ieri il blog ha avuto 8.659 accessi

mercoledì 31 agosto 2011

SOS irrigazione 2°

Vi racconto questa: oggi è il 31 agosto. Ho appena ricevuto una telefonata dall'ENEL per un reclamo su disservizio sulla linea elettrica che alimenta le forniture dell'agrumeto della nostra famiglia a Francofonte. Reclamo inoltrato in data 16 giugno 2011!!!
Il reclamo, per fortuna, è stato definito il giorno dopo, poichè non vi era stato un furto dei cavi, atteso che i cavi erano già stati rubati e sostituiti in alluminio, ma il guasto era un semplice teleruttore andato in blocco. Ed è bastato solo un semplice intervento per riavviare la "cabina ENEL".
E l'ENEL mi chiama oggi??? Dopo due mesi e mezzo??? Per fortuna che non è stata interrotta la fornitura nel momento più delicato dell'irrigazione degli agrumeti, altrimenti io ed il mio avvocato avremmo dormito sotto gli Uffici dell'ENEL!!!!
Dopo due mesi e mezzo!!!
Ma siamo nelle mani di nessuno!

SOS irrigazione

83116530

Lunedì scorso ho ricevuto una email da un lettore del blog, S.F., relativa ai furti di rame nelle campagne ed al conseguente disagio per irrigare i campi. Pubblico la sua email, la mia di risposta ed un’altra ricevuta sempre da S.F. ribadendo che il blog è a disposizione di tutti, come sempre.
Gentilissimo Dr. Vigo,
sono S. F. il lettore del blog che l’11-08-2011 ha suggerito il sondaggio relativo al furto dei cavi di rame.
Visto il risultato del sondaggio, ritengo che tutti i titolari delle aziende agricole che abbiamo subito il furto dei cavi ci potremmo conoscere, per mettere insieme sul tavolo di chi ha responsabilità in materia, le problematiche che stiamo vivendo per ottenere tempi di ripristino dell’energia elettrica più ragionevoli. 
Tramite il suo blog si potrebbe organizzare un incontro di tutti quelli che abbiamo risposto al sondaggio per definire cosa è possibile fare insieme, per essere ascoltati da chi ha il dovere di dare delle risposte.
Se per lei è possibile avrei il piacere di conoscerla personalmente, per meglio approfondire la problematica.
96151863Rimango in attesa di un suo 
riscontro.
Cordiali Saluti S.F.
Buonasera.
Tempo fa feci una cosa simile e riunii a Francofonte una ventina di persone, invitando il Capitano dei Carabinieri di Augusta (per competenza territoriale).
Com'è finita? Per qualche mese si è vista qualche volante in più ... poi più nulla.
Se vuole possiamo incontrarci con piacere.107786032
Anzi ... domani mattina lancio l'SOS sul blog pubblicando la sua lettera in forma anonima, e poi vediamo cosa succede.
Saluti
Corrado Vigo
Buon Giorno,
in questa occasione potremmo essere molti di più, perchè ogni azienda che ha risposto al sondaggio potrebbe informare almeno altre 10-15 aziende! Pensi a tutti quegli agricoltori che non usano il PC... La prima cosa che si potrebbe fare e quella di denunciare il fenomeno sia alle forze dell'ordine che alla stampa, magari facendoci guidare da un buon avvocato.
Per il lancio dell'SOS sul Blog sono d'accordo.
Saluti
S.F.
Ecco qui, quindi, lo spazio del blog a disposizione di tutti per questa insopportabile vicenda. Attendo email con nominativi e recapiti telefonici. Grazie

martedì 30 agosto 2011

Mah!

IMG236Possiamo fregiarci di centinaia di varietà di frutta e verdura, abbiamo varietà, cloni, specie, insomma di tutto e di più!
Eppure ieri mattina mi sono “imbattuto” in questa etichetta: una pianta di pesche varietà “LOCALE” (non la DON TRASSI nè la LONTRASSI, come mi ha detto uno di Ramacca due settimane fa).
E che varietà è la LOCALE??? Per fortuna è una varietà precoce ….

Varietà LOCALE …. e da dove salta fuori???? E che portainnesto avrà il … “bello e svelto”????
Ma … cliccate sulla foto e …. si aprirà come per incanto un’altra indicazione: matura il 05/06! Non un giorno più nè un giorno meno!!! Non venite a raccoglierla il 4!!! Rimarreste delusi! Il 6 giugno, invece, è già troppo tardi!!!!

MAH!!!!!!!!!!!

Nuovi drappelli umani

IMG251IMG253Mineo
Ieri mattina mentre mi recavo alla Condotta Agraria di Grammichele, provenendo da Scordia, proprio nella zona di Mineo ho incontrato decine e decine di “drappelli umani” in ordine sparso.
Erano immigrati scappati dal centro che c’è a Mineo, quello che nella benzina ci costa ben 4 centesimi di euro.
Tutti col sorriso perchè erano riusciti ad evadere … tutti in fuga verso non si sa che cosa e non si sa dove!

Zone abbandonate

IMG232

Mi ero fermato in una strada secondaria di Fleri perchè avevo visto questo tubo; dapprima mi era sembrato un tubo per il metano e mi ero fermato per fare la foto proprio per indicare lo spreco … invece era un tubo della rete idrica, e mentre me ne andavo, però, ho fatto la foto ugualmente perchè mi sono accorto che il terreno sovrastante era del tutto abbandonato. Era un vigneto … che chissà quante famiglie ha sfamato in passato.
Queste nuove tipologie di panorama sono sempre più frequenti!

lunedì 29 agosto 2011

Mini eruzione

Questa mattina l'Etna ha nuovamente dato spettacolo con una imponente emissione di cenere che si è depositata, poi, nelle zone pedemontane.
Alle ore 05:27, allo scorgere della lava, ne ho dato notizia col cellulare sia su Twitter che su Facebook.
Alle 06:15 circa è iniziata l'ora di emissione di cenere lavica, e questa è la foto che ho scattato con il cellulare da Francofonte.
Una colonna di cenere, hanno detto al telegiornale, alta ben nove (9) chilometri!
Poi, verso le 07.15-07:30 tutto è finito ... tranne la pioggia di cenere ...

Colpo di coda

I prossimi giorni saranno "scanditi" da temperature più basse, soprattutto la sera. Ciò che diminuirà tantissimo sarà l'eccessiva umidità che ci ha accompagnato nel periodo immediatamente dopo ferragosto, e che ci ha fatto sentire l'estate nel pieno della sua azione.
Giovedì avremo un nuovo rialzo delle temperature e venerdì si sfioreranno i 40°C.
L'estate, almeno qui in Sicilia, non è ancora finita.

Sburocratizzare 13°

Il 13, in genere, dovrebbe portare fortuna ... e questo è il 13° post sulla vergognosa discettazione "sburocratizzare".
Caro Assessore D'Antrassi, oggi sono trascorsi 33 giorni (più di un mese quindi) dall'email che le inviai il 27 luglio scorso, nella quale mi lamentavo dell'enormità della documentazione richiesta per i collaudi della Misura 121 del PSR Sicilia 2007/2013. E dire che fu proprio Lei a sollecitarmene l'invio il 27 luglio dopo che ci eravamo sentiti il 26, quindi il giorno prima.
Oggi ... pubblico l'email ... con la speranza che possa scuotere le coscienze ... e comunque i lettori del blog possano esserne a conoscenza.
Gent.mo Assessore, 







come da accordi telefonici Le invio in allegato (così facciamo prima) la copia della lettera con la quale si richiedono, a collaudo, documenti non previsti nel bando della Misura 121.
Non entro nel particolare, altrimenti facciamo notte, ma alcune sono a dir poco fantasiose e figlie di una burocrazia che fa ciò che vuole, ade esempio il punto 10 nel quale si chiede una liberatoria ... con tanto di dichiarazione che non gravino privilegi, patto di riservato dominio (che forse l'Ammnistrazione nemmeno sa cosa sia) e diritto di prelazione!!!! E che succede??? Faccio una fattura e viene il vicino a reclamare pagamento della stessa? E che fa il vicino? Viene e si smonta i tubi dell'impianto di irrigazione (ad esempio) o si porta a casa per prelazione il misto stabilizzato di una stradella??? E per la mia fattura???? Che succede? Vengono allo studio e si portano .... il sistema operativo del PC???
Altre risibili richieste: punto 30: il cambio colturale viene eseguito automaticamente da AGEA con apposita Legge del 206. La legge citata in richiesta è inesistente! Quindi? Che faccio, mi fermo perchè non posso fornire un cambio coltura ai sensi di una legge inesistente?
Il DURC ha durata 30 gg. dalla emissione. Quindi non si tratta di richiesta vessatoria?
E le foto? Le vogliono stampate? Stampate e timbrate? Timbrate con marca da bollo che indica la data? O in CD? Non c'è scritto! Ed inoltre: se vogliono le foto perchè mai un Funzionario deve smuoversi dalla sua poltrona a venire in campagna, dato che con tutte le richieste che legge ogni tipo di responsabilità viene "passata" a noi tecnici?
E a che serve la copia addirittura autenticata del registro IVA?
E la dichiarazione di data inizio e fine lavori?
Insomma Caro Assessore la breve analisi (che nel blog è senz'altro più estesa e risonante) mostra un accanimento quasi a dire "non fate nulla per favore ... che ci stanchiamo"!!
Si fa spesa così??? Si aiutano gli agricoltori cosi?
Mah!!! Dopo 26 anni di attività professionale ... resto di stucco!
Forse l'Assessore è sommerso dalle email e non ha trovato il tempo per rispondere o per porre rimedio a questo "abuso burocratico", ma è ancora in tempo ... se vuole rimanere fra "quelli ricordati" e non passare "nel dimenticatoio" una volta uscito di scena!

La vergogna dei calciatori

Per fortuna del calcio non me ne interessa nulla, ma ciò che i calciatori stanno facendo è a dir poco scandaloso e vergognoso!
Avessero il pudore di stare zitti, almeno una volta ... anche perchè quando aprono la bocca ... l'italiano è un optional ...
Lo sciopero per non pagare il surplus di tasse è un insulto a chi non ce la fa ad arrivare a fine mese, un insulto a chi ha perso il lavoro ...
Una vera vergogna!

Strade abbandonate

Ecco un'altra strada abbandonata dalla Provincia Regionale di Catania.
E' una strada che porta dal bivio della Scordia - Francofonte (all'innesto con contrada Bulgherano) e fino a Militello V.C., passando dalla contrada Ambelia.
Tanti anni fa ne era stato previsto il rifacimento. Dopo tanti anni, ovvero dopo che Nello Musumeci non fu più Presidente della Provincia, venne stralciata e rinviata ... era l'epoca di Raffaele Lombardo ... adesso è l'era di Giuseppe Castiglione ... insomma i Tre Presidenti non ce l'hanno fatta a sistemarla ... e tutti e tre ... si prendono "le stime" e gli improperi di chi la percorre ogni giorno!

domenica 28 agosto 2011

Fiori eduli

Ricevo dal collega dott. agr. Paolo Giglio e pubblico.
Alla Metro si vendono i fiori eduli proveniente da Israele ,poste in vaschette di euro 4,99 (es. fiori di rosa).Anche in Italia si trovano ditte che offrono in vendita fiori commestibili (prodotto di nicchia).
“Mangiare fiori”, significa raccogliere fiori interi o altre volte solamente i petali o i semi di alcune piante e unirli a ciò che mangiamo di solito.
Ad esempio con i petali della rosa si fanno marmellate buonissime per i bambini e bevande liquorose; oppure alcuni fiori si possono fare ripieni, come i tulipani ripieni di formaggi freschi come il gorgonzola, oppure i gigli che vengono molto croccanti ripieni di frutti di bosco. Eppure i fiori sono commestibili da secoli, che dico, millenni, visto che esseri cavernicoli e Romani viziosi erano soliti ingurgitarli durante le loro mense.
Paolo Giglio
Aggiungo: avete mai provato i petali delle borragine (borago officinalis) o quelli buonissimi (al di sopra di ogni immaginazione) della feijoa (feijoa sellowiana). Questi della feijoa addirittura gli antichi Greci li mangiavano ad insalata e ... pare che avessero effetti afrodisiaci ...

Ecomostri da demolire

26-08-08_1010Su Facebook il mio amico Giancarlo Puleo mi scrive “Fai qualcosa per farli demolire...” e mi ha mandato delle foto che pubblico sotto.
Quella qui a sinistra l’ho scattata io stesso nel 2008 quando andai con la mia famiglia in vacanza a Sciacca.
Siamo nella zona della Scala dei Turchi (clicca qui), un posto bellissimo … infestato da ECOMOSTRI che nessuno ha avuto il coraggio di demolire.
Oggi rilancio dal blog, da questo semplice blog … da Trecastagni …, il grido dello scempio perpetrato in una zona bellissima, e dello scempio a cui nessuno ha posto la parola “FINE”.
Una delle tante vergogne tutte Siciliane …

2011-08-25 12.38.38 2011-08-25 12.38.57
2011-08-25 12.59.41 Senza titolo 1

Omaggio a Vito Sardo

Senza titolo 3

Questa foto, inedita sul web, è quella dello STUDIO SARDO al 1990. Nella foto non si vede solo il dott. agr. Vito Sardo (impareggiabile agronomo scomparso quasi due mesi fa), ma anche il mitico Frank King (fu amministratore della Ducea di nelson e poi delle tenute del Principe Ruffo) e tanti altri.
Colgo l’occasione per raccontare una cosa. Quando nel 1985 entrai nello STUDIO SARDO andando in campagna (ma quale tangenziale … non c’era ancora) passavamo dalla zona di Zia Lisa ed il dott. Vito Sardo mi diceva “andiamo a prendere il caffè dal biondino”.
Alla terza volta … considerato che in quel bar c’era il barista (che forse era anche il proprietario del bar) con capelli fitti fiti, nerissimi e scuro di carnagione gli chiesi “ma perchè lo chiama biondino?” Lui mi ripose ridendo “agronomi di mincxxxxx! non lo vede che è biondo? Lo chiamo biondino per ringiovanirlo!” E ridendo andammo via.
Non seppi mai perchè si era fissato di chiamarlo “biondino” …

Pericoli costanti

IMG219

Ecco uno dei tanti pali dell’ENEL, pali in cemento armato in piena campagna; non importa dove. Così ce ne sono centinaia.
L’ENEL, ricordo a tutti, quando ci fa installare (a nostre spese quindi) il contatore per la fornitura di energia elettrica, ci chiede di tutto e di più, e non solo riguardo se la fornitura irrigua è “a posto”, ma anche se gli impianti elettrici da utilizzare sono a norma.
Eppure … i loro pali … non sembra siano proprio a norma!!!
Ieri pomeriggio, fra l’altro, un agricoltore di contrada Polmone, a Ramacca, mi ha detto che per la terza volta è nuovamente senza energia elettrica a causa dell’ennesimo furto. Ormai ha rinunciato all’impianto di rilancio elettrico ed è passato definitivamente alla motopompa … “come faceva mio nonno” mi ha detto.

sabato 27 agosto 2011

Cenere dell’Etna

IMG211

Questa estate l’Etna ha fatto bella mostra di sè, ma la cenere ce la siamo trovata dappertutto.
E chi si dimentica ottobre 2001/gennaio 2002 quando decine e decine di centimetri di cenere ci accompagnarono per tutto l’autunno? E i danni a tutte le colture? Ve li ricordate? Nessuno ci rimborsò … nemmeno un centesimo!
Oggi mostro alcune foglie di arancio, in contrada Gerbini, dove la cenere emessa qualche giorno fa si è depositata.
Quella potenzialmente dannosa è quella posta fra i frutti.
Che fare in questi casi, in assenza di venti che possano far cadere questa cenere? Dei passaggi con il turbo-atomizzatore “a vuoto”, cioè senza acqua, ma solo con la ventola accesa alla massima velocità in modo da simulare un vento forte e far cadere la cenere.
Speriamo solo che l’Etna abbandoni l’attività stromboliana …

IMG208 IMG217

Prezzi incomprensibili

sb10064290p-001

Nemmeno un mese e mezzo fa il petrolio veniva venduto a 105-100 dollari al barile, e la benzina era arrivata alla pompa al prezzo di 1.65 €/litro.
Ieri le quotazioni del petrolio erano pari a 85,5 dollari al barile, e la benzina costava 1,61 €/litro.
Non si comprende perchè quando il prezzo del greggio sale il prezzo della benzina e del gasolio alla pompa schizza in alto SUBITO, ma quando scende … mostra solo timide discese …
Oggi che il petrolio è circa il 20% più basso di un mese e mezzo fa … la benzina dovrebbe costare intorno a 1,30-1,35 €/litro … ed invece non è cos!
Questi prezzi sono davvero incomprensibili … lo sono solo per i petrolieri e per il Governo … entrambi fanno affari d’oro!

Evoluzione meteo

Senza titolo 1

Il meteogramma parla chiaro: andiamo verso la fine dell’estate. Oggi le temperature saranno ancora alte, ma già da stasera si comincerà a respirare.
Da domani ci sarà un calo delle temperature diurne e … agosto passerà. Settembre, come sempre, sarà più mite … in attesa delle piogge, che al nord-Italia sono già arrivate …

venerdì 26 agosto 2011

Cartuzze

Una banca. Una qualsiasi. Ecco come si presenta a qualunque ora del giorno e della notte.
Carte e cartuzze abbandonate, ma non sono carte qualunque: sono quelle del bancomat, abbandonate dopo la lettura da parte dei clienti. In questo caso se avessero messo un cestino ... l'avrebbero rubato di sicuro, ma le persone, però, ce la mettono tutta a farsi dire che l'educazione è un "optional"!

In attesa di qualcosa ...

Contrada Gerbini
Sempre lo stesso fosso, sempre la stessa mancata manutenzione.
Le piante di fico d'india, però, crescono più o meno rigogliose, e la produzione ... è pronta ... in attesa che qualche "omino" del Consorzio le raccolga, anzichè pulire il fosso ...

ARSEA

Tempo fa scrissi sul blog del “fenomeno” ARSEA, un Ufficio che non ha mai funzionato e che avrebbe dovuto fare le veci dell’AGEA, l’Organismo Pagatore che ce ne fa vedere di cotte e di crude.
Ieri pomeriggio la redazione di Livesicilia.it ha realizzato un bell’articoletto, che mi pare appena il caso di indicare, nel quale mostrano anche un video su cosa è oggi l’ARSEA. Cliccate qui per leggere l’articolo.
Buona lettura e … buona visione!

Minidiscarica o che?

Siamo in contrada Gerbini, fra Ramacca e Paternò. Ecco il mitico fosso di sgrondo del Consorzio di Bonifica, l'altra parte di quello mai pulito (di cui pubblicherò ancora una volta lo stato).
Eccolo: pieno di quel che resta di vecchie canalette in cemento, canalette dismesse ... canalette della vecchia rete irrigua. Non sapendo dove smaltirle le hanno buttate lì. Tanto le erbacce ... ed ecco che un incendio ha riportato alla luce "il reperto storico"!
Questo è un fosso o una mini-discarica?

giovedì 25 agosto 2011

Malattia del fico d’india

foto2foto1

Ricevo da Andrea a pubblico.
Caro Corrado,
leggo spesso sul blog di Vigo giusto per rendermi conto che la vita mondana trascorre senza colpi di scena in positvo :-). Approfitto della tua esperienza e della cerchia di amici sperando di arrivare alla diagnosi del mio problema.Premetto che in natura,in tutti i fichi che osservo giornalmente quando porto a spasso il mio cane in campagna,mai ho visto qualcosa del genere.
Ho un fico d'india  trapiantato in vaso da circa tre anni.
Dopo due anni di stasi, nel marzo di questo anno ha triplicato il palco fogliare come puoi ammirare in foto.Da circa un mese si e' presentata questa malattia o parassita che sta distruggendo al momento solo una delle pale e la velocità di espansione e' allucinante.Il problema di cui in foto ha coperto tutta la pala nel giro di 10 giorni e continua vertiginosamente.
Non ho idea di cosa si tratta e spero di trovare rimedi o cure altrimenti mi vedrò costretto a recidere la pala affetta onde evitare che si espanda a tutto il resto della pianta.
Ho letto a proposito della farfalla del cactus ma sinceramente non si vedono tracce viventi di animali o qualcosa che lasci intendere ad un "rodere" all'interno.
Sembra come la serpentina minatrice degli agrumi che attacca le foglie.... spero che tu mi sappia dare qualche informazione, ho anche scritto in parallelo all'istituto di botanica di Catania.
Dimenticavo...come puoi osservare si formano delle bolle che secernono un liquido (forse la stessa polpa).La pala affetta non appartiene alla vegetazione nuova bensì a quella originale quando fu raccolto da terra e trapiantato in vaso 3 anni fa.
Se ti va puoi anche inserirlo nel blog..chissà magari qualche coltivatore di fichi d'india ne conosce il problema.
Grazie per l'attenzione prestatami.
Andrea
Caro Andrea,
Parrebbe una infezione fungina ... forse accentuata da eccessi idrici ... la metterò sul blog ... alle volte … a qualcuno è già capitato.

Vigo GUM

VIGO-GUM

Ricevo dal dott. agr. Angelo Manna e pubblico.
Gentile dott. Vigo,
leggendo una newsletter alla quale sono iscritto, ho appena appreso che (cito testualmente): "Il chewing gum diventa una cura di bellezza. In Svezia è stato creato il Vigo Gum, che grazie alle vitamine contenute avrebbe il potere di rendere i capelli più forti, rinforzare le unghie e conferire alla pelle una maggiore elasticità."
In effetti qui può trovare altre informazioni sul (Suo omonimo) Vigo Gum:
http://www.huffingtonpost.com/2011/06/28/vigo-gum-beauty_n_885854.html
Visto che rende i capelli più forti, forse sarebbe il caso di proporre all'Assessore di acquistarne un pò  per regalarli agli agricoltori siciliani, che, ahinoi, si mettono spesso le "mani nei capelli"....ovviamente chi ancora ce li ha i capelli (ogni riferimento è puramente voluto...).
saluti
dott. Angelo Manna

Le strisce 2°

IMG206IMG207

Ecco come vengono prese in considerazione le strisce orizzontali delle strade.
Qui siamo ella Catania – Ragusa, all’altezza di Vizzini, e … la FIAT Marea ha aspettato che finisse la striscia continua … ed arrivasse la doppia striscia per operare il sorpasso.
Guidatori?
La FIAT Panda una donna.
La FIAT Marea un uomo.
Il Ministro per le Pari Opportunità sarà contento: uomo-donna 1-1!

Notte buia

Lentini
Ieri mattina Lentini era al buio pesto. La cosa si sta riproponendo spesso.
Vuoi vedere che la colpa è di tutta l'energia elettrica sprecata in oltre due anni e mezzo di luci accese "a vuoto" nel nuovo Ospedale, quello fantasma?
O Lentini si appresta a fare concorrenza al comune di Catania ... anch'esso rimasto per tanto tempo in più zone al buio ... perchè nessuno aveva pagato le bollette all'ENEL?

Le strisce

In ogni strada che percorriamo esistono le strisce orizzontali, quelle che ci indicano cosa può essere fatto in quel tratto che stiamo percorrendo.
Sono gialle nel caso di lavori in quel tratto.
Le strisce tratteggiate indicano che si può sorpassare, quelle continue che non lo si può fare, tranne all'interno della carreggiata, e comunque verificato che non vi è alcuna situazione di pericolo, quelle "doppie" e continue che non si può mai sorpassare.
La premessa va fatta e ricordata, perchè pare che pochi si ricordino il significato delle strisce orizzontali.
Oggi pomeriggio vi mostrerò l'efficacia delle strisce ... ancora una volta ... nella Catania - Ragusa.

Il radio-mistero

Nella nuova (ormai non più) tratta autostradale Catania-Siracusa all'interno delle gallerie non vi è traccia di trasmissioni radiofoniche; nelle gallerie, cioè, nessuna radio viene captata dalle nostre autoradio.
Solo RADIO RAI 2 ha un segnale così forte da non "sparire"mai.
Perchè mai? Il segnale è troppo forte, e quindi fuori norma, o hanno installato qualche ripetitore apposito? E se è così ... perchè non installavano un ripetitore del segnale ISORADIO, quello irradiato in tutta Italia (tranne che al sud) che trasmette informazioni stradali insieme a musica 24/24H????

mercoledì 24 agosto 2011

Sei mesi!

Oggi è il 24 agosto. Lo sapete tutti!
Ma oggi sono ben sei mesi dalla data del Convegno sulla Tristezza degli Agrumi, Convegno nel quale l'Assessore dott. Elio D'Antrassi e la dott.ssa Sara Barresi ci promisero che avrebbero emanato "velocemente" un bando apposito, un bando per consentire la riconversione di quelle zone affette da questa terribile malattia.
E mentre l'Europa stanzia la bellezza di centinaia di milioni di euro per i danni da E. Coli ... la Regione non stanzia nemmeno un centesimo per gli agrumicoltori così gravemente danneggiati da una malattia di origine virale.
Ad alcuni, pesantemente danneggiati, non resta che ... abbandonare la coltura o prendere il cappio ...
Sei mesi per un bando semplice semplice ... sei mesi!!!

Il bosco fluviale

Tempo fa scrissi un paio di post sui "boschi fluviali" inventati dalla Soprintendenza di Catania, ovvero i "letti" dei fiumi senza manutenzione alcuna, nei quali gli arbusti proliferano facendo sì che durante le piogge i fiumi non esercitano più la funziona ad essi demandata, cioè quella dello smaltimento delle acque fino al mare (leggi cliccando qui e qui).
La Soprintendenza di Catania, quindi, in queste zone coperte da vegetazione spontanea, anzichè provvedere con gli strumenti in proprio possesso, magari attraverso gli Uffici del Genio Civile, ad effettuare la manutenzione del fiume o a provvedere all'imposizione ad altri Enti preposti a farlo, ha "teso un velo" protettivo, quello dei boschi, facendo sì che nell'area della fascia di rispetto di 200 (quella relativa alle zone boschive estese più di 10 ettari) metri non si possa far nulla, o quasi. E di che bosco stiamo parlando? Del bosco fluviale, una nuova creatura nata dall'incuria della Pubblica Amministrazione o di bosco inventato?
Siccome non dobbiamo dimenticare anche queste fra le "sciocchezze" degli uffici Pubblici, sono tornato in zona per vedere ancora una volta il bosco fluviale e ... raccogliere le fragoline che crescono nel sottobosco fluviale ....

Capita anche questo 2°

Dopo la pubblicazione della morte del cellulare rimasto in tasca del costume da bagno ad un ragazzino ho ricevuto queste fotografie proprio dalla mamma del ragazzino.
Eccola al lavoro mentre tenta un'operazione disperata: resuscitare il telefonino morto!
Collegandosi ad internet, e tanto di computer portatile davanti, esegue tutte le indicazioni trovate su un sito internet.
Monta e smonta il cellulare per ben tre volte; riesce anche a farlo funzionare a sprazzi, ma alla fine della autopsia ... "stanca e vinta" ne ha decretato e certificato la morte!
E ieri sera ... la mamma del ragazzino ha "capitolato": si acquista un nuovo cellulare!
Ed è finita così ... la vita, la breve vita, di un cellulare. Appena un anno e mezzo ... aveva da poco iniziato a camminare con i suoi piedi ... aveva iniziato a mangiare ... la prova dell'apnea è stata fatale!

martedì 23 agosto 2011

Piccole sale operatorie

Lentini
Nonostante le luci del nuovo Ospedale di lentini, quello fantasma, quello completato da due anni e mezzo, la cui costruzione è durata 25 anni, le luci esterne, dicevo, sono spente, ecco che a giorni alterni si vedono timide luci interne accese.
Forse sono i topi o i ragni che lo frequentano (o lo abitano) che utilizzano le sale operatorie per loro fini? Non so: un appendicectomia al ratto di fogna, o una protesi di femore al ragno grigio, o un bypass al topo di campagna, o peggio una operazione al cervello al topo di città ...
Chissà se anche in questo caso la "longa manus politica" ha sistemato primari, aiuti, assistenti, barellieri, portantini, traduttori, uscieri, ecc., o se ... stavolta la gerarchia ha rispettato le semplici regole della natura?

Gli ingombranti soprammobili

A volte i così detti soprammobili sono desiderati, altre volte odiati, ma pur sempre soprammobili restano.
Alla Tangenziale di catania da un bel pò di mesi i pali dell'illuminazione sono spenti del tutto, tranne quelli sul viadotto di Misterbianco.
Che siano anch'essi divenuti dei soprammobili? Certo ... un pò ingombranti!!!
Ahhhh se i miei amici Olandesi vedessero come si percorre "in tutta sicurezza" la Tangenziale di Catania ... scapperebbero subito qui ... dall'Olanda, dall'illuminata Olanda ... alle tenebre dei soprammobili Catanesi ....

Manutenzione zero!

Ecco uno dei tanti esempi della manutenzione zero del Consorzio 9 - Catania (ex Consorzio di Bonifica della Piana di Catania).
Quello che vedete (ops non si vede tanto bene perchè coperto) è un fosso di sgrondo di acque invernali; ovvero un fosso che dovrebbe far scorrere le acque in eccesso dai campi e convogliarle verso un altro canale e poi al fiume Simeto poco distante.
Il fosso, però, è pieno di canne che ne ostruiscono il funzionamento, che ne hanno ostruito la sezione.
E come mai manca la manutenzione a questo fosso di sgrondo? Eppure il Consorzio quest'anno inviò quelle "lettere-minaccia" con le quali ha iscritto a ruolo somme esagerate per servizi non resi (quali l'erogazione di acqua fornita solo i primi di agosto, ma pagata da giugno).
Di chi le colpe?
Assessore!!!! Dove sei?????

Rivogliamo la "buca"


Sono passati ben tre mesi dall'apertura al pubblico del nuovo Ufficio Postale di Trecastagni.
Dov'è la buca delle lettere?????
Dove imbuchiamo la nostra corrispondenza ad Uffici chiusi?
RIVOGLIAMO LA BUCA DELLE LETTERE!

Capita anche questo

Domenica mattina. Un cellulare rimane in tasca di un ragazzino mentre fa il bagno.
Appena lui se ne accorge il cellulare viene tratto in salvo; viene esperito un tentativo di respirazione "bocca a bocca"; poi viene aperto, estratta la SIM, la batteria. Viene posto al sole. Dopo un bel pò di tempo viene asciugato con l'asciugacapelli, ma niente.
Dopo ore di trepidante attesa, e dopo aver visto che lo schermo era diventato un piccolo "acquario" dove l'acqua faceva bella mostra di se ... se ne è decretata la morte!
Fine di un cellulare finito in acqua dentro le tasche del costume!
Verrebbe da chiedersi: perchè fanno le tasche nei costumi? O ... si può scordare un cellulare in tasca mentre si fa il bagno?

domenica 21 agosto 2011

Non sono troppi?

96237850

Catania è la “capitale” dei Centri Commerciali! Ce ne sono tanti, troppi: Le Zagare, I Portali l’uno attaccato all’altro; Porte di Catania sull’Asse dei Servizi, a due passi dal vecchio Auchan (ancora aperto) di S.G.La Rena, Centro Sicilia sulla Tangenziale (ex Tenutella) a due passi dal Polo Commerciale ed Auchan di Misterbianco, Etnapolis, Katanè anch’esso sulla Tangenziale, Le Ginestre a Tremestieri, Etnapolis nella strada per Paternò e Il Ciclope ad Acireale.
Ma non sono un pò troppi?
Passi pure Etnapolis e Il Ciclope che sono molto distanti ed abbracciano utenze di città diverse, ma gli altri? Tutti ubicati a una decina di minuti uno dall’altro?
E vogliamo parlare dei negozi? Tutti gli stessi. Replicati all’infinito.
Troppe licenze e nessuna, ripeto nessuna, nella quale venga imposto che (almeno) nei supermercati dello stesso centro commerciale vengano venduti prodotti ortofrutticoli e/o manufatturieri e/o alimentari o diversi (come acqua, pasta, farina, detersivi, ecc.) prodotti in Sicilia almeno per il 50%. In nessuna licenza c’è una clausola del genere!
Apritene quanti volete, ma … salvaguardate la nostra economia!

Tempo di mandorle

IMG146

Siamo nel periodo della raccolta delle mandorle, e vedere questa distesa al sole è stato bellissimo.
Dopo una intera mattinata al sole è stata girata e rigirata da due persone che camminavano procedendo a mò di “filari” spalmandole e rigirandole semplicemente camminando.
IMG147IMG148