ieri il blog ha avuto 8.659 accessi

lunedì 31 maggio 2010

Sognando fra gli alberi

1

In questi giorni mi sono imbattuto in una CTU, durante la quale il collega di parte opposta ha scritto (giurandone il contenuto) che l’agrumeto in questione varrebbe 70.000,00 €/Ha. E dove l’ha trovato? Nella Lampada di Cimino?
Scherzando ho chiesto se volesse indicare un importo 70 milioni delle vecchie lire, ed invece mi ha confermato il dato, anzi: mi ha detto che lo stesso agrumeto era stato valutato anche 90.000,00 €/Ha.
L’ho invitato, a questo punto, a vendere quello di famiglia anche a 80.000,00 €/Ha … e si è messo a ridere.
Comprendo che si tratta di una relazione tecnica di parte, ma giurarla … mi pare davvero troppo.
Speriamo che questo valore, trovato nei sogni del collega, non venga ripreso dalla Agenzia del Territorio, e meno che mai dal dott. Francesco Ciccarella per il PAI, altrimenti … possiamo chiudere!

La lontananza

sb10067467ac-001

Il SISTRI … un altro mostro partorito dalla Burocrazia che imperversa nelle nostre tasche e nei nostri sonni … è stato prorogato … leggete cosa mi ha inviato per email un collega.

Approvato un emendamento al cd. Ddl Semplificazioni che prevede il rinvio di circa 18 mesi dell'operatività del Sistri per le imprese che occupano fino a 10 dipendenti e che producono fino a 300 kg/litri di rifiuti pericolosi.L'emendamento è stato accolto nella seduta del 20 maggio scorso dalla I Commissione permanente della Camera dei Deputati, impegnata nell'esame in prima lettura del predetto disegno di legge inerente la semplificazione dei rapporti tra Pa e cittadini, con l'intento di applicare secondo criteri di proporzionalità il nuovo sistema di tracciabilità dei rifiuti pericolosi.Il rinvio, se l'emendamento venisse definitivamente approvato, sarebbe quindi a due anni dopo l'entrata in vigore del Dm 17 dicembre 2009, ossia slitterebbe al 14 gennaio 2012.

Che si siano accorti del MOSTRO appena partorito?

domenica 30 maggio 2010

Danni da anti-cascola

IMG004

A sinistra si vede un ramo di giovane vegetazione di arancio.
Le foglie sono ricurve all’interno, e ristrette nella zona della punta. Proprio “da manuale”!
E’ il danno da anti-cascola, un diserbante utilizzato in basse concentrazioni che consente una maggiore persistenza del frutto sulla pianta.
La pratica appena descritta non è consentita, ma viene spesso utilizzata, altrimenti la cascola decimerebbe la produzione.
Con dosi elevate, però, si riscontrano i danni che vedete nella foto.

La granita blog

IMG037Poteva mancare Lina Arena (che però ha preso un gelato di fragola con la panna) e Bimbo Scemo?
Ieri si è tenuta la prima granita blog del mondo.
Eravamo in pochi, ma abbiamo parlato molto. Non so che fine abbiano fatto i 12 che si erano prenotati su Catania e i 9 su Lentini, ma la sera (ore 21.00) ho anche ricevuto telefonate “dove siete?” … la granita blog era alle 9.00!
Ne farò altre; pochi ma buoni, come la granita.
Che dire? La granita ERA PERTINENTE!

Fine di un agrumeto

IMG013

La motoape (“la lapa”) che mi precedeva nella zona di Ponte Barca (Paternò) era stracolma di legna di arancio. Legna che sanciva la fine di qualche agrumeto.

sabato 29 maggio 2010

Manutenzione zero

IMG011

Paternò – Ponte Barca
La strada che ho fotografato porta alla azienda agricola “Costantina”, un tempo fiore all’occhiello dell’agrumicoltura catanese, azienda del gruppo Rendo. La “Costantina” adesso è ridotta in condizioni pietose. Che peccato!
Ai fianchi della strada, però due bei fossi consortili portano le acque di sgrondo nel fiume Simeto.
portano o dovrebbero, viste le condizioni di manutenzione in cui versano?
Le canne hanno preso il sopravvento: i fossi non esistono più, e poi Bertolaso ci verrà a dire che … bla, bla, bla

Miraggi

IMG007Siamo in un Ufficio Pubblico.
Volevo bere un pò d’acqua, ma mancavano i bicchieri.
Ognuno si porta il suo da casa?
L’erogatore di acqua per me era solo un miraggio!
Sono rimasto assetato!

Ricerche

IMG014Questa scena è sempre più frequente. Persone che ricercano fra i cassonetti della spazzatura qualcosa che possano portarsi a casa.

venerdì 28 maggio 2010

Elezioni all’EPAP 2°

votazioni
Seconda “puntata” dell’email ricevuta dal collega dott. agr. Ernesto Guerrieri sulla vicenda delle elezioni all’EPAP, dopo la quale forse sarebbe convenuto che tutti si fossero dimessi!
Consiglio di Amministrazione
I due candidati alle cariche più importanti della cassa, hanno dimostrato notevole improvvisazione e i risultati che li hanno visti ultimi e, alquanto staccati dagli altri 4 competitors, lo sottolineano. In primis ha valso l’inesperienza di chi, forse per passati fasti di Consiglio Nazionale, forse per pretese importanti amicizie politiche, ha scambiato altre realtà per l’elezione di una cassa di previdenza professionale avventurandosi in acque mai solcate. Del tutto tardiva e improvvisata la data di presentazione dei due colleghi che, a differenza degli altri, hanno pensato che la sola Sicilia potesse garantire loro delle chances. In realtà i vincitori e anche l’amico Fabbri hanno iniziato a muoversi almeno un anno prima avendo chiaro come un risultato così importante necessita del coinvolgimento e l’appoggio di almeno 5-6 regioni. Inoltre, costoro, non hanno affidato o delegato a nessun altro i contatti muovendosi in prima persona e andando a concordare programmi e ripartizioni di squadre direttamente con le federazioni. Nel nostro caso, invece si è assistito ad uscite dell’ultima ora o peggio ad attese ordite da una federazione che li sosteneva solo a parole, vista la mancanza di autorevolezza e capacità dei propri vertici (troppi generali autopromossi, senza eserciti al seguito). Del tutto incomprensibile poi la vicenda di un candidato che, concorda di sostenere l’altro arrivando a dichiararsi “garante” dell’amico, ma che poi non si ritira ufficialmente e gli toglie (forse sarebbe meglio usare altro verbo???! – fate voi) 159 preferenze. Resta chiaro che entrambe le candidature sono state calate dall’alto con l’aiuto di chi, in Federazione, non ritiene ancor oggi di assumersi le responsabilità di tanto fallimento siciliano.
CdD – comitato dei delegati

Il ventaglio

IMG005

Ogni comune ha un suo “gratta e perdi””: sono i famosi tagliandi delle strisce blu, quelle dei posteggi pubblici, dai quali i comuni fanno affari d’oro.
I tre tagliandi sono di Siracusa, come si legge, e mercoledì mattina li ho dovuti comprare per posteggiare in una traversa(ina) lontana dal Corso Gelone. Strisce blu ovunque.
Paghiamo il suolo pubblico due volte: con le tasse e con i “gratta e perdi”!

La confusione

Catania – Viale Ionio
Più volte ho fatto fotografie in questa zona di Catania.
Mercoledì pomeriggio la situazione era quella che vedete.
Una strada in balìa di nessuno. Il posteggio riservato ai disabili occupato da altri (l’Alfa Romeo aveva il tagliando apposito, e quindi sostava regolarmente). Strisce pedonali occupate … e di Vigili Urbani nemmeno l’ombra!

IMG008 IMG010

giovedì 27 maggio 2010

Elezioni all’EPAP

votazioni1-2_copie-6d02f
Ricevo dal collega dott. agr. Ernesto Guerrieri ex presidente Ordine Ragusa ed ex consigliere di Indirizzo Generale EPAP, e pubblico.
Siccome “il pezzo” è molto lungo lo pubblicherò in due o tre “puntate”.

Cari amici,
lontani e vicini, come direbbe qualcuno, finalmente, a 6 settimane dallo spoglio elettorale, l’EPAP ha fornito i dati provinciali di affluenza al voto (o meglio dei raggruppamenti territoriali) degli Ordini della categoria.
Di seguito un breve sunto commentato, fermo restando che, allegato a questa nostra, vi è trasmesso anche il file integrale pubblicato dall’Ente. Lo indirizziamo a voi convinti che, se non sollecitati, gli attuali consiglieri di Federazione, si guarderanno bene da mettervi al corrente dei fatti, visto l’acclarato metodo di strombazzare per le vittorie (pochissime) e tacere ostinatamente le sconfitte (tante, troppe!!).Senza titolo 1
Risultati dei siciliani candidati nei tre organiSenza titolo 2
N.B. l’ultimo componente del GIG eletto ha riportato 216 preferenze ma essendo più anziano ordinisticamente di tutti i candidati siciliani, gli stessi, per essere eletti avrebbero dovuto ottenere 217 preferenze, utilizzate come dato di riferimento nell’ultima colonna.
I due candidati al Cda si sono classificati agli ultimi due posti, 5° e 6°, l’ultimo eletto in Cda (il signor Milillo ha riportato 1360 preferenze. I due candidati al CdD (comitato dei delegati) si sono classificati al terzultimo e ultimo posto. Le preferenze riportate dall’ultimo eletto sono state 764.
Analisi del voto per Organo – CIG Consiglio di indirizzo generale

La granita blog

coffee2

Per motivi vari, come già scritto, la granita blog (la prima al mondo) è stata spostata a questa settimana.
La granita blog si terrà sabato mattina a Catania alle 09.00.
Chi volesse partecipare mi mandi una email, così potrò indicare il luogo.
La seconda granita blog, a metà-fine giugno, invece, si terrà a Lentini, così accontento altri lettori del blog.

Pericoli stradali

IMG003

S.S. Catania – Ragusa
Questa BMW X5 superava tranquillamente in zona con scarsa visibilità e striscia continua. Dopo aver superato altre auto, ed anche la mia, ha superato due autotreni.

Si esce di casa e non sa se si fa ritorno per colpa di altri!

Viaggio all’INPS

Siracusa
Ieri mattina sono andato all’INPS e innanzi la porta di ingresso ho trovato questo cartello.
Gli Uffici sono chiusi il mercoledì e non più il lunedì. Eppure nel sito internet dell’INPS … c’è ancora scritto che l’Ufficio rimane chiuso il lunedì!!!
Debbo ringraziare, però, il dott. Pace, dirigente del servizio “Aziende Agricole”, che nonostante tutto non mi ha fatto fare “il viaggio a  vuoto”, e come sempre è stato altamente professionale e soprattutto l’incontro con lui è stato risolutivo.
Del resto è un ottimo “compagno” della mitica signora Scariolo, più volte da me elogiata quale Funzionario Statale da imitare.

IMG006 Senza titolo 1

mercoledì 26 maggio 2010

Povero frumento

2580764191_17db92fd48
Ci avviciniamo alla mietitura del frumento, e mentre si avvicina il periodo a Catania ieri si scaricava l’ennesima nave stracolma di grano proveniente da chissà dove.
Il prezzo che aleggia per i campi? La misera cifra di 12 centesimi al chilo.
E come per le arance, acquistate a 7-10 centesimi e rivendute al consumatore a 1,45-2,00 euro, anche il frumento non ha pace.
Il prezzo della pasta, del pane, delle farine e di tutti i derivati è il medesimo di quando il frumento veniva pagato fra i 45 – 50 centesimi di euro al chilo!
Misteri … che nessuno ci svelerà …

“Le frasche”

IMG000

Lunedì mattina ho incontrato questa motoape (“lapa”) in contrada Valsavoia a Lentini.
Era stracolma di “frasche” derivanti dalla potatura di arance.
Siccome “NON SONO PERTINENTI” … il malcapitato avrà pensato bene di portarle alla discarica del bivio Jazzotto?
Immagino che arrivi innanzi la guardiola e dice “ho portato le frasche (o la ramaglia) perchè non sono pertinenti …

domenica 23 maggio 2010

Lingotti d’oro

sb10065848cv-001

Stamane ho ricevuto una email con l’articolo che indico, pubblicato da Cataniaoggi.com.
L’articolo, a cui vi rimando è intitolato “A 47 anni è già un pensionato d'oro”.
I commenti? Meglio non apro bocca!

L’inganno

Senza titolo 1

Catania
Da sempre ho avuto dubbi sulla “buona fede” degli “omini” della società Sostare, quella che gestisce le strisce blu.
Ieri mattina sono arrivato a Catania alle ore 9.00, ed ho posteggiato. Sono sceso dalla macchina alle ore 09.02, ed alle ore 09.05 ho fatto la foto della spazzatura, quella del post precedente.
L’orologio? Uno Junghans MEGA radiocontrollato, quello che sbaglia 1 secondo in un milione di anni! (me l’ero portato apposta)
Torno in macchina alle ore 09.07 e scopro che l’omino aveva lasciato il tagliando di preavviso di contestazione.
Il “suo” orologio faceva le 8.53 … anzichè le 09.02. Quindi? Ben nove minuti di differenza fra il mio ed il “suo” orologio.
Sarebbe bastato un altro minuto e la multa non me la toglieva nessuno, ma … in realtà sono mancato solo 5 minuti …
Domanda: lo fanno apposta a mettere (come ho sempre sostenuto) un orario a loro congeniale?
Ho cercato “l’omino” per fargli sistemare l’ora del suo orologio, ma si era volatilizzato.

Misteri della fede …. direbbe mio zio Pio!

Spazi protetti

Catania – Viale XX Settembre
Anzichè il cassonetto a Catania si usa anche così?
In piano Viale XX Settembre … fra una macchina e un passo carrabile, fra la gente che passa ed ormai ritiene che la spazzatura “faccia parte di noi”.
Uno spazio protetto … da catene, paletti …

IMG772 IMG773

sabato 22 maggio 2010

La granita blog

3645053326_cb6a831ecf
In molti mi hanno chiesto il perchè dello spostamento della data della granita blog, la prima al Mondo!
Il motivo non è da ricercarsi nella “proroga”, di tipo Assessoriale, fatta così … a casaccio, ma da un impegno improrogabile fissato giustappunto ieri mattina con la Facoltà di Agraria di Catania, ed in particolare con il prof. Giovanni La Rosa ed il dott. Alberto Continella.
Ieri mattina entrambi sono venuti in campagna a fare il campionamento del “tarocco Vigo”, al fine di effettuarne un risanamento varietale, tramite micropropagazione, e prove successive della mutazione che ho trovato anni fa.
Caratteristiche del “tarocco Vigo”:

  • colorazione rossa del frutto a partire dai primi giorni di novembre

  • persistenza alla cascola (resiste da novembre fino a aprile inoltrato)

  • elevatissima quantità di antociani (assomiglia al moro)

  • elevata resa in succo

  • sapore accentuato dagli antociani, e assimilabile ad un misto fra fragola e lampone

  • compattezza dei frutti
Unico neo: pezzatura media. Ecco perchè in Facoltà faranno il risanamento, per vedere se si potrà Senza titolo 1 migliorare la pezzatura.
Questa foto del “tarocco Vigo” è stata scattata a metà novembre, quando ancora in nessun tarocco si evidenzia la colorazione tipica derivante dalla precipitazione degli antociani.
Ecco perchè la granita blog è stata spostata: “ubi maior, minor cessat”.
La granita blog verrà fatta la settimana prossima.

Ieri in GURS

foto 2

Nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana di ieri, la n. 24, sono stati pubblicati:

Assessorato delle risorse agricole e alimentari

DECRETO 25 marzo 2010
Approvazione del bando pubblico “Accreditamento dei servizi di sostituzione e di assistenza alla gestione delle aziende agricole”

PSR Sicilia 2007/2013, misura 121 “Ammodernamento delle aziende agricole” bando 2009/2011 1a sottofase - Graduatoria ed elenchi provvisori delle domande di aiuto ammissibili, non ricevibili e non ammissibili

Avviso relativo all’inserimento del Limone Interdonato Messina (IGP) e del Pistacchio verde Bronte (DOP) nell’elenco dei prodotti che possono beneficiare degli aiuti della misura
132 “Partecipazione degli agricoltori ai sistemi di qualità alimentare” - PSR Sicilia 2007-201

Leggi e decreti presidenziali

LEGGE 12 maggio 2010, n. 11
Disposizioni programmatiche e correttive per l’anno 2010 (avviso di rettifica)

Corso di potatura

Manifesto Giornata di Campagna Pot verde soat 92

Mercoledì 26/05/10 alle ore 9.00 a Linguaglossa (CT) si terrà un seminario sulla potatura verde dei vigneti, a cura della SOAT 92 di Castiglione di Sicilia.

venerdì 21 maggio 2010

News da Lentini

Ecco il nuovo Ospedale di Lentini ripreso da un timido … con il cellulare … e messo su Youtube.
Oggi ho verificato che hanno sostituito quasi tutte le lampadine fulminate.
Ahhhhhhhhh!!!! Ora posso dormire tranquillo. Lo spreco continua “a vita”, e ci faranno dichiarare che NON E’ PERTINENTE!

Piccole (grandi) follie 2°

large-motore-v-8-porsche-da-4800-cc-01

In considerazione della follia … della dichiarazione “di non pertinenza” pensavo:
”e che dobbiamo fare anche una dichiarazione che non NON E’ PERTINENTE il N.O. della Motorizzazione Civile per fare gli impianti di irrigazione?”
Forse è il caso di farla!

E mentre che ci siamo ne facciamo una di non IMPERTINENZA, dove dichiariamo che “ci impegniamo a non essere impertinenti”, ma la stessa dichiarazione non è di pertinenza!!!!

Siamo alla frutta, anzi … hanno già sparecchiato la tavola!

“ad ogni colpo di tosse a Bruxelles, qui fanno venire la bronco-polmonite!”

Piccole (grandi) follie

scrivere

Ritorno sulle archiviazioni delle istanze avanzate con la Misura 121 del PSR Sicilia.
Su questa cosa potrei scrivere un bel romanzetto giallo dal titolo “I pazzi siamo noi”!!!
Una delle motivazioni ricorrenti, a scorrere la graduatoria degli esclusi (e quindi molto, molto lunga) è la mancanza della “dichiarazione di non pertinenza”, ovvero le ditte devono dichiarare che “un qualcosa” non è pertinente, altrimenti viene archiviata l’istanza.
Ma se non è pertinente, che si deve dichiarare a fare? Tanto per archiviare????
Ad esempio: se non si effettuano interventi edilizi, e quindi servono autorizzazioni, concessioni, ecc. si deve dichiarare che “non è pertinente” …. ma siamo impazziti?
Allora, secondo questa illogica richiesta del sistema SIAN/AGEA, siccome al semaforo non si passa con il rosso, dovrei dichiarare che non è pertinente passare col rosso, altrimenti mi ritirano la patente!

I pazzi siamo noi che andiamo appresso a queste risibili richieste burocratiche, e dobbiamo cominciare a farci affiancare da uno psichiatra, così lo frapponiamo fra noi e l’Amministrazione Burocratica che farnetica.

La dichiarazione di non pertinenza: l’ultima delle follie di una burocrazia distante centomila chilometri dalla realtà!

PAI o METAFERT?

microwulf

Stamattina ho inserito i dati delle mie analisi del sangue, già pubblicate tempo addietro, sia nel METAFERT, che nel PAI.
Vi lascio immaginare cosa è uscito fuori: una sorpresa!
Entrambi gli applicativi … mi restituiscono il medesimo risultato: non debbo concimare … e soprattutto il ROI è fantastico. Ma di che stiamo parlando?????
Allora, in base a quanto appena detto, basterebbe produrre le proprie analisi del sangue sia per la Condizionalità, che in allegato ai progetti della Misura 121, ecc…..
I due sistemi si autoaggrovigliano su se stessi? I due sistemi stanno per essere fagocitati dal SIAN?

Vietato l’accesso

86196627Da diverse settimane l’accesso al sistema SIAN/AGEA è interdetto, o comunque il sistema va a singhiozzi e peggio di prima.
Le modifiche introdotte hanno pesantemente peggiorato il cattivo funzionamento preesistente, e tutti noi restiamo imbrigliati in una sistema con il quale non si può colloquiare, con un sistema che fino ad oggi ha causato solo danni irreparabili.
Un sistema talmente chiuso all’esterno che … vieta l’accesso anche agli addetti ai lavori.
Che il sistema si stia autogovernando, lasciando fuori tutti gli altri?
ATTENTI: non vi avvicinate. C’è il filo spinato …

La Finanziaria Regionale

titoli-credito
Art. 106
Microcredito
1. Allo scopo di favorire l’incremento dei processi produttivi mediante l’accelerazione e la facilitazione di accesso al credito, in conformità all’obiettivo operativo 5.1.3 del PO Fesr 2007-2013, al regolamento (CE) n. 1080/2006 e al regolamento (CE) n. 1083/2006, l’assessorato regionale dell’economia, dipartimento delle finanze e del credito, è autorizzato, nell’ambito e con le modalità attuative di partecipazione della Regione al ‘Fondo Jeremie’, di cui all’Accordo tra il Fondo Europeo degli Investimenti (FEI) e la Regione, approvato con D.P. Reg. 382/SVI drp del 1 dicembre 2009 e successive modifiche ed integrazioni, ad estendere l’applicabilità degli strumenti di ingegneria finanziaria innovativi ivi previsti, tra i quali gli interventi in conto garanzia per il credito e il microcredito, alle micro, piccole e medie imprese, così come definite dalla raccomandazione 2003/361 della Commissione europea del 6 maggio 2003, pubblicata nella g.u.u.e. serie L 124 del 20 maggio 2003, aventi sede operativa nel territorio della Regione.

giovedì 20 maggio 2010

Umili suggerimenti … “gelivi”

82821560

In considerazione dei vari FLOP poco entusiasmanti, quali il bando-farsa arance, o l’ecatombe della Misura 121, vorrei dare all’Amministrazione Regionale … umili suggerimenti per evitare di fare un terzo FLOP (anche se “non c’è due senza tre”) sui rimborsi delle gelate 2008.
Tralascio il fatto che da oltre un anno i soldi sono nelle casse Assessoriali; ciò appare superfluo.
Tralascio anche che esiste un Prezzario Regionale a cui far riferimento, e alla data dell’evento veniva riportato un prezzo di rimborso/pianta, che invece (in maniera del tutto arbitraria ed anche assai poco tecnica) è stato ridotto di circa 3/5.
Tengo in considerazione solo il fatto che con i soldi disponibili, “spalmati” (sempre per colpa della Circolare “ammazza pratiche” di origine Leontiniana) sulla superficie danneggiata si riesce ad avere un rimborso si e no pari a 1/10 (un decimo) di quanto previsto dal Prezzario stesso.
Il suggerimento ANTI-FLOP, assai umile, che mi permetto di dare all’Amministrazione è quello di erogare questi soldi (ed anche presto, vista la disastrosa annata agrumaria da cui siamo appena usciti) senza richiedere nulla, ma solo effettuando (com’è giusto che sia) i sopralluoghi di verifica nelle campagne.
Non chiedete buste paga e prova dei pagamenti: gli operai molti li pagano il sabato, ed in contanti. Fra l’altro la busta paga non corrisponde MAI a quanto effettivamente pagato;
Non chiedete copie di assegni: in campagna chi paga con assegni, li scrive lì stesso. Che fa? Fa la fotocopia in campagna, perchè poi deve darla all’Assessorato?
Non chiedete di tutto e di più: non sono soldi UE, e pertanto non devono seguire le (illogiche ) procedure di pagamenti voluti da Bruxelles (dove fanno un colpo di tosse e qui viene la bronco-polmonite).

Insomma, una volta tanto semplificate l’operazione di rimborso: è già troppo il tempo trascorso fra l’evento, la tardiva delimitazione del Ministero, e l’esasperante erogazione dei fondi.
Gli agricoltori, altrimenti vedranno un altro FLOP. E credetemi: siamo stanchi di venir presi in giro!

La Finanziaria Regionale

 

Art. 99

Indennità rimborso spese per distruzione carcasse animali
1. Per le finalità della legge regionale 9 marzo 2005, n. 3, per consentire gli interventi di eliminazione delle carcasse degli animali è autorizzata, per l’esercizio finanziario 2010, la spesa di 200 migliaia di euro.

Art. 105

DSCF0098Fondo regionale di garanzia per l’installazione di impianti fotovoltaici
1. E’ costituito un ‘fondo regionale di garanzia’ per le piccole medie imprese e per le famiglie. La gestione del fondo è affidata, nel rispetto della normativa comunitaria, a società o enti in possesso dei necessari requisiti tecnici e organizzativi.
2. Il fondo è destinato alla copertura dei rischi derivanti dai finanziamenti a medio termine concessi alle imprese industriali, nonché alle imprese artigiane e agricole nonché alle famiglie che realizzino investimenti nel territorio della Regione per l’installazione di impianti fotovoltaici sino ad una potenza massima di 20 Kw per unità immobiliare.
3. La dotazione finanziaria del fondo di garanzia, per l’anno 2010, è di 20.000 migliaia di euro a valere sui fondi PAR FAS 2007-2013.
4. La garanzia è concessa agli istituti di credito o alle istituzioni finanziarie per le imprese e le famiglie che ne facciano richiesta selezionati con le modalità previste dalla legge, nei limiti delle risorse finanziarie attribuite al fondo.
5. Il Presidente della Regione disciplina con proprio decreto le modalità di attuazione nel territorio della Regione degli interventi da realizzarsi per il raggiungimento degli obiettivi nazionali, derivanti dall’applicazione della direttiva del Parlamento e del Consiglio 2001/77/CE del 27 settembre 2001, pubblicata nella g.u.u.e. serie 283 del 27 ottobre 2001. Tale decreto definisce, altresì, le misure di cui all’articolo 1, commi 4 e 5, della legge
23 agosto 2004, n. 239 ed è adottato nella forma prevista dall’articolo 12 dello Statuto regionale, entro centottanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge. Fino alla data di entrata in vigore del suddetto decreto, trova applicazione il decreto del Presidente della Regione siciliana 9 marzo 2009, di emanazione della delibera di Giunta del 3 febbraio 2009, n. 1, pubblicato nella Gazzetta ufficiale della Regione siciliana del 27 marzo
2009, n. 13.

Le “maestrine”

IMG771

Le troviamo ovunque; sono le “maestrine” che viaggiano per raggiungere la loro sede di insegnamento.
Vanno insieme, e così si fanno compagnia e risparmiano; ma spesso durante la strada sono talmente prese dai loro discorsi che dimenticano che a 360° c’è un mondo di automobilisti … che non ascolta le loro chiacchiere.
un tempo le incontravo nelle “curve dello scorsone”, e rallentavano il traffico … oggi, con la nuova autostrada, è solo un ricordo.

mercoledì 19 maggio 2010

Hansel e Gretel

hansel-gretel
C'era una volta, tanto tempo fa, in un paese lontano lontano, due fratellini di nome Hansel e Gretel, che abitavano in una campagna vicino alla città.
La madre e il padre facevano gli agricoltori, e avevano serie difficoltà di sostentamento, rincorsi dai debiti, e dalla produzione sempre più frequente di inutili “carte”.
Una mattina il padre disse ai piccini: andiamo al CAA e facciamo la domanda per il Premio di Insediamento.
I figli lo seguirono contenti, sperando di poter “acchiappare” anche i biscottini chiamati “121”.
L'uomo si era lasciato convincere dalla moglie ad andare al CAA, perchè non aveva i soldi per sfamarli.
Invece del CAA, in considerazione del fatto che il meraviglioso mondo fatato SIAN/AGEA era bloccato da tempo, li portò in un palazzo a cinque piani - Aspettatemi qui - disse. Li abbandonò in uno dei tanti corridoi, e si allontanò tristemente.
Rimasti soli, Hansel e Gretel attesero il ritorno del babbo.
Scese la notte e cominciarono ad avere paura; Hansel stringeva a sé la sorellina per consolarla. Nel palazzo c’erano solo faldoni di carte; un “tesoretto” che non poteva essere trafugato.
Quando capirono di essere stati abbandonati, si misero in cammino per tornare a casa, girovagando fra i corridoi e gli ascensori.
Ad un certo punto giunsero davanti una porta di zucchero, sempre all’interno del palazzo.
Mentre affamati ne mangiavano un pezzetto, apparve sulla porta una vecchina che li invitò ad entrare; il tutto in piena notte.
Non sapendo che la vecchina era una strega che attirava i bambini per fargli fare le pratiche e poi archiviarle, i piccini entrarono, e trovarono montagne di proroghe da firmare; montagne di archiviazioni da inoltrare, e così via.
Subito la vecchia imprigionò Hansel, facendogli firmare una bella autodichiarazione anti-sofisticazione enologica. Poi mandò Gretel al Protocollo, e la costrinse ad archiviare coattamente tutte le istanze possibili ed immaginabili, e senza passare dal VIA! (e che giocava a MONOPOLI????)
La strega prima di mangiare il bambino voleva aspettare che fosse un po' ingrassato, per questo lo faceva mangiare molto e gli propinava proroghe su proroghe.
Il giorno dell'esecuzione di Hansel arrivò, la vecchia fece preparare il forno a Gretel (forno acceso con parte del “tesoretto cartaceo”), in modo tale che appena fosse stato ben caldo il bambino ci sarebbe finito dentro, nell’oblio di pratiche inevase, ma archiviate a più non posso.
Gretel però, intanto, era riuscita ad aprire la catena del fratello, e quando la strega aprì lo sportello del forno per vedere se aveva raggiunto la temperatura giusta, i due fratellini la spinsero nel forno e si liberarono definitivamente di lei.
La strega era ricca e i bambini si impadronirono del “tesoretto cartaceo” e tornarono a casa, ed il padre per quell’anno non dovette partecipare al bando-farsa arance.
E come si conviene in ogni favola … e vissero per sempre felice e contenti.

La Finanziaria Regionale

1

Art. 87 (norma “cassata”)

Trasferimento al comune di Scicli delle strutture
del mercato del fiore di Donnalucata
1. L’Assessorato regionale delle risorse agricole ed alimentari è autorizzato a trasferire al comune di Scicli (RG) le strutture, le aree di pertinenza, i macchinari e le attrezzature facenti parte del mercato del fiore di Contrada Spinello - Donnalucata – comune di Scicli.
2. L’amministrazione comunale interessata destinataria del trasferimento degli immobili e delle attrezzature ricadenti nel proprio territorio, utilizza i beni ceduti secondo le finalità originarie o per altre finalità produttive.

Art. 88

Contributi alle aziende agro-silvo pastorali
1. Per le finalità di cui agli articoli 3, 4 e 5 della legge 25 luglio 1952, n. 991 (ex cap. 56903 e 550801) è autorizzata la spesa di 320 migliaia di euro.

Art. 89 (norma “cassata”)

Alimenti somministrati nelle mense
1. Al fine di rilanciare attività utili a dare occupazione, reddito e risparmio alla popolazione a rischio di povertà, è fatto obbligo agli enti locali che forniscono servizio di mense scolastiche, universitarie e ospedaliere di assicurare e verificare che almeno il 50 per cento dei prodotti alimentari somministrati sia prodotto in Sicilia.

martedì 18 maggio 2010

Notizia BOMBA

2200954591_2249134087

Lentini (SR)
Maledetto Ospedale, quello nuovo.
Giusto giusto che le luci si stavano fulminando una ad una, e si dava fine alla parola spreco … stamane ho visto che si sono riaccese le luci … almeno metà delle lampadine sono state sostituite!
Certo … pareva brutto far scendere i consumi, e lasciare l’Ospedale … al buio … di notte … poverino … se si sveglia … si spaventa dei fantasmi del PAI ….. dell’ombra di Mickey Mouse, dell’aleggiare di Titti, e soprattutto dalle proroghe firmate da Penna Veloce SuperTurboStar!

Non c’è fine alla follia umana: all’Ospedale (quello vecchio) hanno uno psichiatra? Perchè non si fanno curare?

Fumi … esausti

IMG768Oggi, mentre mi recavo a Siracusa, nell’autostrada (nella tratta vecchia, anzi vecchissima) c’era questo camioncino che arrancava emettendo fumi … in disprezzo del METAFERT, del SISTRI, del … ecc.

Ma a Siracusa mi sono “tolto un  dente” … ho incontrato il dott. Sergio Pollina ex Capo dell’IPA (anche se all’Assessorato non sanno che è andato in pensioneleggi qui) e … gli ho raccontato delle “delimitazioni in bicicletta” … ci siamo messi a ridere, ma la cosa è seria!
Gli Uffici non sanno cosa fanno. La mano destra non sa che fa quella sinistra!
E come ha scritto qualche giorno fa un lettore del blog in un suo commento “a Bruxelles fanno un colpo di tosse, e qui viene … la polmonite”!
E riporto di nuovo cosa mi ha detto il prof. Universitario mio dirimpettaio: “ma che si riuniscono a fare a Bruxelles se poi qui spendiamo tutti questi soldi per fare la moschetteria?” riferendosi a ore ed ore di fuochi d’artificio plurimi e continuati per diversi giorni per la festa di Sant’Alfio … e meno male che la festa (lunghissima festa) stanotte ha avuto fine …

L’ecatombe 2°

DSC09110

Ieri ho pubblicato (leggete qui) l’ecatombe della pratiche presentate con la Misura 121 del PSR.
In molti mi hanno chiesto: “ma non sarebbe meglio effettuare rigidi controlli nell’esecuzione dei lavori, e snellire al massimo le procedure?”
Non lo faranno mai, ho risposto io!
Il bello dell’ecatombe è che è un sonoro AUTOGOL nella gretta rigidità di chi scrive Bandi senza avere impatto con la realtà, tanto … in trincea ci siamo noi!
Ogni Bando è un “tomo” da studiare, e in alcuni Bandi anche PAI diversi!
Ogni Ispettorato una Repubblica! Ogni Condotta Agraria una Regione a Statuto Speciale. Ogni stanza … lasciamo perdere.
La semplificazione burocratica non ci sarà mai … altrimenti il blog … può chiudere … e forse per questo si sbizzarriscono nello scrivere inutili fiumi di parole …, ma nel frattempo il panorama agricolo arranca e giace per terra.
Lo scenario dei prossimi Convegni PSR sarà come quello della foto, con Titti che scappa e Mickey Mouse attento a intercettare il nuovo Assessore di turno? Ma la platea … è assente: si è scocciata!

L’ecatombe e la tabella parlante … dovrebbe far riflettere, e chissà … forse la Dirigenza Assessoriale emetterà un altro EDITTO “ammazza pratiche” o “resuscita pratiche”, il che sarebbe una delle tante contraddizioni viventi … ma oramai non ci stupiamo più di nulla!

La Finanziaria Regionale

1
Art. 85
Canoni irrigui 1. I consorzi di bonifica non possono aumentare, per la stagione agraria 2010, i canoni irrigui.
Art. 86
Enoteca regionale della Sicilia
1. L’articolo 5 della legge regionale 2 agosto 2002, n. 5 è cosìmodificato:
a) la rubrica è sostituita dalla seguente: ‘Enoteca regionale della Sicilia e rete di enoteche locali’;
b) il comma 1 è così modificato: ‘1. E' istituita l'enoteca regionale dellaSicilia e la rete di enoteche locali alla cui realizzazione si provvede con ifondi POR SICILIA 2000-2006 secondo le modalità previste dallacorrispondente misura. L'assessorato regionale delle risorse agricole e alimentari ne promuove la costituzione con atto pubblico’;

Agrisicilia

E’ uscito il nuovo numero 4/5 di AGRISICILIA.
Ecco le immagini della copertina e dell’indice.

Senza titolo 1 Senza titolo 2

lunedì 17 maggio 2010

L’ecatombe … annunciata

bomb

Mi sono passato il tempo a fare le somme delle pratiche accettate, non ammissibili e non ricevibili della Misura 121 del PSR.
La 1° sottofase si conclude con un FLOP ATOMICO.
Altro che aiutare gli agricoltori … qui si gioca al massacro.
Ecco la TABELLA PARLANTE, tabella con gli Ispettorati, ed il numero di pratiche … In totale sono state presentate 1.155 pratiche, molto poche; accettate solo 568, ovvero il 49,39% … colpa di chi?
Guardate la tabella:

IPA

pratiche accettate

pratiche non ammissibili

pratiche non ricevibili

totale

Agrigento

51

4

79

134

Caltanissetta

40

0

22

62

Catania

67

5

115

187

Enna

21

4

134

159

Messina

14

9

46

69

Palermo

34

10

29

73

Ragusa

235

2

12

249

Siracusa

96

2

59

157

Trapani

10

0

55

65

Totale

568

36

551

1.155

Nei prossimi giorni “spulcerò” i motivi di esclusione … che stranamente cambiano in ognuna delle nove “Repubbliche Ispettoriali”.
Una ECATOMBE … un FLOP che segue degnamente il FLOP del BANDO-FARSA ARANCE!
Di chi le colpe? Degli agricoltori, dei tecnici professionisti, della Burocrazia, della Dirigenza Assessoriale, della crisi economica … del METAFERT … del PAI? Di chi????

La graduatoria della Misura 121

schedarioE dopo “appena” 5 mesi dalla chiusura della 1° sottofase della Misura 121 del PSR Sicilia, oggi all’Assessorato hanno pubblicato la graduatoria provvisoria.
Scaricatela cliccando qui.

I tre Presidenti

IMG759

Ramacca (CT)
Ci stiamo “avvicinando alla meta” della lunga carrellata di foto!
Qui siamo al Ponte Palmeri, posto fra le contrade “Cuticchi” e “Palmeri”. Il ponte consente di transitare sul fiume Gornalunga percorrendo la strada Provinciale n. 74 II, che versa in condizioni davvero pietose.
Il ponte nel 1996 ebbe un cedimento, e per tutta risposta anzichè rifarlo, ne è stata stretta la carreggiata, ponendovi sopra un altro strato di asfalto, dei cordoli in cemento e nuovi guard rail, così … per appesantirlo un altro pò.
Da allora, e sono passati appena 14 anni, il ponte è rimasto così. Abbandonato a se stesso e prima o poi crollerà!

Il segnalibro … dimenticato

71531622
Come promesso svelo “l’arcano”.
Sabato mattina sono andato all’Agro Expo di Etnapolis, una mostra dell’Agricoltura con convegni collegati.
Purtroppo non sono potuto andare prima, ed in particolare mercoledì pomeriggio, quando avrei trovato i vertici Assessoriali … in pompa magna, ed avrei potuto raccontare del “bando-farsa arance” ed altre belle “chicche”. Peccato! Un vero peccato!
Ma sabato qualcuno mi ha pensato, e mi ha fatto un regalo. Il segnalibro di cui scrivo da due giorni.
Per leggere e per vedere il segnalibro … cliccate su “leggi tutto”

La Finanziaria Regionale

P1120198
Art. 84
Norme in materia di agriturismo
1. Dopo  il  comma  11  dell’articolo  5  della  legge  regionale  26  febbraio 2010, n. 3, è aggiunto il seguente: 
11  bis.  Con  decreto  del  Presidente  della Regione,  su  proposta dell'assessore regionale per la salute e dell'assessore regionale per le risorse agricole ed alimentari, previa delibera della Giunta regionale, sono emanate le disposizioni regolamentari applicative del presente articolo. In particolare sono oggetto del decreto: