ieri il blog ha avuto 8.659 accessi

lunedì 31 agosto 2009

Mutui salva-aziende

Ricevo da un lettore del blog, di cui non riporto nome e cognome, e pubblico. In calce la risposta. Egregio Dott. Vigo, Le scrivo per sapere se ha notizie delle famose circolari applicative che l'Assessorato All'Agricoltura doveva emanare in tempi assai ristretti (30 giorni) per l'applicazione degli articoli 16-17-18-19 della finanziaria varata affannosamente a maggio. In particolare, Le chiedo, poichè ho il prestito di conduzione in scadenza al 30 sett., se posso fare richiesta alla mia banca di applicazione dell'art. 18 comma 5, che prevede la trasformazione in mutui ventennali di esposizioni a breve termine ect. Grazie e scusi se approfitto della sua cortesia.
Gent.mo dott. XXXX YYYY, ho letto la sua mail, e le rispondo brevemente, con la speranza che questa mail, oltre che essere oggetto di scambio di commenti, sia anche di stimolo per l'Amministrazione Regionale, che ogni giorno "sorvola" e legge il blog. La circolare applicativa della legge doveva sì essere emanata entro trenta giorni, ed in effetti con molto ritardo è stata emanata, ma solo per ciò che riguarda le proroghe, ma non per quanto riguarda le esposizioni debitorie da ripianare. Non sempre, anzi quasi mai, quanto il legislatore scrive nella legge è realizzabile. Ade esempio: con la L.R. 14/87 (art. 5), si prevedeva entro 180 giorni la realizzazione della mappa delle aree vocate in agrumicoltura, cosa che non è mai stata fatta anche se sono passati ben 8.120 giorni!!! Con ciò non vorrei disarmarla nelle sue aspettative, ma dobbiamo considerare un paio di cose. In primo luogo il fatto che la norma è al vaglio (silente) della Unione Europea, per evitare che venga inquadrata come "aiuti di stato". In secondo luogo bisogna vedere se la parte che interessa a lei, ovvero il ripianamento ventennale, debba essere inquadrato nel regime "de minimis" o no. Se così fosse, la legge verrebbe applicata quasi per ridere, poichè l'importo da considerare quale "aiuto" sul concorso interessi sarebbe di appena € 7.500,00, e quindi irrisorio per un periodo così lungo, che comporterebbe il ripianamento di circa € 22-25.000,00, ovvero cifre ridicole per aziende di medie-grandi dimensioni, con esposizioni debitorie molto più ampie. L'Assessore sembra assai lontano dalle problematiche agricole, e fra l'altro è assente ... forse al mare ..., ma la Dirigenza ha ripreso a funzionare, e vediamo come si evolve la vicenda. Saluti - Corrado Vigo

Pericoli in agguato

Ecco un altro dei pericoli che si incontrano sul nuovo tratto autostradale. Camion pieni di ferraglie, spesso di indubbia provenienza, che sono pieni oltre il consentito, e sono senza la rete protettiva. Questi camion, inoltre, sono vecchissimi ed ondeggiano vistosamente. Dov'è la sicurezza? In una BMW, Mercedes, Maserati, o anche una Panda che va a 130 Km/h, o in uno di questi camion che sfreccia fra i 90 e 100 Km/h?

Lo specchio

Catania - Via V. Giuffrida Due ragazzi in scooter, indisturbati e senza casco, tanto il Vigile Urbano nella "garitta" non c'è mai. Tutti e due mi hanno colpito perchè non solo erano privi del casco, ma non guardavano nemmeno se ci fosse nella vicinanza un Vigile. Lo sapevano già. Ma la cosa più strana è stata che utilizzavano il vetro dell'auto alla loro sinistra "a mò di specchio" per sistemarsi i capelli....

domenica 30 agosto 2009

Annessi autostradali

Con la realizzazione del nuovo tratto autostradale Catania-Siracusa, la strada che porta dalla s.s. 114 alla s.s. 417 (la Catania-Gela) subisce una deviazione con abbassamento della quota sul livello del mare, in una zona in cui sono frequenti allagamenti in caso di piogge con precipitazioni sopra i 200-220 mm. nell'arco di due-tre giorni. Il che avviene sempre più frequentemente. Nel caso in specie questo tratto di strada, che vedete in foto, rimane isolato per allagamento.
I progettisti ne hanno tenuto conto o no?

sabato 29 agosto 2009

La colonizzazione

Effetti della "colonizzazione" della terribile infestante Erigeron/Conyza. La prima foto a sinistra: siamo in pieno centro a Catania, in Via Grassi Bertazzi, una traversa di Via Vincenzo Giuffrida. Ecco la Conyza colonizzare un giardinetto privato. Altre due foto: siamo a Vittoria, in pien'aria, in terreni destinati a patata, carota, ed altri ortaggi. La Conyza/Erigeron sta colonizzando anche questi terreni.

Esagerazione

Forse il proprietario di questa automobile il fuoristrada lo fa davvero, ma l'altezza da terra e gli ammortizzatori rivisitati sono davvero esagerati, forse anche pericolosi nell'uso quotidiano, innalzando troppo il baricentro.

Ieri in Gazzetta Ufficiale

Nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana di ieri, la n. 40, sono stati pubblicati:
ASSESSORATO DELL'AGRICOLTURA E DELLE FORESTE
DECRETO 10 agosto 2009 Aggiornamento delle disposizioni in materia di agriturismo e relativa modulistica.
Bando per la concessione di contributi agli enti locali per la realizzazione di attività promozionali realizzate nel territorio regionale: legge regionale n. 32/2000, art. 126, comma 6.

venerdì 28 agosto 2009

Piccoli grandi passi

In tarda mattinata ho telefonato alla dott.ssa Sara Barresi, Dirigente Generale dell'Assessorato Agricoltura e Foreste, per la spinosa vicenda delle pratiche delle gelate 2008, cassate dalla circolare leontiniana ammazza-pratiche. Mi ha rassicurato che martedì prossimo a Palermo ci sarà una riunione con il Capo dell'IPA di Siracusa, dott. Sergio Pollina, per risolvere la vicenda, e che chi ha integrato la documentazione non si vedrà archiviata la pratica; chi invece non ha risposto alla lettera ferragostana, invece, non avrà scampo. Quando sono rientrato a casa, inoltre, ho trovato una piacevole sorpresa: una email del dott. Sergio Pollina, contenente le medesime rassicurazioni, ed in più la rassicurazione che nessuna pratica per il momento verrà archiviata, in attesa della risoluzione della vicenda fissata martedì prossimo. Come vedete la fiducia che avevo riposto nella risoluzione della vicenda non era campata in aria: ho avvertito da entrambe le parti la volontà di una pronta risoluzione, e non (come spesso nel passato è avvenuto) un accanimento contro gli agricoltori. State tranquilli, quindi, abbiamo fatto un piccolo, ma grande passo. E sono sicuro che martedì la soluzione verrà alla luce.
Grazie alla dott.ssa Sara Barresi ed al dott. Sergio Pollina.

L'attesa 4

La clessidra congelata è emblematica. Lo scorrere del tempo viene fermato, ma il ghiaccio può sciogliersi con le alte temperature. L'attesa sulla risoluzione della vicenda delle pratiche del rimborso dei danni delle gelate agli agrumeti del 2008, dovrebbe terminare a breve. Oggi, in tarda mattinata, farò la telefonata alla dott.ssa Barresi, così come le ho detto martedì mattina. Spero tanto che si sia nel frattempo trovata la soluzione alla pessima e nefanda circolare ammazza-pratiche partorita (forse in un momento di smarrimento elettorale) dall'ex (e meno male che è EX) Assessore Innocenzo Leontini (che ricordo nella pagella venne invitato di "venire accompagnato dai suoi genitori"). ieri mi hanno chiamato in molti, fra tecnici ed agricoltori. Tutti in apprensione, ma tutti decisi a istituire un Giudizio. Ho detto a tutti di aspettare fino ad oggi. Cara dott.ssa Barresi ... ci sentiamo in tarda mattinata, e mi piacerebbe che la telefonata durasse pochi secondi, giusto quelli che servono per far tornare il sorriso agli agrumicoltori che hanno versato lacrime di dolore. In calce a questo post qualche foto "ricordo", che fa male, ma è doverosa.

giovedì 27 agosto 2009

Innestato ... a cemento

Lentini (SR) Tanti anni fa, quando iniziai ad andare in campagna nelle zone di Francofonte e Lentini, dietro questo filare di cipressi esisteva un bellissimo agrumeto. Il filare serviva da frangivento. Ad un certo punto l'agrumeto è stato abbandonato. Al suo posto si è "innestato a cemento", sicuramente più redditizio ...

L'attesa 3

Siamo in stand by ... l'attesa è più lunga quando una cosa la si agogna, come in questo caso la pronta risoluzione promessa dai vertici Assessoriali. La bottiglia di spumante è pronta. Aspettiamo a stapparla. Non si sa mai. La circolare ammazza pratiche, uno degli aborti leontiniani verrà mandata in un forno crematorio, riacceso appositamente ... per dimenticare ... le nefandezze anti-produttori.

mercoledì 26 agosto 2009

Manutenzione zero

Questa foto l'ho scattata in un fosso del Consorzio Area di Sviluppi Industriale di Catania, un fosso che costeggia un bel mandarineto. E' successo che il terreno abbandonato posto di fronte al mandarineto dalla quale ho scattato la foto è preso a fuoco, ma le canne e gli arbusti cresciuti incontrollati si sono adagiati all'interno del fosso, già abbandonato da tempo. In pieno inverno, durante le piogge, il fosso ostruito farà da freno allo sgrondo delle acque, con la conseguenza che il bel mandarineto verrà invaso da acqua, detriti e quante altre porcherie vengono abusivamente scaricate all'interno di questo fosso.

18 a 17 ...2°

Ecco l'interno della galleria della nuova Catania-Siracusa (della galleria S. Demetrio). Per Cappinato: la foto l'ha fatta un collega seduto nel lato passeggero, così non ti lamenti! In lontananza si intravedono gli aeratori che sono posti alle estremità della galleria. Nella parte centrale non ce ne sono. Li avete contati? Nembo Kid se n'è preso uno, di sicuro! Siamo 18 a 17!

"Moschittaria"

Catania Una "moschittaria" di contatori del gas in un palazzo. Una volta tanto ordinati.
La foto mi è piaciuta e la dedico a Lina Arena, prima che massaro peppe si lamenti!

L'attesa 2

Ringrazio tutti per i commenti al post "l'attesa", che segue "la pugnalata ferragostana" e "la muffa". Io sono fiducioso: sia il dott. Pollina, che la dott.ssa Barresi hanno compreso il disagio di migliaia di agricoltori, pesantemente danneggiati dalle gelate del 2008. Inutile rimarcare il fatto, nè ripubblicare le foto: il danno vorremmo lasciarcelo alle spalle, così come vorrei che la "circolare ammazza-pratiche" partorita dal pessimo Assessore Leontini venga annullata, mandata ad un termovalorizzatore ... e ne venga rifatta un'altra più snella, ma soprattutto coerente con la realtà: non una poesia filosofica ... una circolare di 3 punti e di una pagina e mezzo, ma applicabile senza fare danni: già ci bastano quelli atmosferici.
Il blog vigilerà sulla vicenda, in attesa della risoluzione: promesso! Interessa tutti!
Risposta ad un commento sulla delimitazione "allargata": l'INPS fa "orecchio di mercante" appplicando la delimitazione pubblicata, ed esclude le istanze dei proprietari i cui fondi ricadono nei fogli di mappa non delimitati a suo tempo. Qua debbo fare un ulteriore plauso ed un ulteriore ringraziamento pubblico al dott. Sergio Pollina. Mi è capitato per un mio cliente che l'INPS aveva rigettato l'istanza per la riduzione che spetta per legge. Abbiamo avanzato istanza all'IPA, ed il dott. Pollina ha prontamente risposto (in giorni 2 - dico due) con una lettera che asseriva che i fogli di mappa di quell'azienda agricola ricadevano nei territori delimitati. A quel punto abbiamo trasmesso all'INPS la lettera dell'IPA ed abbiamo "sistemato la faccenda".
p.s.: dell'Assessore Cimino...nessuna notizia e nessuna traccia ... la pagella incombe caro Assessore!

Nessuno

Questa foto la mostro per "farmi gli occhi" dopo l'ingorgo di Viagrande. Siamo a Passo Martino; esattamente fra Carmito e Passo Martino. Finalmente la strada è sgombra, libera da auto, si cammina senza problemi. Unico problema collaterale: tutti i residenti di Vaccarizzo, e tutti coloro che ci lavorano, anche nelle campagne, debbono fare il giro da Passo Martino per arrivare a destinazione: il ponte sul Simeto è in corso di demolizione, e se ne riparla almeno fra un anno e mezzo per ricostruirlo, sempre che non se ne dimentichino nel frattempo.

Troppo disordine

Viagrande (CT) Una fila interminabile di automobili, nonostante il nuovo piano viario dell'Ammnistrazione Comunale. Vi svelo il retroscena: sono in fila; i minuti passano. aspetto pazientemente, tanto ascolto la radio. La fila non si muove; singhiozza. Si muove, anzi no. Ecco che si muove, di due metri. Il tempo passa. Dopo dieci minuti di orologio la fila inizia a muoversi pachidermicamente. Alla fine, e sono passati oltre venti minuti (e dietro di me le auto strombazzano), ecco svelato l'arcano: un camion in controsenso cerca di imboccare una strada a destra, anch'essa in controsenso. Nessuno lo fa passare e lui si mette di mezzo, e non si va nè avanti nè indietro. Ma di Vigili Urbani nemmeno l'ombra! Che sia la malattia catanese dell'assenteismo vigilesco ad impazzare anche a Viagrande? Nel frattempo la fila ... sfila e nessuno si è accorto di nulla: venti minuti inutilmente passati in automobile, mentre il resto del mondo gira, gira, gira....

Terremoto sull'Etna

Due eventi sismici ieri sull'Etna. Il primo alle ore 18:58, di magnitudo 3,6° della scala Richter, localizzato ad una profondità di 1,5 chilometri. Il secondo alle ore 23:46, di magnitudo 3,0° della scala Richter, localizzato ad una profondità di 1,6 chilometri.

martedì 25 agosto 2009

L'attesa

Stamane mi sono recato all'IPA di Siracusa, per la vicenda delle pratiche di rimborso danni in via di archiviazione a causa della maledetta circolare "ammazza pratiche" pensata, scritta ed emanata dall'Assessore Leontini (che ricordo in pagella ebbe la nota di "venire accompagnato dai suoi genitori"). Questa circolare fa danno, altro che ... essere una circolare per pagare le pratiche dei danni: invece di alleviarli li fa proprio! Ebbene, a dispetto di chi nei commenti ha scritto che il dott. Sergio Pollina non riceveva nessuno, oggi mi ha ricevuto prontamente, e fra l'altro abbiamo discusso a lungo della vicenda, e delle possibili risoluzioni. Ho, poi, chiamato la dott.ssa Sara Barresi, Dirigente dell'Assessorato, e (stupore ... aveva appena finito di leggersi i post sul blog, oltre che i commenti - potenza del blog) mi ha assicurato che darà la massima priorità alla vicenda, in considerazione che 650 pratiche su 720 verranno altrimenti archiviate: evidentemente la circolare non va bene, altrimenti le pratiche da archiviare sarebbero state nell'ordine della dozzina. La dott.ssa Sara Barresi, così come ho avuto modo di appurare all'incontro del PSR, mi è sembrata davvero pronta alla risoluzione del problema, e visto che la Circolare è firmata dal Dirigente e non dall'Assessore spero che la vicenda si sblocchi quanto prima. Lei stessa mi ha assicurato, concludendo la telefonata, che entro la settimana avrebbe risolto il problema, ovviamente sentito anche il dott. Sergio Pollina, al quale di seguito ho riferito la telefonata e concordava sul da farsi, ovvero accettare le integrazioni dei documenti e mettere in pagamento le pratiche. Che dire della vicenda? 1 - il dott. Sergio Pollina mi è sembrato pronto a risolvere la vicenda; 2 - la dott. ssa Sara Barresi l'ho trovata preparata sulla vicenda (che aveva appreso dal blog) e volenterosa di una rapida risoluzione. Mi chiedo, invece, che cosa hanno fatto CIA, Coldiretti e Confagricoltura? Loro hanno centinaia di pratiche in archiviazione ... ed oggi all'IPA c'erano solo agricoltori arrabbiati, ma della triplice ... nessuno, così come nessuno aveva esposto il problema al dott. Pollina o alla dott.ssa Barresi!
Restiamo in attesa della risoluzione, e giovedì farò una telefonata alla dott.ssa Barresi, con l'augurio di sentire buone notizie. Ogni tanto ci vuole! Infine: grazie a tutti quelli che mi hanno scritto, telefonato e lasciato commenti sul blog. Anche voi avete partecipato alla risoluzione della vicenda. Una stretta di mano!

Effetti devastanti

Qualche settimana fa, in giro per la Piana di Catania, ho trovato questo agrumeto (o meglio ex-agrumeto) completamente devastato dalla fiamme. Un tempo era assai rigoglioso; poi fu abbandonato, e di passaggio lo guardavo tristemente. Adesso non è rimasto che il ricordo. Che tristezza ... quasi pari alla "tristeza" il famigerato virus che sta decimendo i nostri impianti, fra l'indifferenza di tutti!

Cartelli speciali

Dedicato all'avv. Lina Arena; a lei perchè è amante di queste scritte. Ecco un altro cartello che ho trovato per la strada. Evidentemente qualcuno si era arrabbiato che in quella strada buttavano a discarica di tutto.

lunedì 24 agosto 2009

Ahi ahi ahi ahi ....

L'Assessore all'Agricoltura on.le Michele Cimino (ai più assente) anticipa e precorre i tempi. Un fulmine, oserei dire! E' riuscito a spostare lo spazio ed il tempo: meglio di Einstein! Leggete, leggete e stupitevi: fa un comunicato stampa in data 18/09/2009 ... 18 settembre 2009, quasi fra un mese e lo fa adesso! Uno spettacolo, quasi più bello del Customer Satisfaction!!!! In che mani siamo! Nembo Kid in confronto non è nessuno!

Erigeron/Conyza: nessuna novità

La "peste di Dio", come l'ha definita un grosso agrumicoltore, è lì, non muore, non si riesce ad eliminarla. Nessun diserbante, fra quelli ammessi in Italia, riesce ad eliminarla. Fin'ora l'unica soluzione è la lotta con l'unico disseccante in commercio, lotta da farsi in primavera. L'alternativa è abbandonare il diserbo e rimettere "in moto" erpici a dischi, tiller, ecc.

Un'agonia

Ancora sull'Ospedale di Lentini: stamattina le luci erano spente. Hanno finito i soldi? Il guardiano è in ferie?
Riprenderanno ad accenderli...che agonia!

I mattoni forati

Prima dell'apetura della nuova autostrada Catania-Lentini, lungo la s.s. 114, la mattina molto presto incontravo una sfilza di camion, con rimorchio, pieni di mattoni forati. La velocità era di 60-65 km/h, considerato che dovevano districarsi lungo il tracciato fra le decine e decine di auto, anche la mattina molto presto. Adesso gli stessi camion li incontro lungo l'autostrada, ma stavolta i camion camminano a 110 km/h e più, ed il rimorchio ondeggia vistosamente, con scostamenti (ad occhio) di oltre 30-40 cm. Questi camion lanciati a queste velocità, considerato il peso che trasportano, sono un vero pericolo. L'ondeggiamento causato dall'alta velocità potrebbe provocare incidenti pericolosissimi.
Fate attenzione quando li incontrate. Io me la faccio alla larga!

domenica 23 agosto 2009

18 a 17

Il nuovo tratto autostradale fra Catania e Lentini ha una galleria lunga quasi tre chilometri, esattamente 2.943,74 metri. Questa distanza, ho verificato nella cartellonistica, è uguale per entrambe le carreggiate. Se ci fosse stato un angolo di curvatura elevato, si avrebbe potuto avere anche una differenza di circa 250 metri fra una carreggiata e l'altra. Ma se le carreggiate sono identiche, mi spiegate perchè in direzione Lentini ci sono 18 aeratori (li ho contati), mentre in direzione Catania 17??? Dovrebbero essere uguali! Che sia una "luce riflessa" dell'Ospedale di Lentini? Come mai?????

Le casette

Chi non c'è mai stato? Siamo alle Casette di Capo Mulini (Acireale). Quando ero bambino erano di Pippo Leonardi, uno dei fratelli Leonardi del mitico e famoso Pastificio Leonardi. Ci andavamo spesso, soprattutto in inverno. Sono rimaste come allora. Sono state vendute tutte, ma un tempo la divisione fra le varie casette non c'era; un tappeto di ghiaino le univa fra loro. Ci siamo ritornati venerdì (invitati da amici), e la zona riservata per i bagni era la stessa di oltre 35 anni fa: un ammasso di cemento (allora si poteva fare) che unisce le rocce. Le casette oggi godono di una manutenzione migliore di quella di allora, e sono diventate una meta elitaria. L'affitto è proibitivo, mentre l'acquisto ... meglio lasciamo stare. All'interno della casetta c'è un monovano con angolo cottura ed un piccolissimo bagno; una sorta di evoluzione di una cabina, ma su "palafitta" in ferro.

Posteggio comodo

Ecco come non si dovrebbe posteggiare: più avanti c'è posto, ma dovendo "percorrere pochi metri in più", l'automobilista ha preferito posteggiare proprio dove le strisce diagonali gli indicavano di non farlo: più comodo di così!

sabato 22 agosto 2009

La ricetta

Una ricetta semplice semplice per oggi: le barchette di melanzane. Tagliate le melanzane a metà, scavate la polpa, e mettetela da parte. Bollite delle patate, sbollentate la polpa di melanzana; miscelate le patate con la polpa di melanzana, aggiungete pepato fresco grattugiato, olio, un pò di pan grattato (ma poco), e poi dei tocchetti di mortadella, molto piccoli (in alternativa quadrettini di pancetta). Mettete l'impasto nell'incavo della melanzana, e mettete il tutto in forno. A fine cottura date un leggera passata di "grill". Buon appetito!

Mai vista

Una FIAT mai vista prima. L'ho incontrata all'ingorgo della Tangenziale. Si chiama LINEA e c'è anche un sito internet dedicato. Una sorta di misto fra la CROMA e la BRAVO, ma con la "coda".

La gatta Amelia

Ricevo dall'avv. Lina Arena e pubblico. Lei mi scrive di commentare la storia, ma ha già scritto in modo eloquente, e pertanto non aggiungo altro. Caro Corrado, ti chiedo di dedicare un angolino del tuo blog alla storia di Amelia e di Elisa Testa.Ti mandfo alcune foto scattate mentre vive nella sua casa di lusso o gioca con Elisa la ragazza che l'ha salvata da sicura morte e che le consente, grazie ai suoi sacrifici, di vivere come una gattona normale. Amelia è rimasta vittima del traffico automobilistico di Ognina ed ha riportato una paresi alle zampe posteriori.Muove la coda e avverte leggeri sintomi di sensibilità in una delle due zampe che non può articolare.I veterinari della clinica dove è stata ricoverata dopo l'investimento diagnosticarono la paresi e consigliarono di farla giungere a miglior vita con i sistemi di eutanasia , accettati e validi solo per gli animali.La reazione dei familiari di Elisa e di quest'ultima in particolare che aveva destinato alla gatta , al tempo della sua piena validità, la vetrina di un negozio di oggetti marinari di lusso in quel di via Marittima n.1 aCatania e che non si rassegnava a perderla definitivamente.Amelia, grazie ai sacrifici quotidiani di Elisa e della famiglia,vive in un appartamento di Tremestieri trascinando la sua vita, resa allegra da Elisa e dal fratello Danilo, da una camera all'altra su una sfilza di tappetini che le impediscono di farsi del male.Miagola e dialoga con gli uccelli di una campagna vicina, gioca con i gomitoli di lana e attende Elisa ed i suoi in una saletta o sul balcone per poi passare il resto della serata a giocare sul letto dei ragazzi. In un'epoca in cui i giovani pensano solo allo sballo, alle danze in discoteca, alle riunioni pasticcate o alle banalità dello struscio, rimango stordita di fronte al sacrificio di una ragazzina di appena 14 anni che ha superato con lode il corso scolastico di studi e che dedica tante ore della sua giornata alla vita di Amelia , la gatta con la paresi,per farla sentire eguale alle altre e per far capire agli umaniche frequentano il negozio di via Marittima 1, dove prima faceva bella mostra di sè, che Amelia non è più merce marinara di lusso ma è diventata una casalinga che vive e gioca grazie all'affetto ed alla dedizione di Elisa Testa. Mi piace offrire ai lettori di questo blog il sacrificio di Elisa perchè viviamo in un momento storico in cui la stampa del luogo preferisce i volti delle sciurette o delle aspiranti miss e velinette ma nega agli amanti degli animali uno spazio, una rubrica o un commento per mostrare un esempio di vita civile che ancora alberga nell'animo di tanti giovani , sconosciuti o ignorati dai frequentatori delle movide paesane.

venerdì 21 agosto 2009

Siamo a piedi

Una nazione intera con la mente al Superenalotto. Anch'io tento la fortuna, forse perchè vorrei staccare gli assegni per i rimborsi della potatura straordinaria, senza che nessuno mi produca documenti inutili ... Ma se pensiamo per un attimo alla massa di denaro che viene movimentata verso le casse dello Stato, ed anche verso quelle della Regione Siciliana, ci rendiamo conto quanto denaro potrebbe venir speso per servizi essenziali. Invece questo denaro va a ripianare la voragine dei debiti che i nostri governanti (sempre impuniti) hanno accumulato sulle nostre teste. Un debito infinito, una cifra folle, che aumenta sempre di più: 28.637,00 €uro a persona. Altro che rottamazione auto ... qua ci sono da rottamare tutti i "professoroni" che ci hanno governato in trent'anni. Invece? Sono sempre in sella, come Ciriaco a Vita, una sorta di deputato a vita ... sempre in sella, nonostante tutto.

Le code

I rientri dalla ferie sono sempre pieni di file e di attese ai caselli autostradali. Da una settimana al casello autostradale di S. Gregorio di Catania la situazione è sempre la stessa: lunghe code di circa 3-4 chilometri: sono i vacanzieri che rientrano. Normale, tutto normale, ma ... c'è un ma: come mai in Svizzera o in Germania (paesi sicuramente più civili del nostro) non si formano code? Semplice risposta:
1) in Svizzera si acquista la "vignette", un adesivo da apporre sul vetro della propria auto, che attesta il pagamento del pedaggio per tutto un intero anno; 2) in Germania non si paga pedaggio. Non essendoci caselli in entrambi i paesi, e quindi fermi del flusso veicolare, non si formano code. Ma la cosa più bella è che ... la manutenzione delle autostrade è fatta davvero in modo professionale. Ahimè non possiamo dire lo stesso qui.

Ancora senza

I motociclisti sono ancora restii all'utilizzo del casco. Capita sempre più spesso di incontrarne senza, e non solo il guidatore, ma anche il passeggero posteriore. Si incontrano anche moto di grossa cilindrata con il guidatore privo di casco. Le maglie dei controlli si sono allentate e l'effetto è questo: senza casco "a tinchitè"!

giovedì 20 agosto 2009

L'Assessore che sorride

Oggi ho ricevuto la rivista "Terrà". Leggete cosa il sorridente Assessore on.le Michele Cimino (assente ingiustificato da ogni manifestazione, e soprattutto assente dalla gestione ordinaria) dichiara a pagina n. 14: è bene ricordare che i nostri uffici sono al servizio delle imprese e non certo controparte. Chi ha orecchie da intendere ... intenda!!!!!

Scritte varie

Oggi al rifornimento ESSO di Costa Saracena mi sono "abbiliato" ... campeggiava una scritta bellissima:
uno aveva scritto FACCIO TUTTO
ed un altro aveva risposto VISTO CA FAI TUTTI COSI VENI A ME CASA E LAVAMI A SCALA.
Oggi ho notato che i bagni sono stati rifatti, ed hanno anche appeso questo cartello che ho fotografato. E la scritta più bella del mondo? Cancellata per sempre!

Dietro le sbarre

Finiremo tutti imbrigliati dietro le sbarre della burocrazia, che anzichè diminuire la sua forza imperante, l'aumenta a piè sospinto. Non so bene che ci stia a fare il Ministro Calderoli, a parte l'avere un Ministero tutto suo! Non ho visto nessuna delegificazione, nessun alleggerimento delle norme, nessun alleggerimento della burocrazia. Vedo solo un accanimento per ingarbugliare le cose, per renderle sempre più infarcite di inutili carte, ma soprattutto per far sì che ognuno diventi un abusivo della burocrazia. Non si comprende bene se tutto l'andazzo burocratico viene imbastito (scientificamente) per far sì che nessuno si avvicini ad essa, e i burocrati così possono star tranquilli, o se tutto ciò viene fatto davvero con enorme ignoranza, senza il minimo pensiero di cosa accade "a discesa" ogni qualvolta qualcuno si inventa una circolare, magari dopo una notte insonne o dopo una notte passata senza attività sessuale, e ne pretende l'applicazione d'imperio. Non importa se giusta o sbagliata. Non importa "a chi casca, casca". Si deve applicare d'imperio e basta. E quella norma, quella circolare non verrà mai più ritirata o modificata! Mai ... ammettere l'errore, mai!!!! Le sbarre ci attendono: portiamoci l'antitetanica per la ruggine (perchè nemmeno le sbarre sono manutenute con cura)!