sue tetre viscere, per dare una svolta decisiva al combattimento. Vinta la battaglia ed assunto il potere, Zeus punì i Titani sconfitti, gettandoli tutti nel Tartaro; atto che fece adirare Gea, la quale, furibonda per il trattamento serbato ai suoi figli, aizzò i terribili e poderosi Giganti a punire il Cronide e gli altri Olimpici, dando inizio alla guerra conosciuta come Gigantomachia. Grazie all'intervento di Eracle nello scontro, però, gli Olimpici si assicurarono la vittoria e Gea, ancora risentita, chiamò in difesa il figlio Tifone, generato in unione con il Tartaro. Anch'egli, però, dopo uno strenuo combattimento fu sconfitto e relegato in una montagna. Da quel momento in poi le terre furono condivise da tutti i fratelli di Zeus e dagli altri Olimpici.
p.s.: preferisco ridere e gustiamoci Tuccio Musumeci con "il divorzio di Aitina"

Le nuove favole

Senza titolo 1Vi riporto “pari pari” cosa ha dichiarato l’on.le Titti Bufardeci in chiusura della trasmissione Prima Pagina, andata in onda venerdì sera, e che ha fatto slittare la pizza blog!
Leggete. In blu c’è il testo “irradiato” dalla emittente Antenna Sicilia, in rosso, e fra parentesi, alcune mie osservazioni e considerazioni.
Guardate a sinistra: il testo è anche pubblicato su Facebook!
“La crisi c’è, occorre fare qualcosa di comune accordo con il governo nazionale”. Questo in sintesi l’intervento dell’assessore regionale alle Politiche Agricole Titti Bufardeci ospite negli studi di Prima Pagina su Antenna Sicilia con Rino Lodato.
Cosa fare per l’agricoltura siciliana, assessore Bufardeci? 
“Innanzitutto, avviare le misure che possiamo mettere in campo subito (per esempio archiviare le pratiche dei danni, come si è fatto finora? E quali sarebbero queste misure? Non è stato detto!), due: ampliare la possibilità di bandi comunitari ai campi produttivi (ma i bandi comunitari non sono già riservati anche ai campi produttivi? Ma che senso ha100-0026_IMG questa frase?). Dunque avviare la filiera più corta. Tre: avviare i pagamenti sulla siccità degli anni precedenti (questa è bella! solo la siccità; e le altre calamità? verranno archiviate anche quelle?), abbiamo completato quello del 2002 (a me non risulta, anzi aspetto ancora il pagamento!), mentre per il 2008 abbiamo avviato il pagamento dopo il problema Gea
(Chiaritemi tre cose: 1) non mi risulta avviato il pagamento! 2) cos’è la Gea? Forse l’AGEA? 3) che problema c’era all’AGEA? E perchè mai deve pagare l’AGEA se ancora gli IPA debbono fare le istruttorie delle pratiche, fare i collaudi – eh, sì! i collaudi! Per i ripristini strutture danneggiate si debbono fare i collaudi! E come sono stati avviati i pagamenti senza istruttoria delle pratiche e senza i collaudi?). Adesso stiamo cercando di ampliare l’istruttoria per poter definire anche questo pagamento. (Ma come? Prima dice che il pagamento è avviato, e poi dice che si “amplia” l’istruttoria? E che significa ampliare l’istruttoria? Non lo comprendo!)
Insieme a tutto questo, ci sono anche i nuovi bandi che stiamo cercando di attivare al meglio e migliorarli (ah che bella notizia! E quali sarebbero? E come li migliorate? Senza passare dall’Unione Europea?). Appena ci sarà l’insediamento dei nuovi assessori nelle altre regioni, occorrerà, a mio avviso, un’azione convergente perché tutti si faccia battaglia nei confronti del governo nazionale e insieme far quadrato per ottenere misure anticrisi, cosi come il consolidamento delle imprese (55 mila imprese ancora in crescita), non ultimo l’internazionalizzazione”
(L’internazionalizzazione di che?)image_229

Caro Assessore, per parlare a braccio si deve essere preparati, ma molto preparati, altrimenti conviene leggere; si fa più bella figura!
Di questo passo andremo sulla Luna … attraversando il nuovo ponte di Primosole!

Le favole di Bufardeci hanno inizio da qui, o sono iniziate da tempo?

martedì 30 marzo 2010

L’arancia tarocco batte la mela?

80567734

L’antico proverbio “una mela al giorno toglie il medico di torno” verrà soppiantato dalle arance tarocco?
Ebbene, come ho scritto ieri, se dovesse venir confermato farmacologicamente l’effetto riscontrato da me e da alcuni amici miei, utilizzati come “cavie”, allora siamo “a cavallo”, e la mela potrebbe farsi da parte!
Oggi ho ricevuto una bella telefonata da “bimbo scemo”, che era curioso di sapere quale fosse “l’effetto aranciaro ®.
Appena gli ho spiegato l’effetto, mi ha risposto che anche lui se n’era accorto, ma non aveva correlato la cosa.
Assessori di tutta la Regione … attendete i risultati della scienza … e poi potrete dire (Leontini e Cimino incluso) “l’avevo detto” …

Favole sparse

IMG274

Meno male che la favola delle palme, quella inventata dall’ex Assessore Cimino, non è stata portata avanti. Ve la ricordate? Quella secondo la quale ad ogni palma abbattuta sarebbero stati elargiti 200,00 euro … senza pensare che abbattere e smaltire una palma costa non meno di 800,00-1.000,00 euro. Oggi, al bivio Jannarella, ho visto questa palma morta ed ho subito pensato alla favola delle palme. Ma domani … vi racconto una bella favola di Titti Bufardeci. Le favole Assessoriali, a quanto pare, sono assai contagiose.

Sarà colpa del virus dell’arancia pazza?

Terremoti di oggi in Sicilia

1

Oggi in Sicilia sono stati registrati due terremoti:

  1. Alle ore 08.20 un sisma ha interessato le zone a mare al largo di Trapani; il sisma ha avuto magnitudo di 3,1° della scala Richter, ed è stato localizzato ad una profondità di 10 chilometri.
  2. Alle ore 10.04 un sisma ha interessato la zona Etnea, e precisamente Linguaglossa. Il sisma ha avuto una magnitudo di 2,2° della scala Richter, ed è stato localizzato ad una profondità di 16,3 chilometri.

Commiato Ministeriale

Dopo tre anni di "patimenti" finalmente il Ministro Leghista Luca Zaia lascerà il suo scranno! E' stato "promosso" Governatore della Regione Veneto. Speriamo che non vi sia un'altra scelta scellerata da parte del Governo, perchè questo Ministro non ce lo scorderemo mai più: un Ministro che ha solo fatto gli interessi della sua Regione, disinteressandosi di tutte le altre! Un Ministro che ha visto la nostra Regione come colonia dalla quale ricavare qualcosa, ma solo "di striscio", magari inviando latte, parmigiano, radicchio o ... terremoti, gelate ed alluvioni. Un Ministro che, se dovessi compilare la pagella anche per lui, andrebbe posto fra l'ex Assessore Leontini e l'ex Assessore Cimino! Adesso i deputati Siciliani, compreso Nembo Kid che siede nell'immeritato scranno sottosegretariale, compreso il Deputato Assenteista, si diano un smossa, anche leggera, ma facciano sentire le ragioni di una Italia unita che vuole un Ministro per tutta l'Italia, così come ha chiesto la Confagricoltura con la propria petizione. Addio Luca Zaia. Speriamo di non doverci più "incontrare" nel nostro operato! Accendo un cero sulla dipartita verso la Presidenza della Regione Veneto, ma solo per l'educazione che ho ricevuto. Un cero di commiato non si toglie a nessuno, nemmeno a chi non se lo merita, nemmeno a chi ha fatto un danno immenso. Un cero di commiato non si toglie proprio a nessuno!
Addio Luca Zaia, addio!

Elezioni all'EPAP

Le elezioni all'EPAP si sono concluse lasciando l'amaro in bocca per i candidati Siciliani. Tutti battuti. Che cos'è successo? Troppi candidati hanno causato ciò che era previsto. Una dispersione di voti, e nel frattempo altre regioni si compattavano. Ecco che la Sicilia non ha più nessuno che li rappresenta all'EPAP! Una sonora sconfitta, frutto di una mancanza di coesione e di "gioco di squadra". Eppure molti erano i nomi validi, ma molte le attese. E la corda è stata tirata talmente che si è rotta. Mio pensiero sulla vicenda. "Lo butto là", come si suol dire, sapendo che mi tirerò addosso critiche da tutti. Ma pur sempre il mio pensiero è: dopo una sonora sconfitta le dimissioni in massa, per rispetto dei colleghi, sarebbero d'obbligo. (Ecco: mi sono già fatto altri nemici!)
La mia candidatura al Consiglio Nazionale ... è sempre ritirata ... meglio stare fuori da giochi ai quali non sono abituato, e ... dopo le timide reazioni di qualche settimana fa ... mi faccio da parte ... così "stiamo in pace"! Vi riporto per completezza i nomi di chi è stato eletto: Dottori Agronomi e Dottori Forestali Consiglio di Indirizzo Generale Bergianti Alberto voti 325 Maglie Ludovico voti 316 Poeta Stefano voti 302 Uliana Giorgio voti 290 Marino Angelo voti 286 Sotgiu Gianfranco voti 252 Stefanelli Giuseppe voti 224 Von Unterrichter Rudolf voti 222 Diana Pasquale voti 217 Secci Zaccaria Carlo voti 217 Maisto Domenico voti 216 Dottori Agronomi e Dottori Forestali Consiglio di Amministrazione Gaudio Roberto voti 1487 Milillo Oronzo Antonio voti 1360 Dottori Agronomi e Dottori Forestali Comitato dei Delegati Bega Rita voti 1051 Berardo Daniele Giovanni Battista voti 950 Stasi Orazio Antonio voti 764

lunedì 29 marzo 2010

Giornata triste

IMG257

Oggi, dopo essere stato nel mio agrumeto, ho fatto un giro “della briscola pazza” fra centri di ritiro e agrumeti danneggiati.
Ma andiamo con ordine:
1) Centro di raccolta. Ecco che non c’era nessuno a conferire; c’era la commissione, ma nessuno del Comune. Segnale che la PREGHIERA non ha funzionato.IMG266
Chiedo come mai non c’è nessuno a conferire e mi si risponde: “abbiamo 7 vagoni nei bins, ma non riusciamo a mandarli in fabbrica perchè stanno privilegiando altri”…e meglio non aggiungo altro.
2) Mi dirigo verso un altro centro di raccolta, ma fuori nessuno. Non sono entrato, altrimenti avrei rischiato il linciaggio.
3) Arrivo a Gerbini (contrada vicino Sferro) ed ecco le foto che ho scattato. Un tappeto di arance, dove camminare era difficile (santi stivali!!!).
Non vi riferisco lo scoramento del proprietario; ometto anche gli insulti che ho sentito, diretti verso una amministrazione che con questo bando-farsa arance ha fatto più danno che altro.
Mentre andavo via, col cuore piccolo piccolo, pensavo “ma non potevano archiviare – già che c’erano – anche questo bando-farsa?
4) Alla fine di una mattinata triste ... ecco che in Tangenziale di Catania trovo l’ennesimo TIR pieno di arance da spremere … destinazione … sconosciuta! IMG270

Unica cosa positiva della giornata: ho posto in essere, grazie ad un amico di quando eravamo tutti ragazzini, le basi per una ricerca scientifica (siamo solo al primo passo) atta a sperimentare effetti farmacologici ad oggi sconosciuti dell’arancia tarocco; cosa da me riscontrata negli ultimi anni, e cosa che ho riscontrato utilizzando come “cavie” alcuni amici miei.
1Effetti farmacologici significa che l’effetto dalla assunzione delle arance tarocco al beneficio è pressappoco immediato.
Ho anche informato della vicenda qualche amico, ma soprattutto il mio amico Andrea Lodato, giornalista che mi segue e su cui posso contare.
Posso solo anticipare una cosa: se la ricerca scientifica suggellerà le mie osservazioninon ci saranno arance tarocco che basteranno … e risolveremo una volta per tutte il problema dei tarocchi.
Se, invece, la ricerca scientifica dovesse dare esito negativo … pazienza … continueremo a gridare e sbraitare!

Nuovi giochi?

Circa 7.200 agrumicoltori delle province di Catania e Siracusa (toh guarda quasi il doppio di quelli che hanno aderito al bando-farsa arance) aspettano da due anni che gli vengano rimborsati i danni delle gelate del febbraio 2008. Ci volle un anno per avere il Decreto Ministeriale. I soldi furono stanziati l'indomani, ed oggi dopo un anno, un mese e 15 giorni ... i soldi non sono stati ancora erogati. Nel frattempo in Florida due calamità sono state pagate ... a colpi di 125.000.000 di dollari l'una. Entrambe pagate. Qui per una sola calamità ... si aspetta che arrivi implacabile la scure dell'ARCHIVIAZIONE COATTA. A che gioco giochiamo? A "tre oro vince/tre oro perde"? Al gioco "dei tre bussolotti"? Eppure l'Assessore, on.le Titti Bufardeci, venerdì sera nel corso della trasmissione Prima Pagina, su Antenna Sicilia, (sarebbe stato meglio fare la pizza blog?!?!?) ha dichiarato che "stiamo mettendo in moto i pagamenti attraverso l'AGEA". E che c'entra l'AGEA? Mica stiamo parlando di pagamenti Comunitari ... o l'Assessore, consigliato da Mickey Mouse, si è reso conto che la Sua Amministrazione non è in grado di pagare le pratiche? O peggio: prende tempo perchè non si sa più quanto di quei 13.400.000 euro sono rimasti "all'appello"? E l'Assessore lo sa che l'AGEA per pagare deve avere gli elenchi completi? Ce la faranno gli Uffici a istruire e collaudare 7.200 pratiche tutte insieme? L'Assessorato fornirà loro ... la bacchetta magica, la sfera di cristallo, o la penna veloce biturbo superstar? Il tempo scorre, i mesi passano, gli anni pure. L'unica cosa che è ferma, oltre al Bilancio della Regione, è il pagamento delle gelate 2008 ... finito sotto uno dei tre "bussolotti".
Eppure l'unico gioco che vediamo si stia giocando è il "DOMINO ..., dove un'azienda cade e trascina l'altra e così via!

Terremoto nel Messinese

Questa notte, alle ore 00.39, nella zona del Golfo di Milazzo è stato registrato un terremoto con magnitudo 2,7° della scala Richter, ed è stato localizzato ad una profondità di 129,8 chilometri.

domenica 28 marzo 2010

Dedicato ai gemelli Carpinato 2°

Discussioni per nulla serie fra me e Franco Carpinato. Io - Ma la stanza dei bambini è pronta? Franco - Si!
Io - A che sesto li mettete fra loro? Franco, ridendo - quattro per quattro! Io - e se all'Assessorato non ti "passano" il sesto? Franco - Forse non me lo passano perchè non ho il Durc dei bambini. Io - Hai fatto le analisi? Franco - Certo: tutto a posto! Io - Cretino! Le analisi per il Metafert! Franco - Laura ... ci parli tu con questo qui? Io - Li allatti tu o tua moglie? Franco - Lauraaaaaaaaaaaaaa

Indovinello

Ritorna l'indovinello varietale. E' certamente un'arancia, del gruppo NAVEL. Ma che varietà è? Speriamo che non lo indovinino a Palermo, nei Palazzi Dirigenziali, altrimenti lo inseriscono nel bando-farsa arance ed archiviano il bando stesso!

Dedicato ai gemelli Carpinato (new entry)

Cari Franco e Laura ... sfidando la privacy ho avuto in anteprima il video di una ecografia di vostro figlio .... e ridamoci su!
Scherzi a parte … il video è troppo carino, e va riproposto!

"I casalinghi"

L'etimologia siciliana dei "casalinghi" non la tiravo fuori da un pezzo, e ieri mi è capitata l'occasione. Direte: l'etimologia siciliana della parola? Si! Da dove viene la parola CASALINGHI? Semplice: CASA ALLINCHI! Ovvero "allinchi una casa". Ecco da dove viene casalinghi ... "si riempie una casa" per cui CASA ALLINCHI!

Prezzi in salita?

Catania - angolo Via F. Riso e Piazza Verga Una "lapa" aveva questi tarocchi a 0,65 €/Kg. il collega dott. agr. Ciccio Platania ha trovato gli stessi frutti a Bologna a 0,80, ma a Catania sono a 0,65! Stamane il sito internet smsconsumatori riporta una media nazionale (pressochè stabile) a 1,45 €/Kg, ma con punta a Padova di 3,50 €/Kg nella grande distribuzione!!!! Cliccate qui per leggere!

Scritte murali

Questa scritta dedicata al mitico Alfio non potevo che pubblicarla. Alfio è tornato dal Venezuela? Non ne sappiamo nulla. Chissà se dopo questo post si decida a scrivere di nuovo sul blog!

Senza "frecce"

Qualche tempo fa ho pubblicato una Alfa Romeo Brera, il cui conducente utilizzava le frecce ad ogni curva. Oggi, ivece, vi faccio vedere questo furgoncino, che si districava nella zona di Via canfora, a Catania, senza usare le frecce direzionali. Un indovinello continuo ... dove andrà? mi sono chiesto ad ogni incrocio ...

sabato 27 marzo 2010

Onore a Giacomo Matteotti

Il nonno di Giacomo Matteotti, tale Matteo, era originario di Comasine, una piccola frazione di Peio (TN). Che c'entra questa notizia su questo blog (foto fatta da me due settimane fa)? Beh ... oggi avete visto che per realizzare 588 metri abbiamo aspettato ben 25 anni, e trent'anni per l'autostrada Catania-Siracusa. Guardate questa galleria: si trova nella Val di Peio (per l'esattezza ce ne sono due). Sono poste nella strada che porta da Peio a Comasine, e tutto in onore a Giacomo Matteotti. I guard-rail ... sono in legno, per non creare impatto ambientale ... Due gallerie splendide per si e no 110 abitanti ... e noi aspettiamo lustri, decenni, secoli ...

Attese infinite

Catania
E finalmente dopo soli 25 anni la Tangenziale di Catania è stata collegata alla s.s. Catania-Gela con una bretella, che va dall’Asse dei Servizi (uscita Bicocca) alla zona di contrada Bummacaro.
Una “dimenticanza” che costringeva tutti a fare un giro assai “perverso”.
Venticinque anni per avere una bretella di appena 588 metri!
Due anni di chiusura dell’ultimo svincolo della Catania-Palermo, quello di contrada Pigno.
Le foto le ho fatte ieri mattina.
Una attesa infinita. Venticinque anni per 588 metri: 23,52 metri all’anno, o se volete 1,96 metri al mese, o … 5,37 millimetri al giorno …

IMG231 IMG232
IMG233 IMG234

venerdì 26 marzo 2010

Preghiere “sparse”

Visto che LE PREGHIERE sono di moda all’Assessorato Agricoltura e Foreste (ops…per le Risorse Agricole) vi mostro due modi diversi di PREGARE di recente introduzione.

IMG229

Il collega dott. agr. Bruno Barbagallo, mio lettore da sempre, ha ritenuto, per uniformarsi alle nuove disposizioni Assessoriali (ops…preghiere) di invitare tutti a chiudere il portone con la dicitura “SI PREGA”…

IMG230 Anche i nuovi germogli delle piante di arancio, nella fattispecie un arancio tarocco da clone nucellare, sembrano uniformarsi ai nuovi dettami … e PREGANO.
Guardate il povero germoglio con le “foglie giunte in preghiera”…

AAA Calcolatrice cercasi

6555_6556

Ieri mattina l’Assessore alle Risorse Agricole on.le Titti Bufardeci ha dichiarato che stanno per arrivare 30 milioni di euro per risollevare le sorti dell’agricoltura.
poi dopo un pò, forse in uno dei tanti incontri programmati alla medesima ora, la stessa cifra, 30 milioni di euro, è stata indicata per pagare i danni della peronospera dei vigneti …
Allora la somma in arrivo è 30 milioni o 60 milioni di euro?
E da dove arrivano se il bilancio della Regione non c’è???
E i 12,5 milioni di euro per il bando-farsa arance arrivano pure da un Bilancio che non c’è?
A Palermo … sta per aprire Disneyland, collaborato da Looney Tunes … con la collaborazione speciale dei fratelli Grimm …
Che belle favole leggiamo nei comunicati stampa!
Certo che l’ex Assessore Cimino ha aperto una breccia … quella delle favole … che continua ancor oggi.
Lunedì ne scrivo una bellina bellina, su questa “moltiplicazione dei pesci Assessoriale” …

AAA CALCOLATRICE CERCASI, anche di seconda mano, ma con almeno 12 cifre e due decimali, da fornire a Mickey Mouse, per evitare conteggi … automoltiplicatori!pen-usb

L’Assessorato, salvo proroga, farà un bando nel quale conferire tutte le calcolatrici, ma indicherà, in un secondo momento, se conferire l’alloggiamento, il display, la tastiera, o le batterie, previa presentazione del MUD, del DURC, e del mitico PAI?????
I partecipanti al bando … dovranno fornire anche una “pennetta USB” (o una penna veloce turbostar -USB ), che all’Assessorato conoscono bene perchè, essendo una memoria di “archiviazione di massa”, gli ha consentito l’archiviazione in massa di centinaia di migliaia di pratiche di danni!

Ancora su prezzi pazzi

Clementini

Ricevo da un collega e pubblico, così non sono il solo a “scoprire” questi prezzi!
Gent.mo Dott. Corrado Vigo, mi chiamo F. C. e sono un neo-laureato in S.T. Agrarie.
Da più di un anno lavoro e collaboro con il Dott. E. C. che penso Lei conosca benissimo.
Le invio una foto, dire scandalosa, sui prezzi dei clementini che ho trovato in Trentino quest'inverno in un supermercato del luogo.
Sperando di essere stato utile, Le mando i miei cordiali saluti.
F.C.

Aggiungo: il prezzo di € 3,50 al chilo è per clementine spagnole. Quello di € 4,50 … è per clementine Italiane?
Potremmo sapere, per favore, quale parte del frutto è in “oro” per arrivare a questi prezzi?

Video di Andrea Lodato su parcheggi selvaggi

Senza titolo 2 Stamane ho letto il post sul blog di Andrea Lodato relativo ai parcheggi selvaggi.
Ve lo propongo, e riporto il mio commento fatto pochi minuti fa:
Caro Andrea,
il tuo video è emblematico.
Io nel mio blog scrivo “porcheggiare”, ovvero posteggiare “a porco”, cosa che piace sempre di più, a quanto vedo.
Sai qual’è il problema? la “lagnosìa”: l’essere lagnosi.
Nessuno vuole fare strada a piedi, e si trova più comodo “porcheggiare” fregandosene della restrizione delle sede stradale, che ingenera le file.
Ad Acireale, maestra in questo, se uno abita al civico 26, ad esempio, e deve comprare il pane al civico 130, prende la macchina, gira, gira e rigira, fin tanto che non trova il posto innanzi al civico 130; compra il pane e poi va via ritornando al suo civico di abitazione, ma per far ciò, ovvero per posteggiare stabilmente fa almeno 4 o 5 giri…e l’ingorgo quotidiano è fatto.
Sai quante volte, io che amo andare a piedi, mi dicevano “Vuoi un passaggio?” Ed io “no grazie …”
La lagnosìa è la madre del “porcheggio”.
Ciao

giovedì 25 marzo 2010

Coltiviamo riso?

Ieri mattina sono stato ad “indagare” nella zona della Piana di Gelsari, zona un tempo servita dal Consorzio di Bonifica della Piana di Lentini, oggi dal Consorzio 10 – Siracusa.
Ebbene, delle quattro idrovore funzionanti (parlo della zona Nord), in funzione ce n’era una sola. Così al posto di una portata di smaltimento di circa 30.000 litri al minuto, la portata viene ridotta a circa 7.500 litri al minuto, ovvero un quarto.
In questa zona della Piana di Gelsari le idrovore non sono state rubate, coma nella zona sud, pertanto non si comprende perchè non vengano azionate tutte e quattro!
Ecco che a monte si è creato un vero e proprio acquitrino, ripristinando il “vecchio pantano”, dove la veccia, il frumento non germina nemmeno, ma l’unica cosa che proliferano sono le zanzare! Centinaia e centinaia di ettari sott’acqua.
Ieri mattina diversi allevatori mi hanno detto che nonostante avessero seminato … dovranno acquistare il foraggio per i loro bovini!
Eppure Mickey Mouse fu Commissario anche di questo Consorzio … e non è cambiato nulla!
Che si fa? Si passa alla coltivazione del riso?

IMG177  
IMG193 IMG192

Senza commenti, solo GRAZIE!

IMG170Foto fatta a Catania, in una contrada della Piana.

mercoledì 24 marzo 2010

Elezioni all’EPAP

testata_logo

Devo fare i complimenti per il sistema di votazione telematico.
Altro che PAI, altro che METAFERT!!!!
Ha funzionato alla meraviglia, veloce, efficiente ed anche snello!
Complimenti a chi ha realizzato la piattaforma sul web!!!! Davvero …. complimentoni!

Una sola “PREGHIERA” (come amano dire all’Assessorato Agricoltura della Regione Siciliana): perchè non mandate i vostri programmatori alla Regione, al posto di quelli dell’INEA, dell’ISMEA, dell’IKEA e della mucca Carolina?

Interrogativi “auto”-stradali

IMG194

Vi siete accorti che all’uscita della galleria San Demetrio, nella nuova autostrada Catania – Siracusa, in direzione Catania, c’è un “bellissimo” avvallamento proprio prima del ponte sul fiume Gornalunga? E come mai, viene da chiedersi! L’autostrada nuova … aspettata per oltre trent’anni già “cede” a nemmeno un anno dalla sua apertura?
Hanno anche messo un limite provvisorio di 60 Km/h!!!

 

Però oggi, in compenso, sulla vecchia strada statale n. 114 (la vecchia Catania-Siracusa) non c’era proprio nessuno. Ma nessuno … nessuno!!!!

IMG172

IMG171

 

La “Tristeza”

In giro per gli agrumeti si trovano sempre più spesso piante colpite dal virus della Tristeza (CTV), ma ad oggi nessuna Amministrazione Pubblica ha ancora messo in atto degli interventi finanziari per fronteggiare il problema.
L’intervento Pubblico è indispensabile, magari con bandi fatti ad hoc, e senza scempiaggini, che consentano non solo il reimpianto delle zone colpite, ma anche il sostentamento delle aziende agrumicole che senza aiuti non potrebbero coltivare i giovani impianti.
Domenica mattina parlavo di ciò con il collega Vittorio Lo Giudice, e convenivamo sul fatto che sembra che l’inerzia del “Pubblico” sia fatta apposta, quasi a far sparire o a limitare fortemente il settore agrumicolo.
Ma se ciò è vero, chi glielo dice a decine di migliaia di persone che perderanno il loro lavoro?
Forse faranno un Bando per dirglielo … magari in proroga decennale … o ventennale!

Il danno che talune persone fanno con la loro inerzia, e parlo di chi dovrebbe occuparsi di questi problemi, è maggiore di quello che fanno con la loro incapacità o la loro indifferenza!

IMG168 IMG169
IMG167  

Conferimenti … strani

A proposito del bando-farsa arance, ieri e l’altro ieri sono stato in giro per vedere “i movimenti” sui conferimenti in tre centri di ritiro autorizzati. Molto lenti, e soprattutto con poche quantità, anche perchè la campagna del “tarocco” si sta rapidamente concludendo.
Però dei “conferimenti corposi” li ho trovati a Lentini (SR), ma non di arance; si tratta di spazzatura.
Lentini vuole battere Paternò? O si è messa in lista anche per battere Palermo, e perchè no, Napoli?

IMG164 IMG165
IMG166